Capitolo 22

26 9 2

*scusate gli errori,buona lettura.♡*

oggi è l'ultimo giorno che passeremo qui a New York,abbiamo deciso di svagarci per un'ultima volta in questo posto bellissimo.

Sono le 22:00 e siamo in discoteca già da un paio di ore,ancora nessuno di noi ha toccato alcool.Stranamente nemmeno Benjamin.

Sto guardando attentamente i movimenti di Federico,mentre cerca di ballare a ritmo di musica..fallendo miseramente,mentre Myrhiam,che è posta avanti a lui lo guarda divertita.
All'improvviso sento una mano poggiarsi sulla mia spalla facendomi sobbalzare,quando mi giro noto che è Ben

"ti ho trovata!" esclama il ragazzo
"ma io in realtà sono sempre stata qua.."dico per poi girarmi verso di lui "..vedo che ancora non hai bevuto,strano no?" gli chiedo
"in realtà stavo trovando qualcuno da sfidare ma niente,tu invece?"
"io cosa?"
"mhh....sono sicura che non riesci a finire tutti quei quattro bicchieri alla vodka!!!" esclama abbastanza deciso indicando dei bicchierini sul bancone.

Allora mi alzo di colpo e dopo cinque minuti mi rendo conto di aver buttato uno dopo l'altro quei bicchieri con del liquido arancione chiaro.

Mio fratello e la mia migliore amica che stavano ballando si rendono conto della situazione e si avvicinano.

"NO,CAZZO BENJAMIN NON DOVEVI SFIDARLA.." urla il biondino "NON SAI CHE EFFETTI FA L'ALCOOL SU DI LEI"

Riesco a capire solo questo,per poi scoppiare a piangere.
Purtroppo questa sostanza su di me fa l'effetto contrario,è un mio difetto.Ogni volta che mando giù un bicchiere in più tutti i ricordi riaffiorano nella mente,proprio per questo avevo deciso di stare ferma questa sera.

Diciamo che mostra la mia parte debole,quella che più o meno ero riuscita a mandare via.

mattina segutente
sono le 10:00 e mi sono svegliata con un atroce mal di testa,faccio per alzarmi quando vedo sul comodino al mio fianco vedo un bicchiere con una compressa,suppongo ci sia dentro e un bigliettino

"scusami Lu,non volevo sfidarti.Ho detto a Fede e a Myr di non svegliarti siccome il viaggio è questo pomeriggio.
Prendi questa medicina ti farà passare il mal di testa,vestiti e scendi giù per fare colazione.
           
                   -Benjamin"

Sorrido involontariamente,si è preoccupato per me.Mi fa piacere vedere Ben che si preoccupa per me,anche se un pò mi fa male..ripensando a quando in spiaggia mi ha presentato Giulia dicendo "un'amica"
quella parola mi ha ferito,anche tanto,purtroppo quella parte di me che crolla facilmente è rimasta,ma lo do meno a vedere.

Prendo il contenuto che c'è all'interno del bicchiere e dopo qualche minuto il mal di testa dimiuscie allora decido di fare una doccia siccome ieri mi sono addormentata in taxi e mio fratello mi ha presa in braccio,secondo me,pensandoci sarà stato il moro a dirglielo.

Fatta la doccia,mi vesto e mi dirigo nel piccolo ristorante dell'hotel.
Dopo aver disperso lo sguardo tra le persone noto la mia migliore amica attenta sul suo cornetto alla nutella,mi avvicino a loro

"buongiorno" sussurro senza un motivo preciso
"buongiorno" ricambiamo gli altri tre con un dolce sorriso
"hai preso la medicina?" mi chiede Benjamin
annuisco,avendo lo sguardo concentrato sul cornetto ricoperto di zucchero a velo,pioggiato in un piatto ad un posto vuoto.

"si è tuo,mangialo invece di guardarlo" dice divertito quel ciuffone di mio fratello.
Non me lo lascio ripetere due volte che corro a sedermi per poi addentare il mio dolce cornetto alla nutella.

Che sia chiaro,preferisco la pizza che fanno a Napoli.
Non vedo l'ora di mangiarla in una delle pizzerie sul bellissimo lungo di Mergellina.

a Napoli
siamo appena atterrati a Napoli,ho dormito per tutto il viaggio con le cuffie nelle orecchie e la mia testa poggiata sulla spalla della mia compagna di avventure.

Dopo aver preso le valigie andiamo a casa mia e di Myr.
I ragazzi resteranno qua per qualche giorno,poi andranno via perché dovranno cominciare con il tour estivo.

E sia io che la mia amica lunedì ricominceremo a lavorare.
Sia io che lei abbiamo deciso di lavorare,dividendoci l'affitto e tutte le altre cose,tipo la luce,il gas e cose del genere.

"ragaaaaa,domani vi va di andare al mare??" piomba all'improvviso il ragazzo con il piercing
"siiii,tanto ci siamo andati anche a Maggio..a mare qui Napoli ci si può andare anche a dicembre" dice scherzando Fè

Si,siamo andati al mare a Maggio;qui a Napoli ce sempre un sole bellissimo che anche durante dicembre ti fa venire voglia di tuffarsi.

N.A
okay,sono le 01:53 e ho 21% di batteria bello vero?
scusatemi se ho aggiornato solo ora ma sono stata abbastanza impegnata.
Domani aggiornerò di nuovo la storia.

Buonanotte.❤

                           

Carpe Diem. ||Benjamin Mascolo||Leggi questa storia gratuitamente!