curiosità #9

49 8 0

La depressione, quando c'è, diventa il perno attorno cui ruota tutta la tua vita. Essendo stata depressa per parecchio tempo, ho scritto molto di depressione.

Il brano che trovate qui sotto è stato pubblicato sul sito dei runlovers ed è quello che mi ha permesso di vincere il loro braccialetto.


La corsa mi ha salvato la vita,
mi ha guarita dalla depressione,
mi ha risolto gli attacchi di panico,
mi ha fatta dimagrire 10 chili,
mi ha ridato fiducia in me stessa,
ha aumentato la mia autostima,
ha ridotto i miei livelli di stress,
mi ha fatto trovare l'amore, un lavoro, una casa, una gravidanza.

Invece no. non posso dire nessuna di queste cose, anche se lo vorrei davvero. su di me la corsa non ha avuto alcun effetto miracoloso.

Da quando corro sono depressa come prima, non ho perso un chilo, mi è aumentata la cellulite sul sedere e mi odio tanto quanto.

Correre mi fa schifo. è faticoso, mi fa sudare, mi fa puzzare, è noioso perché ripetitivo, è costoso.

E però corro. corro perché dopo 9, 12, 15 chilometri, per alcuni minuti, mi sento bene, mi sento dio, sento che sono brava, forte, quasi invincibile. e per pochi istanti la voglia di buttarsi sotto al treno o dentro al fiume si allenta, e la vita sembra vivibile e il desiderio di morte si allontana un poco.

E allora continuo a correre, anche se non sto dove andando, anche se più che correre sembra scappare.
Corro sperando che le mie gambe mi riportino alla vita.

Aria e altri coccodrilliDove le storie prendono vita. Scoprilo ora