Capitolo 2

1.5K 62 2

Io:"Lei..."

Prima che riesca a finire la frase, sento un fruscio e una grande mano si posa attorno alla mia vita.

Un brivido di piacere mi percorre la schiena.

Sconosciuto:"Sssssh."

Sbalordita, cerco di liberarmi. Lui mi lascia andare, ma rimane molto vicino. Riesco a sentire il respiro caldo dello sconosciuto. Rimane così un momento, come ad analizzare la situazione e il mio stato d'animo. Quando mi accarezza la guancia con il dorso della sua mano, le mie labbra si aprono leggermente e il mio sospiro si fa pesante. Il mio cuore sta per scoppiare. Voglio la sua bocca ovunque, su di me...

(Sei impazzita?! Cosa ti dice il cervello?)

Ma la fragranza del suo profumo, così virile e delicata, mi rapisce completamente, facendomi perdere ogni briciolo di autocontrollo.

La sua mano sfiora la curva dei miei fianchi, mentre il suo petto si preme contro il mio seno, bloccandomi contro la parete dell'ascensore. Sono serrata tra il suo corpo caldo e il freddo metallo dell'ascensore. Sento che ha poggiato un braccio vicino al mio volto per avere un maggiore controllo della situazione.

Non riesco più a pensare lucidamente. Le mie gambe iniziano a cedere, quando sento le sue mani scendere lentamente lungo la mia schiena. Pone le sue labbra sul mio collo con sensuale delicatezza. Il tocco è inebriante, quasi irreale...

Potrei perdere il controllo, lasciarmi completamente andare al desiderio che mi sta paralizzando le viscere, già solo attraverso gli stimoli che mi sta dando...

Cala improvvisamente le sue labbra voraci sulle mie, come a volermi divorare. Trattengo il respiro e apro leggermente la bocca, per permettere alla sua lingua di scivolare al suo interno.

Per un attimo la ragione e il pudore prendono il controllo. Riesco ad allontanarlo un po' premendo le mani contro il suo petto.

Rimaniamo così per un po', senza fiato. Tento di ignorare i desideri del mio corpo e ritornare in me. Ma, senza dirmi il tempo di pensare, mi afferra per la nuca e mi spinge a baciarlo ancora. Il suo bacio è così passionale da farmi girare la testa. No so neanche più dove mi trovo. Non sono altro che un corpo implorante, bruciante di passione.

(Che mi sta succedendo? Sto davvero per fare ciò che sono sul punto di fare?!)

Il suo abbraccio potente e passionale non lascia dubbio a cosa si arriverà... Gentilmente, diminuisce la passione attorno ai miei polsi. Avvolgo le mani attorno alla sua vita scolpita, poi le faccio scivolare lungo la giacca a slacciare i bottoni. Sento il fruscio del tessuto che colpisce il pavimento.

Mentre gli accarezzo il petto per toglierli la camicia, gli sento trattenere un gemito. A sua volta, mi accarezza la pelle sotto la gonna. Non si sente altro che il rumore di gemiti soffocati e respiri affannosi. La mia coscienza mi dice di fermarmi immediatamente. Non sono quel tipo di ragazza! Ma evidentemente il mio cervello si è guastato assieme all'ascensore.

______

Siete sorpresi di trovare già al secondo capitolo una scena del genere?

Allora vi piace?

Come ho detto prima... continuo solo se il capitolo arriva a 15 stelline e due o tre commenti...!

Buon proseguimento;)

Personal ManagerDove le storie prendono vita. Scoprilo ora