Quarantaquattro

1K 84 6

Sebbene non fosse la benvenuta, Ivy si è presentata alla festa. I suoi capelli sono perfettamente pettinati, non c'è un ciuffo fuori posto. Il trucco è curato e preciso, forse troppo per i miei gusti, mentre il suo vestito lascia poco a considerare. La scollatura è troppo ampia e la gonna troppo corta, appariscente e leggera.
Cammina lungo il bordo della piscina con eleganza, quasi volesse fare colpo su qualcuno. Molto probabilmente si dà tante arie per Shawn, che rimane seduto accanto a me e tiene la mia mano stretta nella sua. La stringe più forte non appena vede Ivy, quasi a dire "stai tranquilla, non ti succederà nulla."
«Ma guarda chi abbiamo qui! Nessuno ti ha invitato, torna a casa brutta troia!» esclama Beth, mentre tutti si voltano per guardarla. Non abbasso lo sguardo, non sono affatto imbarazzata. Ivy merita quelle parole più di chiunque altro e urlare rende il tutto più vivace e divertente.
«Shawn dille qualcosa!» sbotta Ivy, battendo i piedi a terra. Lui non osa dire una parola, al contrario io mi alzo e raggiungo la sua altezza. È poco più alta di me perché indossa delle scarpe con un tacco chilometrico, ma i nostri occhi si incontrano comunque.
«Tu volevi rovinarmi la vita, non è vero? Sono spiacente di dirti che non ci sei riuscita. Hai fallito e non ti resta che tornare a casa.» dico di getto, alzando la voce in modo che tutti possano sentirmi.
«Non meriti un ragazzo dolce e premuroso come Shawn. Lui è troppo per te e lo è anche per me.» ammetto, posando lo sguardo su di lui. «Ma lo amo e non importa quanto possiamo essere diversi, quanti problemi incontreremo, quanti sbagli commetteremo. Sono innamorata di lui e nulla mi impedirà di stargli vicino e lasciarmi amare come solo lui sa fare.»
Non distolgo lo sguardo da Shawn, dal mio Shawn, che mi mostra un sorriso enorme e si avvicina sempre di più a me, prendendo la mia mano e incrociando le sua dita alle mie. Si volta verso Ivy e la sua espressione cambia. Da gioiosa diventa seria e cupa.
«Ora vattene, non sei la benvenuta.» si limita a dire, volgendole poi le spalle per guardarmi negli occhi. Sono felice e nessuno riuscirà a togliermi questo grande sorriso questa sera. Ho aperto completamente il mio cuore davanti a Shawn e gli ho mostrato i miei sentimenti ancora. Ho pensato ogni cosa e sono fiera di essere riuscita a trasmettere il mio prezioso messaggio a Shawn.
«La pagherai cara. Mi vendicherò di entrambi!» urla Ivy, girando i tacchi e sparendo completamente dalla mia vista. È fuggita e spero non torni più, non intendo rivederla. Ha sconvolto la mia vita proprio nel momento in cui stava andando per il verso giusto e non esiste ragione di perdonarla.
«Era la verità?» chiede in un sussurro Shawn, appoggiando la fronte alla mia. Gli rivolgo un sorriso vero e poso le labbra sulle sue, scatenando applausi e fischi da parte degli invitati. Sorrido e mi allontano leggermente da Shawn, mentre i nostri nasi si scontrano.
«Potrei aggiungere altro.» mormoro, continuando a sorridere.
«Ne parliamo dopo.» dice, prendendo la mia mano e trascinandomi verso l'interno della casa. Al centro del soggiorno un mucchio di persone si stanno scatenando al ritmo di una canzone a me sconosciuta e molti dei ragazzi non indossano una maglietta. I loro corpi sono scolpiti e la pelle leggermente sudata, ma la mia attenzione viene attirata dal ragazzo accanto a me, che sfila la sua camicia e rimane a petto nudo. Mi lancia la maglietta ed io la tengo con me, mentre accetto la sua richiesta di ballare. Il suo corpo perfetto e le sue braccia muscolose mi fanno pensare a qualcosa che non dovrebbe essere nella mia testa.  Shawn si muove bene al ritmo della musica e non sbaglia un passo, invece io sono impacciata e maldestra. Il massimo che riesco a fare è muovere le gambe e le braccia. Lui afferra le mie mani e mi avvicina a sé, facendo scontrare i nostri corpi.
«Sei tutto sudato.» ridacchio, per poi portare una mano sulla sua spalla.
«Non toccarmi allora.» borbotta, accennando subito dopo un sorriso malizioso.
«Non posso.» sussurro. Mi avvicino di più alle sue labbra, così calde e morbide, mentre i nostri respiri si uniscono e ciò che ci circonda sembra svanire. Shawn si blocca, così come il resto del mondo, che cade in un piacevole silenzio. I corpi si muovono intorno a noi, ma io non percepisco nulla. Sento soltanto il tocco della sua mano sulla mia guancia e le dita che scorrono sulla mia schiena, lungo la colonna vertebrale, sulle spalle, sul collo. Sono attraversata da brividi e scariche elettriche che solo Shawn sa procurarmi. Sto bene adesso e lui sembra notarlo. Sorride e si avvicina sempre di più. Finalmente le nostre labbra si scontrano e la mia pelle diventa fuoco. Sono pervasa da un senso di assoluto piacere e desiderio.
Shawn copre le mie guance con le sue grandi mani e accarezza la mia pelle con i pollici, mentre io stringo le braccia attorno al suo collo.
Non lo voglio più lasciare e non permetterò a niente e nessuno di separarci e rovinare il bellissimo rapporto che abbiamo. Siamo sempre noi due, contro il mondo intero.
Il nostro bacio sembra durare minuti interi, minuti che vorrei non finissero mai.  Mi perdo sulle sue labbra, che dolcemente si posano sulle mie e si uniscono in un legame caldo e indimenticabile.
Sto molto bene adesso, come mai prima e devo tutto a lui. A Shawn.
Controllo l'orologio appeso al muro.
23:59.
All'improvviso alzo la testa e mostro il mio sorriso più bello al ragazzo che lo provoca. Lo guardo negli occhi e lui ricambia, osservandomi più intensamente.
Quando la lancetta si sposta sul 12, esplodo in un urlo di gioia assieme al resto dei ragazzi e salto letteralmente addosso a Shawn, che mi afferra e mi stringe. Le mie gambe sono attorno al suo corpo, mentre lo riempio di baci ovunque.
«Tanti auguri, amore mio.» sussurro nel suo orecchio. Lo bacio ancora e ancora, dimenticandomi della presenza di tutti quei ragazzi accorsi per augurare un buon compleanno a Shawn.
«Ti amo.» mormora, sorridendo.
Non sono mai stata più felice in vita mia e devo tutto a lui, che ogni giorno risplende le mie giornate con il suo sorriso incredibile. Nonostante il periodo di rottura, stiamo tornando sulla buona strada. Non importano il passato, i problemi, il futuro.
Ciò che conta è il presente e so che tutto sarà perfetto finché Shawn sarà con me.

A/N
Ciao a tutti! Questo è il nuovo capitolo e e spero davvero vi piaccia❤
Scusate eventuali errori, grazie ancora di tuttooo❤😘


Ti Scatterò Una Foto | Shawn MendesLeggi questa storia gratuitamente!