4. Harry 🔞

902 89 80

Harry gemette sentendo la mano di Charlie insinuarsi sotto la maglia che portava e si inarcò sensualmente con la schiena sul divano, fissando affamato Charlie che stava facendo finta di niente e continuava a leggere il libro che teneva tra le mani.

Secondo tutti i giornali scandalistici magici, Harry James Potter era un giocatore molto bravo, tra i migliori del mondo e proprio per questo, per non perdere credibilità verso il pubblico e i tifosi che lo amavano, aveva preferito nascondere il suo vero essere, quello di uomo omosessuale, per fingersi un etero di ferro con un figlio grande e due piccoli in arrivo grazie a Ginny Weasley.

In realtà la donna era solo una copertura per la stampa perché Harry aveva intrapreso una relazione amorosa con il fratello maggiore di Ginny, nonché suo allenatore, Charlie.

Il maggiore più volte aveva cercato di fargli cambiare idea, dimostrandosi scettico per quelle scelte di fare dei figli tramite fecondazione assistita con Ginny, ma Harry non voleva sentire ragioni.

I tifosi, il Quidditch e lo sport magico per lui erano tutto. Sì era costruito una reputazione e la voleva mantenere.

Se per sbaglio i giornali avessero cominciato a sospettare le sue vere inclinazioni sessuali, Harry sarebbe impazzito.

Charlie, che conosceva Harry da sempre dato che frequentava casa sua, con l'andare del tempo si era davvero innamorato di lui e aveva cercato di dimostrarglielo in tutti i modi, ma Harry era troppo accecato dalla bella vita per accorgersi di un uomo che lo amava con tutto se stesso, fregandosene di quello che era.

Perché Charlie lo conosceva da molto prima che Harry diventasse una star mondiale.

Nonostante i suoi sforzi, Harry non sembrava accorgersene così aveva cercato di usarlo solo per fare sesso e la cosa che lo aveva destabilizzato era che ad Harry quella situazione andava più che bene e avevano continuato in quel modo per degli anni.

Ma Charlie stava cominciando a stufarsi.

Aveva raggiunto una certa età dove l'idea di famiglia e amore stava diventando sempre più pressante e la sua vita la voleva passare accanto ad Harry a crescere insieme i suoi figli/nipoti.

Peccato che Harry lo avesse rifiutato con gentilezza e Charlie aveva cosi deciso di trattarlo come poteva trattare un amante che non conosceva.

Harry adesso era eccitato e voleva di più da Charlie ma l'uomo non era disposto a dargliela vinta tanto facilmente.

Harry gemette ad alta voce e Charlie lo sentì rabbrividire sotto la sua mano non appena con le dita gli sfiorò l'elastico della tuta che indossava.

Harry era eccitato al massimo.

La forma dell'erezione era visibile attraverso il tessuto leggero del suo abbigliamento.

Anche Charlie era eccitato.

Harry a quel punto si mise in ginocchio sul divano e allungò le mani verso la maglia indossata da Charlie. Gli afferrò il bordo e molto lentamente gliela sollevò fino al collo, mettendo in risalto il petto muscoloso dell'uomo.

Mentre Harry si abbassava con la testa sul suo petto, Charlie fece scorrere la mano sulla sua coscia e gliela strinse nello stesso istante in cui Harry prese a stuzzicare un capezzolo con la lingua.

Andarono avanti per un po', finché Harry non scese dal divano e si inginocchiò tra le gambe schiuse del rosso.

Posò entrambe le mani sulle sue cosce e poi sull'erezione costretta nei jeans.

Glieli aprì senza magia e avvolse la bocca attorno all'erezione del maggiore sollevando gli occhi sul rosso che non si mosse di un millimetro.

Confuso, Harry si impegnò a succhiare il suo membro e a far scorrere sensualmente la lingua sulla punta liscia e sensibile.

~Drarry~ IL CUORE NEL BOCCINO🌈Leggi questa storia gratuitamente!