6 capitolo

83 5 3

Era giá mattina mi svegliai con un odore di caffé molto forte mi alzai e scesi al piano di sotto c'era Richard che appena mi viste mi venne in contro e disse " buongiorno ti ho preparato del.caffè sempre se ne bevi " io rimasi in silenzio e infine dissi" voglio solo essere portata a casa tu non capisci vero !!mi manca la mia fimiglia ed il mio ragazzo ti prego" lui mi guardó e poi disse"no sei tu che non capisci io non sono pazzo l'ho fatto solo perchè ti amo !!" a quelle parole rimasi sbalordita e lui disse " non voglio farti dep male ero io la persona che ti ha chiamato dopo la morte di tuo nonno non avevo il coraggio di dirti chi ero perche ti amo e non voglio perderti " subito scoppiai a piangere e mi chiusi nella mia stanza.Senza neanche accorgermene si fece sera ed ad un tratto apri la porta e dissi "io mi dovrei lavate se permetti oppure resto cosí !!" Richard si avvicino e disse "io non ho deegli abiti adatti a te se vuoi ho quelli di mia madre te li prendo aspetta " andó nell'altra stanza e portó una felpa e un paio di jeans " ok va bene vado " entrai nel bagno e mi feci una lunga doccia,quando uscii erano le 9 e non avevo toccato cibo ad un tratto bussó alla porta Richard lo feci entrare e mi portó una pizza ,io la mangiai e ad un tratto mi disse"sei bellissima Stella voglio fare l'amore con te!!" io sputai la pizza mi sentivo male e disse"tu sei pazzo " poi lui mi gardó mi prese il volto e cominció a baciarmi mi stragliai sul letto e mi cominció ad alzare la felpa si tolse la maglietta era bellissimo mi sentivo una stronza avevo tradito il mio ragazzo e stavo facendo l'amore a soli 11 anni era bellissimo.Mi risvegliai la mattina insieme a Richard era strano svegliarmi insieme ad un ragazzo ero stragliata sul suo petto lui con la mano dietro la testa esclamó" buongiorno finalmente ti sei svegliata!" io lo guardai e dissi " mi sento una stronza peró e stato bellissimo " lui mi fisso e disse " non ho mai provato quello che provo con te con altre ragazze "io mi stavo alzando ma lui mi tiró dal braccio e mi disse "allora sei la mia ragazza?" io lo fissai e poi risposi "si Richard io ti ami adesso peró riportami a casa ti prego diró a Leo che lo lascio ti prego " lui annui e disse "non mi denuncerai vero e stata una cosa sciocca ma io ti amo" io feci un sorriso e dissi "certo che noi ma dovrai vedertela con i miei genitori " lui sorrise e disse"sopporteró pazienza" si vesti e mi riportó a casa io suonai a la porta aprirono i miei genitori che piangevano "non puó essere Stella " in quel momento piansero di gioia mi abbracciarono e dissero "chi e questo ?" ed io imbarazzata risposi "il ragazzo che mi ha rapito ma vi prego lui mi ama e anche io non voleva farmi del male perfavore non lo denunciate " subito i miei genitori annuirono ma adesso dovevo dirgli che avevo fatto l'amore con l'ui e dovevo anche dirlo a Leo che avrei fatto ora ero confusa ma anche felice di essere tornata a casa !

ciao spero che vi piaccia commentate ;-);-);-)

la mia innocenzaLeggi questa storia gratuitamente!