Capitolo 2

87 12 0

Stavo per cadere quando sentii due mani sui miei fianchi che mi tenevano strette per non cadere, alzai lo sguardo e vidi che era il ragazzo con cui mi ero appena scontrata; volevo restare in quella posizione per sempre.

"Tutto bene" mi chiese.

"Si" gli risposi.

Mi tolse le mani dai fianchi e si chinò per raccogliermi la borsa che mi era caduta lo feci anche io per raccogliere dei libri quando i nostri sguardi si intrecciavano. Mamma mia che occhi stupendi aveva sembrava un angelo; poi con quel sorriso da farti sciogliere in pochi secondi. Ci rialzammo e mi diede la borsa.

"Scusa se ti sono venuta addosso ma non stavo guardando" dissi un po' imbarazzata.

"Non fa niente; mi chiamo Niall" disse.

"Io mi chiamo Mia" gli risposi.

"Sei nuova?" mi chiese.

"Si sono appena arrivata" gli risposi.

"Vuoi che ti accompagni in classe?"

"Si grazie"

Ci dirigemmo verso la mia classe e non smettevo di fissarlo. Mamma mia quanto è carino non posso farci niente penso di essermi presa una bella cotta. Ma che cazzo sto dicendo non posso innamorarmi di un ragazzo che conosco appena.

*ADESSO Sì CHE SEI INNAMORATA CARA MIA*

Ecco ci mancava solo una stupida vocina che ti dice cosa devi fare. Ma proprio a me doveva capitare.

*HEY GURDA CHE ANCHE IO PROVO DEI SENTIMENTI*

Ma scusa che devi per forza rompere i coglioni a me oppure anche altre sono costrette a parlare con te.

*HA HA HA CHE DIVERTENTE CHE SEI*

Toglimi una curiosità, ma cavolo ti chiami solo per sapere.

*MI CHIAMO JOSEPH*

Allora caro Jo potresti non rompermi le scatole per sempre per non dirne un'altra.

*MIA CARA MIA PER PRIMO MI CHIAMO JOSEPH E NON JO E PER SECONDO NO NON POSSO SMETTERE DI ROMPERTI LE SCATOLE*

Ammazza che simpatia stavo scherzando e poi ti chiamo Jo e sia chiaro capito.

*VA BENE STAVOLTA TI FACCIO VINCERE*

Sentii qualcuno che mi chioccava le dita in faccia e quel qualcuno era Niall.

*Guarda che siamo arrivati da un bel pezzo" mi disse.

"Scusa è solo che pensavo a un'altra cosa e mi sono distratta" gli risposi.

"Entriamo che è tardi"

*A pranzo*

Era ora di pranzo e andai verso la mensa; stavo cercando Lucy quando vidi Niall salutarmi e decisi di andare verso di lui. Era seduto al tavolo con altri quattro ragazzi.

"Ciao Mia questi sono i miei migliori amici: Liam, Zayn, Louis e Harry"

"Molto piacere io sono Mia" dissi ai ragazzi.

"Mia ti ho cercata dappertutto" riconobbi subito la voce.

Corsi verso di lei e la salutai con un bacio sulla guancia che lei ricambiò.

"Vieni voglio presentarti delle persone" e la trascinai cin me verso il tavolo della mensa.

"Loro sono Liam Zayn Louis Harry ed infine Niall "le dissi indicandoli.

"Io ora devo andare, è stato un vero piacere conoscervi" disse prima di correre via.

"Carina la tua amica" disse Liam all'improvviso.

"Attento a come parli Liam" gli dissi fulminandolo con lo sguardo.

"Adesso devo scappare ci vediamo ragazzi" dissi.

"Aspetta un momento Mia" mi disse Niall alzandosi e venendo verso di me.

"Che c'è"

"Devo darti una cosa" mi rispose.

"E cosa sarebbe?" gli chiesi.

"Questo" mi diede un bacio sulla guancia.

"Adesso devo proprio andare" gli dissi e scappai.

*Dopo scuola*

Ero in camera da sola ad annoiarmi a morte quando sentii bussare alla porta, mi alzai dal letto e anai ad aprire e c'era Niall.

"Ciao che ci fai qui?" gli chiesi perplessa.

"Sono passato per farti una visitina. Posso entrare?"

"Si certo" gli risposi ed entrò.

Ok Mia calmati non ti emozionare e non fare pazzie e respira.

*CARINO IL TUO NIALL*

Sta zitto Jo e non ti immischiare.

*SCUSA*

Ecco adesso fai il bravo e non parlare più.

"Carina come stanza" disse.

Mi buttai a peso morto sul letto e Niall si stese accanto a me.

"Vieni ti porto in un posto" mi disse prendendomi la mano e trascinandomi fuori dalla stanza.

In un batter d'occhio eravamo fuori dalla scuola e Niall mi teneva ancora la mano. Ci dirigemmi verso un parco poco lontano dalla scuola ed era bellissimo c'era anche un piccolo laghetto. Niall mi lasciò la mano per prendermi per i fianchi e mi baciò delicatamente le labbra mentre io intrecciai le mani dietro alla sua nuca e chiusi gli occhi.

NIALL'S POV

Dai che ce la fai mi dissi tra me cercando di farmi coraggio per bussare alla porta dell'alloggio dove stava Mia, no non ce la posso fare.

*MAMMA MIA CHE RAGAZZETTO CHE SEI*

L'ultima cosa che mi serve è una stupida vocina che mi fa da mammina.

*HEY! QUESTA VOCINA HA ANCHE DEI SENTIMENTI E MI HAI PROFONDAMENTE OFFESO*

Si come no. Senti cara vocina io devo fare questa cazzo di cosa quindi o ti fai i cazzi tuoi oppure guarda che succede e su queste cose non scherzo.

*SCUSA HO AFFERRATO IL CONCETTO*

Adesso finalmente hai capito. Torniamo a me su ce la posso fare no non ce la farò mai ok adesso calma e tranquillità fatti un po' di coraggio e va a bussare a quella cavolo di porta.

Finalmente mi decisi a bussare alla porta e mi apparse Mia davanti, strano perché pensavo che ci fosse anche Lucy.

"Ciao che ci fai qui?" mi chiese.

"Sono passato a farti una visitina. Posso entrare?" le dissi tutto d'un fiato.

"Certo" mi rispose e mi lasciò entrare.

"Carina come stanza" le dissi mentre si buttava a peso morto sul letto e decisi di stendermi accanto a lei.

"Vieni ti porto in un posto" le dissi prendendola per mano e trascinandola con me fuori dalla stanza ed in un batter d'occhio eravamo fuori dalla scuola. Le tenevo ancora la mano e decisi di portarla nel mio posto preferito ci arrivammo subito. Non smettevo di fissarla neanche per un secondo era bellissima con i suoi capelli che le incorniciano i capelli. Lo devo fare e subito, le lasciai la mano e la presi per i fianchi e la baciai mentre lei chiuse gli occhi e intrecciò le mani dietro la mia testa.

Ciao a tutte scusate se ci ho messo tanto ma ho avute tante cose da fare. Spero che vi piaccia a tutte.

love_justin00

I'm in love with youLeggi questa storia gratuitamente!