Capitolo 5

441 15 4
                                                  

^_^
-Capitolo 5-

Dopo essere tornati dalla scampagnata (sai che roba...) Vegeta e Bulma avevano mangiato
e poi avevano preso strade diverse: il Saiyan era andato ad allenarsi nella Gravity Room, mentre la ragazza era rimasta in cucina, per aiutare la mamma a lavare i piatti.
Esaminiamo per il momento la situazione a terra, dove Bulma e la madre (tanto per cambiare...) stavano litigando (tanto per cambiare) per futili motivi.
Bulma: mamma... mi chiedevo se... potresti darmi dei soldi...
Mamma: va bene, ma perché?
Bulma: perché...
Mamma: si?
Bulma: perché...
Mamma:....
Bulma:oh, insomma: ho bisogno di soldi perché devo andare dal parrucchiere!
Mamma:?
Bulma:!
Mamma: tesoro, ho capito bene? Devi andare dal parrucchiere???
Bulma: sì, hai capito benissimo! è ora dammi qualcosina, ti prego!
Mamma: ma tesoro, sarebbe la settima volta in un mese!!!
Bulma: e allora? se ho bisogno?!
Mamma: beh, impara a tagliarti i capelli da sola, perché io non ti do niente!
Bulma: cosa?! Maaaaamma, guarda questo capello della frangia ha una sestupla punta!!!!
dai!
Mamma: no, ho detto di no!
Bulma: sì invece!
Mamma:no!
Bulma: sì!
Mamma:no!
Bulma: sì!
Mamma:no!
Bulma: sì!
Mamma:no!
Bulma: sì!
Mamma:no!
Bulma:sì!
Mamma: no!
Bulma: no!
Mamma: sì! Oh, no! Io... Bulma, non me l'aspettavo proprio da te! E per punizione non andrai dal parrucchiere: nè domani nè mai!
Bulma: coooosa??? Grrr...io...ODIO!!! O-D-I-O!!!! Capito?
Prese ed uscì dalla cucine. Si recò fino alla Camera Gravitazionale, dove si trovava Vegeta.
Fece per entrare, ma decise di tornare indietro per prendere qualcosa da bere. Dopodiché entrò.
Vegeta era stesso a terra. Il sudore imperlava la sua fronte e i suoi capelli. Bulma lo guardò estasiata.
Bulma: ciao!
Vegeta: ciao! Cosa ci fai qui?
Bulma: ti ho portato qualcosa da bere per rinfrescarti...
Vegeta: grazie...ma...che cos'erano quelle urla che si sentivano?
Bulma: lasciamo stare...indovina?...
Vegeta: ehm...fammi pensare...tua mamma?
Bulma: uh, come hai fatto a indovinare?
Vegeta: cambiamo discorso: sta a vedere!
Egli si concentrò, inspirò profondamente e tutto a un tratto i suoi occhi si colorarono di un verde paradisiaco e i suoi capelli acquisirono la colorazione dell'oro. Era diventato Super-Saiyan!!!!!!!!!
Vegeta: allora?
Bulma aveva la bava alla bocca.
Bulma: sei...sei... bellissimo!
Vegeta l'abbracciò.
Vegeta: e forse non sai un'altra cosa: quando divento Super-Saiyan mi eccito...
.......................................
Passarono circa un paio d'ore e la ragazza convenne con il Saiyan che sarebbe stato meglio tornare in casa. Si diedero la buonanotte ed andarono a dormire. La mattina dopo, dopo colazione, Bulma si recò dal suo amato per salutarlo; ma anche Vegeta stava andando da lei!!!
Quindi si scontrarono. Erano entrambi imbarazzanti per quello che era successo la sera prima.
Bulma: ehm...ciao....
Vegeta: ciao...
Si diedero un rapido bacio e poi Bulma se ne andò, ma Vegeta la fermò.
Vegeta: aspetta!!
La ragazza si fermò.
Vegeta: ehm...non so come dirtelo...quello che è successo...
Silenzio.
Vegeta: volevo dire che io ti ho amato ieri sera!
Bulma: amore, anche io ti ho amato e ti amo moltissimo, e comunque non ho mai messo in dubbio il tuo amore per me!
Narratore di DragonBall: parole sante... ma nel frattempo: cosa starà facendo il Dottor Gelo?
(ma...cosa ce  ne frega a noi??? ndTutti)
Passò un mese. I due incominciarono a dormire insieme, anziché separati. I vicini di casa si stupivano di quella luce dorata che usciva dalla loro stanza, di notte, una volta alla settimana circa (avete capito cosa intendiamo?)...Tuttavia bisognerebbe tener conto che una volta al mese, ossia una settimana al mese...beh, avete capito no?
Narratore di DragonBall: passò così del tempo. Mentre Vegeta si allenava duramente per l'arrivo dei Cyborg del dottor Gelo, Bulma diventava sempre più riservata e schiva. Cosa le stava succedendo? Ebbene, io non lo so. Aspettiamo e si vedrà!
Vegeta: Bulma, mi vuoi dire cosa c##zo hai?
Bulma: io...niente! Perché?
Vegeta: non è vero! Tu hai qualcosa...tu sai qualcosa, e non me lo vuoi dire...tesoro, cosa c'è?
Bulma: niente, ti ho detto che non ho niente!
Il ragazzo se ne andò sconsolato e deluso. Bulma lo capì e lo chiamò.
Bulma: Vegeta!
Egli tornò.
Vegeta: cosa c'è adesso?
Bulma: io...ti devo dire una cosa...

L'ODISSEA DI VEGETA E BULMA Dove le storie prendono vita. Scoprilo ora