"La figlia di Bellatrix" di HeroHollis

169 5 1

Titolo: La figlia di Bellatrix

Oops! Questa immagine non segue le nostre linee guida sui contenuti. Per continuare la pubblicazione, provare a rimuoverlo o caricare un altro.

Titolo: La figlia di Bellatrix

Genere: Fanfiction

Autore: @HeroHollis

Tag: #amore #bellatrix #fantasia #links #magia #weasley #wiaitalia #writteninaction

Recensore: Tomlianne

Trama:

La pace ha un sapore dolce, al quale ci si abitua facilmente. È un balsamo potente, che aiuta anche le ferite più profonde a cicatrizzarsi. Ed è tanto più potente quanto più cruenta e devastante è stata la guerra che lo ha preceduto.

Lord Voldemort è caduto, sconfitto nell'epica Battaglia di Hogwarts grazie al coraggio di Harry Potter e dei suoi amici. La Comunità dei Maghi ha così potuto tirare un sospiro di sollievo e riprendere con la solita vita, riabituandosi pian piano a non avere più paura e lasciando che il tempo scorra e renda meno cocente il dolore per tutte le perdite subìte. Ma, come nel silenzio profondo anche il più piccolo fruscìo sembra un tuono, così quando regna la calma da tanto tempo ogni movimento anomalo di magia provoca echi insospettati, altrimenti inudibili.

Anni dopo l'Ultima Battaglia, nei recessi più profondi della Foresta Proibita, una notte tutte le Creature Magiche che lì dimorano si risvegliano, disturbate da un'onda magica che, come uno tsunami, ha attraversato inaspettatamente gli alberi lasciando dietro di sé preoccupazione e domande senza risposta. Il Centauro Cassandro decide di non lasciare inascoltata questa strana onda che li ha travolti e va dall'unico essere che, forse, ha capito cos'è successo: Grogafix, l'enorme Acromantula figlia di Aragog.

"Due fatti gravi sono accaduti. Il più antico dei Ciondoli Folletti è stato portato via. Ora qualcuno è riuscito a evocare la Magia di Controllo. Centauro, esisteva solo un mago in grado di fare ciò, e tu aiutasti gli umani a sconfiggerlo. Avvisali. Qualcuno con poteri analoghi ai suoi si sta muovendo nell'ombra e fra poco colpirà."

Udite queste terribili parole, Cassandro galoppa via per comunicare ad Hagrid di Hogwarts quanto ha appreso e per andare a parlare con gli altri Centauri per decidere il da farsi.

Ancora una volta, forse, anche le Creature Magiche saranno chiamate in causa.

Recensione:

- Trama:

La trama è sempre coerente e chiaramente esposta, impresa non facile, dal momento che l'autrice ha scelto di raccontare scegliendo di volta in volta il punto di vista di personaggi diversi. Il senso di mistero che aleggia sulla storia spinge il lettore a divorarla, lo cattura senza lasciargli scampo.

- Ambientazione:

Hogwarts è affascinante come sempre. Rivediamo il castello descrittoci da zia Row un tot di anni dopo, ma è come se il tempo non fosse passato e fosse ancora tutto come prima: ritroviamo alcuni personaggi, ma soprattutto situazioni e adagio, piccoli leitmotiv che ci fanno tornare a casa, nonostante ovviamente i tempi siano cambiati.

- Caratterizzazione dei personaggi:

L'autrice ha un'empatia particolare con i suoi personaggi, di cui percepiamo chiaramente le caratteristiche fin da subito. Alcuni li conoscevamo già dai libri della Rowling, ma sono maturati e cambiati, e a loro si uniscono altri personaggi dai toni cupi e molto affascinanti. Una menzione particolare va al personaggio di George, che non è più il George dei Tiri Vispi, ma la cui evoluzione viene spiegata con rara profondità.

- Temi:

Nonostante sia un fantasy (o forse proprio perché è un fantasy) in questa storia trovano spazio temi di riflessione quanto mai attuali, sviluppati in modo delicato e che seguono e determinano l'intreccio: si accenna al bullismo, ma si parla molto soprattutto del dualismo fra vendetta e perdono, della scoperta di sé e del coraggio di fare le proprie scelte.

- Stile:

Lo stile dell'autrice è semplice da capire, immediato, ma non basso o scontato. Riesce ad essere efficace senza essere arzigogolato. È ancora immaturo per gli standard di Hero, soprattutto guardando come scrive adesso, ma è comunque molto potente e coinvolgente.

A chi consiglio questa storia:

Consiglio vivamente questa storia a tutti quelli a cui Harry Potter è piaciuto tanto, perché si sentiranno a casa, a quelli che stanno pensando se dargli una seconda possibilità, perché probabilmente finiranno con l'amare Ellemir e per estensione anche la saga, a quelli a cui piacciono le storie romantiche, perché si apre la strada a ship nuove e insospettabili, e a quelli che pensano che Harry Potter sia solo una cavolata. Leggete e stupitevi.

Progetto recensioni AmbassadorsITADove le storie prendono vita. Scoprilo ora