Capitolo 3

1.2K 52 2

Improvvisamente, il motore riparte. Le luci ritornano. Mi è impossibile vedere chi sia il mio misterioso compagno, perchè mi tiene fermamente contro di sé, impedendomi di vedergli il viso.

Sono riuscita a malapena a riprendere fiato e mi ci vorrà ancora un po' per tornare lucida. Sbatto le palpebre per riabituarmi alla luce. Le mie mani sono ancora premute contro il suo petto. Riesco a sentire i suoi possenti pettorali. Sto ansimando e barcollando, ancora confusa su quanto è appena accaduto.

Totalmente eccitata, mi sono lasciata inebriare dal tocco della sua pelle e dal suo profumo.

Non appena riottengo l'equilibrio, sento la sua voce calda solleticarmi l'orecchio.

Sconosciuto: "Scendi a questo piano. Teniamo questa cosa segreta...".

Io: "Chi sei?"

Intuisco dal suono della sua voce che sta sorridendo.

Sconosciuto: "Non saprai chi sono..."

Lo sento, sta giocando con me come il gatto col topo. Ma quest'ultima frase, invece di turbarmi, manda scariche per tutto il mio corpo.Quando esco fuori non so davvero dove mi trovo. Non ho neanche la presenza spirito di voltarmi.

Sono in un altro mondo. Un mondo imposto da questo eccitante sconosciuto... Per un istante, mi chiedo se questo vago momento non sia stato solo il parto della mia fantasia.

Mi serve qualche secondo per rendermi contro che mi trovo nel piano giusto e che sono qui per recuperare la mia borsa...

___________

Scusatemi se il capitolo è corto... Nel prossimo spero di farne uno lungo!!!

Allora vi piace? 

Commentate e/o votate, alla prossima!

Personal ManagerDove le storie prendono vita. Scoprilo ora