Capter 6

313 10 0

Quella foto risale al 5 agosto di due anni fa.

Lo so perché c'era anche la data nella foto. quest'ultima raffigurava una festa per bambini, c'era un tavolo addobbato in primo piano con una torta con scritto happy b-day Georgia, una bambina sorridente con le mani aperte che abbracciava dal collo due ragazzi, uno era Harry e l'altro un signore più grande che l'assomigliava molto, deve essere sicuramente suo padre e poi accanto a lui c'era una signora con gli occhi identici ad Harry, c'erano tanti palloncini e i bambini dietro che si rincorrevano. Harry era più piccolo, aveva 18 anni visto che ora ne ha 20 (anche se è nella mia scuola è stato bocciato più volte) indossava dei jeans azzurri e non neri e una maglietta bianca e non nera e in poi aveva un bellissimo sorriso, anche suo padre e sua madre e la bambina era bellissima, biondina come il padre, occhi come quelli di Harry e la madre, una famiglia perfetta. Ma Harry adesso non è come un quella foto, ed è anche per questo che non lo denuncerò, voglio sapere di più.

Controllo il mio cellulare,sono le 3:30 di notte quando sono uscita da casa di Harry e non posso credere di essere stata solo tre ore a casa sua, a me sembravano giorni. I lampioni mi permettono di vedere dove mi trovo, mi aspettavo di essere nel deserto totale e invece sono solo nella strada parallela alla mia, lo capisco perché quando alzo gli occhi per vedere la casa è nera proprio come quella della strada dopo la mia, è l'unica casa nera di londra e mi sa anche del mondo. Dopo cinque minuti arrivo a casa e vado nel mio letto senza cambiarmi, che giornata! sembra di vivere in un incubo, chiudo gli occhi pensando ad Harry e di come ha preso la mia verginità, ma era così bello con il suo fisico e i suoi tatuaggi, e poi ha quel peacing sul sopracciglio che mi fa impazzire... ma che dici Charlotte! ti ha violentata e pensi a questo!

HARRY'S POV

La notte non ho chiuso occhio, passai tutta la notte a fare incubi ! quel maledetto giorno! in più pensai a Charlotte e che forse avevo bisogno di lei e che dovrei incominciare ad amare qualcuno, forse provo qualcosa per lei.. ma che sto dicendo! tutti meritano di soffrire, ma ho deciso di non uccidere più, perché se uccido dopo le persone non soffrono, muoiono è basta, farò del male morale non fisico. Ma mi concentrerò solo su Charlotte ma non so se ci riuscirò, quegli occhi mi stregano.

CHARLOTTE'S POV

"No Harry, non farmi del male ti prego" dico con le lacrime agli occhi. "Se non l'avessi ancora capito io ti ammazzo cazzo!" disse sbattendo la lampada della sua camera a terra.

Mi aprii gli occhi e avevo un respiro così pesante come se fossi stata a correre, meno male era solo un brutto incubo, controllai il cellulare ed erano le 5 di notte. Per fortuna posso ancora dormire.

La mattina mi svegliai con un forte dolore in mezzo alle gambe, non avevo voglia di andare a scuola ma avrei perso un'altra lezione, così e trai in seconda ora concedendomi un'altra ora di sonno. Appena suonò la campanella scordi Ally tra la folla e così la raggiunsi .

"Credevo ti fosse successo qualcosa ieri" mi disse Ally preoccupata " ti ho chiamato per sapere se eri arrivata a casa ma non rispondevi" continuò, "no tranquilla è tutto apposto non è successo niente" la rassicurai cercando di essere più convincente possibile.. io sono molta brava a dire bugie ma con Ally non ci riuscivo proprio.

Ci avviammo per le classi ma sfortunatamente avevamo due lezioni diverse.. speravo solo di non essere nella stessa lezione di Harry, ma appena entrai in classe di lui non c'era neanche l'ombra. La mattinata paso in fretta e di Harry neanche l'ombra. Ho il desiderio di andare a casa sua ma sicuramente non è una buona idea, ma il miei piedi camminarono soli e mi ritrovai a casa di Harry.

#SPAZIO AUTRICE#

Ciao ragazze ecco il capitolo.

Scusate per il ritardo e chiedo scusa per gli errori che ci possono essere nel testo..

Buonanotte ❤️

My killerLeggi questa storia gratuitamente!