5.

1.5K 68 1

Arrivo a casa in pochi minuti, apro la porta ed esausta mi butto sul letto. Ripenso a tutto quello che é successo questa sera. Per il  nervoso, sul mio viso scende una lacrima, poi due, poi tre, poi non riesco più a contarle. Sono troppe. 

Mi passo le mani fra i capelli e continuo a piangere come una bambina. Non é assolutamente per tristezza, ma io il nervosismo lo sfogo così. Era troppo tempo che non mostravo neanche a me stessa un po' di debolezza. 

Ripercorro mentalmente la mia vita in pochi minuti. Il mio primo ricordo traumatico mi appare nitido davanti. 

Avevo solo 10 anni. Ricordo bene quella sera. Ero a casa mia, con i miei genitori e Benito, mio fratello. Erano circa le dieci di sera, mia madre era in cucina, stava lavando i piatti, mio padre come al solito era sdraiato sul divano, davanti alla tv. Mentre Benito stava giocando con me.

 Mi sembrava strano il fatto che mio fratello passasse del tempo in casa, lui mi adorava, ma era sempre fuori con degli amici, diceva. Io pensavo fosse normale per un ragazzo di 17 anni, ma Benito non era mai in buona compagnia e io l'ho capito solo quella sera, quando la polizia si precipitò dentro casa mia con un mandato di cattura. 

Cercavano mio fratello. Quella sera era rimasto a casa forse per salutarmi un'ultima volta, perché non appena ha sentito la sirena in lontananza, mi ha abbracciata come non aveva mai fatto, mi ha dato un bacio sulla fronte, ed é uscito di casa calandosi giù dalla finestra della sua camera che affacciava su un bosco, dopo di che non abbiamo più avuto sue notizie.

Al pensiero di quella sera, ulteriori lacrime rigano le mie guance e a tradimento viene fuori un altro terribile ricordo, molto più recente dell'altro, é stato appena due anni fa, quando avevo 16 anni.

Mia madre ha portato un ragazzo a casa quel giorno. Doveva avere pochi anni più di me. Era bello, ma non era il mio tipo. Biondo, occhi azzurri, abbastanza esile e molto alto. Il classico principino.

Mia mamma quel giorno me lo presentò come "Samuel, il figlio del conte, il tuo futuro marito". Mi cadde il mondo addosso.

 Un matrimonio combinato non lo volevo. Anche se sapevo bene che eravamo in condizioni economiche critiche, e sposando Samuel ne saremmo usciti, non ne volevo sapere. Scoppiai a piangere, andai in camera mia, preparai una valigia, presi tutti i miei risparmi e passando dalla botola che portava in cantina uscii di casa indisturbata. 

Da quel giorno non sono più tornata a casa, mi sono arrangiata come potevo i primi giorni, poi ho incontrato Luna che mi ha fatta assumere al Dream e diventare la sua coinquilina. 

Questa é stata la mia vita di inferno, e non posso di certo permettere di farmela rovinare ulteriormente da un cafone, stronzo, maleducato. Il nervosismo in me cede il posto alla rabbia. Inizio a tirare pugni contro la porta e piangere ancora di più. Quando all'improvviso entra Luna.

-Ei Cami, che succede? Pensavo fossi al Dream e sono andata a comprare qualcosa da bere.-  mi dice Luna con aria preoccupata, facendomi appoggiare la testa sulla sua spalla.

-Io da domani non ho più un lavoro.- 

-Perché? Ti ha licenziata quella stronza??-

-Non ancora, ma lo farà. Non ho avuto scelta Lu, non posso farmi rovinare la vita un'altra volta!-

-Ci sediamo e mi dici che é successo?- mi dice mostrandomi una birra che probabilmente aveva appena comprato quando é uscita.

Annuisco e afferro la birra.

Ci sediamo sul divano e inizio a raccontarle tutto quello che é successo al Dream.

-Cami sei una donna forte e per la tua età ne hai viste fin troppe, non permettere più a nessuno di rovinarti la vita, lascia che le cose ti scivolino addosso- dice Luna quando ho finito di dirle tutto.

-Farmi scivolare le cose addosso? Non é da me lo sai, ma di certo non gli permetto di rovinarmi la vita. Domani, al costo di cercarlo ovunque, io lo vado ad affrontare e di certo non sarò così carina come stasera, visto che non sarò sul posto di lavoro.-

Maikol, adesso ti faccio vedere io chi é Cami.

------------------------------------------------------------------------------------

Cosa succederà domani da Maikol e Cami?

Scopriremo tutto nel prossimo capitolo di Amore folle.

Vi sta piacendo la storia? Fatemelo sapere nei commenti!

Continuate a leggere la storia!

A prestissimo!

Amore folleLeggi questa storia gratuitamente!