AVE CESARE

2 1 0

Il vento porta sulla terrazza i granelli di sabbia bianca e fina, granelli che so benissimo si insinueranno poco a poco anche nella nostra stanza e che domattina qualche solerte ancella spazzerà via.

È triste il deserto, malinconico e freddo quando cala la sera.

Non importa se sia lontano da Alessandria, il deserto incombe sempre nei miei pensieri e so per certo che dipende dal fatto che per lungo tempo è stato la mia casa.

Il mio rifugio sicuro dai miei fratellastri, che progettavano di uccidermi pur di avere il trono.

Almeno fino a quando non sei entrato nella mia vita... o sono io a essere entrata in punta di piedi nella tua?

Mi stringo nel tuo mantello porpora, che ti rende ancora più affascinante di quanto tu non lo sia, per avvicinarmi alla balaustra bianca e fredda della terrazza.

Vi poso sopra le mani, rabbrividendo per un attimo al contatto con il marmo.

Il rumore della brezza proveniente dal mare è il solo suono che giunge alle mie orecchie, gli altri li ho annullati tutti o meglio sono io che fingo di ignorare il brusio delle sere alessandrine.

Alessandria non è diversa da Roma, sai amore mio?

Oh certo, non potrei mai dirlo apertamente in tua presenza.

Tu ami Roma, sei Roma.

Caio Giulio Cesare è Roma.

Se desiderate leggere il mio romanzo potrete trovarlo in epub oppure nel formato kindle negli store StreetLib Stores, Kobo, Amazon, IBS e nei migliori negozi on line.

La storia e l'AmoreRead this story for FREE!