Capitolo 3

602 13 2
                                                  

FINALMENTE INSIEME!
      - Capitolo 3 -
FINALMENTE INSIEME!^_^

Goku: il cellulare dici? Vaaaaaaaaaa bene! Sopra la scrivania?
Vegeta: sei duro di comprendonio, KaKaroth! Ti ha detto di andarlo a prendere, muoviti!!!!
Goku: calmati, adesso vado!
Vegeta: non rispondermi mai più con questo tono, KAKAROTH!!!!! E ora alza il c#lo e muoviti!
Goku sali allora in camera di Bulma, apri la porta e desolato si guardò intorno: c'erano due scrivanie! Alla fine trovò il telefonino, fece per prenderlo ma...
Bulma: Goku, mi porti giù anche un pacchetto di fazzoletti, per favore?
Goku: ok... "ma guarda che mi tocca fare, sono l'ospite e devo servirla...".
Prese quindi il primo pacchetto di fazzoletti che vide, ma non si accorse che sotto di essi c'era qualcos'altro...
Scese e consegnò ciò che Bulma gli aveva chiesto, ma quel qualcosa non identificato (ovvero la famigerata lettera di Bulma) cadde per terra.
Goku: ehi ehi ehi... cosa c'è qui? Urka, una lettera... vediamo un po'!
Bulma arrossì e disse: Goku, Goku, ti prego, non farlo...
Goku: perché? dunque... Vegeta... quando sono con te sono contentissima... tu sei la mia vita, ti amo, Bulma? ehm... io devo andare, ciao!!! Nuvola Speedy!
Ci fu un silenzio che perdurò per molti istanti.
Vegeta: quel Vegeta... quello nella lettera... quel Vegeta sono io?
Bulma guardò in basso.
Bulma: s-sì...
Il Saiyan non replicò e filò dritto in camera sua. Bulma si sedette sul divano muta come un pesce.
Vegeta tornò quasi subito, e consegnò alla ragazza un foglio di carta.
Vegeta: pensavo che non te l'avrei mai data... ma è venuto il momento di giocare a carte scoperte.
Bulma prese il foglio, lo apri e cominciò a leggere.

Cara Bulma,
c'è un peso nel mio cuore, che va aldilà del mio orgoglio, della mia presunzione, della mia superiorità... Questo peso mi schiaccia più della gravità 400...
Non mi era mai capitato prima d'ora ma adesso so che ti amo, anche se siamo diversi.
Prima di conoscerti il mio unico obiettivo era di distruggere KaKaroth, ma ora è di riuscire a stare insieme a te...
Vorrei che questo mese da soli durasse per sempre...
Ti amo,
Vegeta

A Bulma salirono le lacrime agli occhi, questa volta però dalla gioia, quando lesse la lettera.
Si alzò dal divano e si diresse verso di lui.
Bulma: ho aspettato per troppo tempo questo momen...
Non fece in tempo a concludere perché Vegeta le posò un dito sulle labbra.
Vegeta: shhh...
La baciò e lei ricambiò. Il loro si era realizzato, finalmente! Un sogno che sembrava quasi un'utopia...
Mentre si stavano baciando, il cellulare di Bulma squillò, al che Vegeta lo disintegrò.
Si sedettero sul divano e rimasero abbracciati.
Bulma: non ti credevo capace di amare così tanto...
Vegeta: non ti credevo capace di amarmi...
Bulma: emh... ma, i miei genitori, lo devono sapere subito che stimo insieme?
Vegeta: in che senso?
Bulma: cioè, quando tornano dalla vacanza...devono saperlo che stiamo assieme?
Vegeta: se non glielo dici subito sarebbe meglio... senza offesa, ma tua mamma certe volte rompe un po' troppo!
Bulma: lo so...
Vegeta: scusa, ma quando tornano i tuoi?!?
Bulma: emh... tesoro, abbiamo un problema... nel senso che... i miei tornano... domani!
Vegeta: CHE COSA???????????
Il tavolo si ridusse in frantumi.
Bulma: cosa ci posso fare... mi è arrivato un messaggio prima... -(ecco il famigerato mittente del messaggio, cari lettori: la signora Briefs) - beh, comunque prima o poi sarebbe successo... allora, glielo diciamo subito o no?
Vegeta: no, aspettiamo...
Bulma: ok... però... se non possiamo dirglielo... non possiamo stare neanche vicini...
Vegeta: potremmo vederci in segreto...
Bulma: a casa nostra?!?
Vegeta: il fatto è che non voglio farlo sapere a tua madre perché sennò incomincierebbe a rompere...
Bulma: povero amore, sei così tenero quando ti inca#zi! Però la prossima volta non rompere il tavolo, ok?
Vegeta: Bulma siamo a un punto morto: glielo diciamo o no?
Bulma: non lo so, Vegeta non lo so... domani si sistemerà tutto, vedrai.
Dopo aver cenato PER TERRA, decisero di andare a coricarsi dopo aver pulito tutto ed aver ANNAFFIATO LE VIOLETTE che per un mese intero (o giù di lì...) erano state trascurate.
Si diedero la buona notte baciandosi e se andarono a dormire, ognuno in camera sua, chiaramente (è un po' troppo presto...^_^).
Ma la rovina era all'orizzonte...

NEL FRATTEMPO, A CASA DI GOKU
Goku: Chichi, ti giuro che non l'ho fatto apposta!!!
Chichi: sei proprio inaffidabile! Ti ho chiesto di andare a prendere il burro per Gohan(???)
e te lo sei dimenticato là... Almeno, l'hai rimesso a posto nel frigo?
Goku: emh...no.
Chichi: e dove l'hai lasciato? Si sarà squagliato tutto!!!

A CASA DI BULMA
Una patina bianca e scivolosa ricopriva un intero angolo del divano...

A CASA DI GOKU
Chichi: Goku, quando burro hai chiesto?
Goku: emh... all'incirca tre chili...
O_o O_o O_o

L'ODISSEA DI VEGETA E BULMA Dove le storie prendono vita. Scoprilo ora