11.

1.3K 55 5

Luna si gira nella direzione in cui é rivolto il mio sguardo e vede Maikol intento nel fissarmi.

-No adesso basta!- esclama Luna uscendo furiosa dalla porta del bar e dirigendosi verso di lui.

Li vedo discutere ma non riesco a sentire cosa dicono a causa del vetro che ci separa. Luna é molto più bassa di Maikol e vederli vicini fa quasi impressione. Lei non gli fa aprire bocca, continua a gridare qualcosa di a me inudibile, puntandogli il dito contro. Lui neanche l'ascolta, continua a guardare me. Poi mi dice qualcosa in labiale. "Vieni qui" leggo dalle sue labbra.

Dopo un attimo di riflessione decido di uscire. Arrivo fuori, vicino ad entrambi. 

-Cami, vai dentro!- esclama Luna furiosa indicandomi l'entrata del bar -lui ti deve stare lontano!- prosegue.

Sul volto di Maikol appare un velo di tristezza. 

-Luna.. Lascia che ci parli..- le dico sotto voce. 

Al suono di quelle parole Maikol rimane piacevolmente colpito e sfodera uno dei suoi sorrisi più belli. Luna annuisce, se pur palesemente contraria e rientra nel bar così da lasciarci soli.

-Ciao dolcezza..- 

-Maikol falla breve.. Che vuoi?- domando incrociando le braccia.

-Te.. Voglio te, Cami.. Sono stato con un sacco di donne prima di incontrarti, ma con il semplice scopo di portarle a letto, con te mi sembra tutto così diverso! Sento di non volerti solo per una notte, ma per la vita! Ti voglio mia!-

Al suono di quelle parole il mio cuore inizia a battere all'impazzata, ma la mia testa mi invita a riflettere.

-Maikol, tu non mi conosci! Come fai a dire di volermi accanto se non sai minimamente chi sono? Così come io non so niente di te e non mi importa saperlo.. Ho già saputo troppo..- rispondo abbassando lo sguardo.

-Cos'hai saputo?!- mi chiede visibilmente preoccupato.

-Ciò che avresti dovuto dirmi dall'inizio non credi??-

Luna notando che la nostra discussione si stava animando un po' troppo, appare alle mie spalle con tutti i nostri sacchetti.

-Cami andiamo!- esclama. 

-Sì ti aiuto con i sacchetti.- rispondo prendendone in mano una decina.

Maikol non dice nulla. Rimane in silenzio con gli occhi bassi. Gli rivolgo l'ultimo sguardo non ricambiato e seguo Luna verso la nostra auto ad una ventina di metri dal bar.

Arriviamo davanti alla macchina e depositiamo alcuni sacchetti nel baule e altri sui sedili posteriori. 

-Entriamo in macchina?- dice Luna accarezzandomi affettuosamente la spalla destra.

-Hai una sigaretta?- rispondo senza badare alla domanda precedente.

Luna annuisce e sfila due sigarette dal suo pacchetto di Camel Blue; una se la mette tra le labbra e l'altra me la porge. Io ormai sto smettendo di fumare, ma quando sono di cattivo umore non posso farne a meno.

Lei accende la sua sigaretta mettendo una mano davanti alla fiamma per evitare che il vento la spegnesse e mi passa l'accendino. A mia volta faccio la stessa cosa, per poi salire entrambe in macchina.

Luna abbassa i finestrini anteriori e mette in moto. Quando dalla parte del mio finestrino compare Maikol.

-Cami ti prego chiariamo questa situazione!- mi dice con la voce affannata, deve aver corso per raggiungerci.

-Luna parti.- dico senza degnare Maikol di uno sguardo. 

Luna senza rispondermi esce velocemente dal parcheggio e io alzo il finestrino. 

-Cami fermati, scendi!- grida Maikol sbattendo ripetutamente la mano sul vetro.

Luna preme l'acceleratore e andiamo via mentre lui continua a correre dietro alla nostra macchina e a gridare il mio nome. Io lo osservo dallo specchietto retrovisore e quando si rende conto che non può raggiungerci si ferma, mentre noi ci dirigiamo a casa.

------------------------------------------------------------------------------------

Allora ragazzi secondo voi cosa succederà nei prossimi capitoli?

Continuate a leggere la storia per scoprirlo!

Un bacione! <3

Amore folleLeggi questa storia gratuitamente!