CAPITOLO 3

29K 1.5K 94

Harry mi aveva portato nel posto della mia infanzia

"H-Harry... Qui ?!"

"Si questo è il parco dove giocavamo spesso"

Era come tanti anni fa un vecchi parco con giostre per bambini e panchine dove i genitori potevano vedere i figli giocare o dove gli anziani si mettono a guardare la distesa D'erba che c'era fra di loro

"Perché mi hai portata qui?!"

"Perché volevo..."- disse imbarazzato

Sorrisi e lo abbracciai.. Dopo gli diedi una botta sulla schiena forte

"Ma che ?!"-disse sorpreso

"Prendimi !!"

Iniziai a correre fra gli alberi e Harry mi seguì a ruota era veloce ma io non sono da meno. Harry stava dietro di me ma prima che potesse fare qualcosa inciampai e caddi a terra e lui insieme a me. Avevo sbattuto forte la testa e mi girava. Quando aprii gli occhi vidi Harry distante da me di un centimetro se no meno che mi guardava negli occhi. Mi guardava strano era concentrato su di me e i suoi occhi risplendevano più che mai. Il mio cuore iniziò a battere forte non so nemmeno perché nessuno mi aveva mai guardato come faceva lui...mi sentivo a disagio troppo a disagio

"Harry..."

"Si scusa ora mi alzo"

Si alzò e mi aiutò anche a me ad alzarmi

"Ahia"- disse Harry toccando si il braccio

"Ti sei fatto male ?!"

"Andiamocene"- disse freddo

Era ritornato il vecchio Harry quello che odiavo indifferente e freddo nei miei confronti. Ma che cosa gli avevo fatto .... O detto ...

Entrati in macchina mi misi davanti come sempre e partì. Non fece la stessa strada.

"Che stiamo facendo ?"

"Una scorciatoia"

Mi sentivo a disagio più di prima ma non per colpa di Harry. Non mi sentivo bene... Mi sentivo vomitare...mi girava la testa. Harry fece la curva, alzai gli occhi e vidi la strada sentii all'improvviso un colpo al cuore

"FERMATI!!!"- urlai a Harry

Si fermo di colpo, mi tenevo la testa fra le mani

"Che succede adesso ?!"- si girò verso di me

Non risposi tremavo avevo paura non so perché ma avevo paura... Tanta paura...

POVS HARRY

Mi fermai perché sentii Michelle gridare mi girai verso di lei tremava aveva la testa piegata e le mani sulla testa. Che cosa aveva ?!

"Michelle ?"

Non rispondeva tremava... Aveva paura di me ?! no non credo ... Ma di chi o da che cosa ?!

"Michelle che hai ?"

Non rispondeva sentii dei singhiozzi provenire da dietro, mi girai e non vidi nessuno. Michelle non tremava più dormiva o era svenuta non saprei dire la presi e la misi dietro lentamente per non svegliarla. Continuai la strada e arrivati a casa la presi in braccio e la portai in camera sua. Me ne stavo andando ma mi sentii tirare la camicia mi girai e vidi la mano di Michelle

"Non andartene...per favore ... "

Feci come mi aveva detto e si riaddormentò. Mi stesi vicino a lei e suonò il suo cellulare.. Stava nella tassa del jeans stretto... Era veramente sexy con quel jeans ... Ma che cazzo dico lei è mia sorella !!
Risposi al cellulare era Maxina

"Pronto ?!"

"Troia dove stai ti sto aspettando a casa mia da un'ora !!!"- urlo

"Ehm.. Maxina sono Harry vedi che Michelle non si sente molto bene puoi venire tu qui per farla compagnia io devo fare un servizio e non c'è nessuno a casa perciò..."

"Harry ?! scusa per averti urlano arrivo tra 10 minuti.."

"Grazie"
Attaccai e quando dopo 10 minuti sentii la porta mi alzai era Maxina

"C'è cosa è successo" chiese

"Non lo so... Scusa devo andare"

Uscii dalla porta

"Harry ma dove vai ?!"

Il più lontano possibile da lei... Risposi mentalmente

Innamorata di mio fratelloLeggi questa storia gratuitamente!