Capitolo 33

887 122 38
                                    

"Oddio, un miraggio"
"Chanyeol non fare il coglione"
"Sei davvero tu?"
"No. Sono quella troia del tuo fidanzato" sbuffò Luhan, gettando malamente il suo zaino sul banco.

Quel giorno aveva deciso di andare a scuola. In qualche modo doveva distrarsi e la scuola era l'unico modo, oltre al fatto che non poteva permettersi altre assenze.

"Guarda che Baekhyun fa la troia solo con me" puntualizzò il gigante, incrociando le braccia la petto.
"Convinto tu.." sussurrò il grande, appoggiandosi allo schienale della sedia.

Ci furono degli attimi di silenzio, prima che Chanyeol si mise a fissare Luhan.
Il grande sentiva gli occhi del più piccolo studiarlo, così si girò incrociando i loro sguardi.

"Perché mi fissi?" Chiese arrossendo.

Chanyeol non rispose, continuando a fare ciò che stava facendo. Se c'era una cosa che a Luhan dava fastidio, era proprio quella di essere fissato, lo faceva sentire a disaggio, nervoso.

"Tutto bene?" Chiese d'un tratto il più alto, facendo boccheggiare l'altro.
"Si." Rispose secco, cominciando a giocare con i pollici, per non guardare il minore negli occhi.
"Luhan sei mancato da una fottuta settimana, non rispondi ai miei messaggi ne tanto meno alle mie chiamate. Ho dovuto inventare la storiella della morte di tua nonna per riuscire a dare un motivo della tua assenza ai professori. Ho fatto dal stalker a Chen per farmi dare notizie da te! E ora tu mi dici che stai bene, pensi che io sia stupido? Luhan mi sono preoccupato a morte! A proposito non farti vedere da Baekhyun, perché per colpa tua non gli ho fatto raggiungere l'apice del piace-"
"Ok, ok, ho capito! Mi dispiace Chan.. solo che quest'ultima settimana è stata.. una merda totale" esclamò Luhan, sperando che il gigante non volesse sapere i dettagli.
Si fidava di lui, ma in quel momento non voleva parlarne, era troppo presto.
"Se vuoi parlarne.."
"Non me la sento.."
"Va bene, Luhan. Appena ti sentirai pronto me lo dirai" sorrise Chanyeol, dando un leggero pugno sulla spalla del grande.
Luhan si lasciò contagiare dal sorriso del gigante, riuscendo finalmente ad alzare lo sguardo.

La campanella suonò, facendo rientrare gli studenti e l'insegnanti nelle proprio classi.

La prof appena vide Luhan fece un sorrisino compiaciuto, dandogli il ben tornato.

La lezione iniziò.
Luhan ogni tanto si distraeva, ma riusciva in ogni modo a recuperare il filo del discorso.
Doveva riuscire a non pensare a quella chioma bionda che tanto desidera avere accanto.

"Luhan.." chiamò Chanyeol.
"Mh?"
"Mi presti il telefono? Devo inviare un messaggio a Baek!"
"Non puoi usare il tuo?" Sussurrò il grande, attento a non farsi sentire dall'insegnante
"Non ho credito.. Ti pregoo~"
"Aish.. va bene"

Luhan diede il telefono al più piccolo, che esultò dalla gioia.

"Come mai hai il numero di Baekhyun?" Chiese Chanyeol, stranito nel trovare il contatto del fidanzato sul cellulare del basso.
"Te l'ho detto Chanyeol, è una Troia"

Chanyeol si accigliò, cominciando a digitare.

"Non è una troia! È solo molto aperto nella nostra relazione-"
"L'unica cosa di aperto in lui sono le sue gambe"
"Yah- OHMIODIO"
"Cosa?" Luhan si girò verso Chanyeol, che incominciò a sudare freddo.
"Cosa hai fatto?"
"Ho sbagliato contatto.."
"Eh?! A chi hai massaggiato?!" Chiese allarmato il basso.
"Ad un certo Hun.."
Luhan sentì una strana sensazione allo stomaco nel udire il nome del biondo uscire dalle labbra del gigante.
"Luhan mi dispiace! Non so come abbia fatto, Ho fatto un guaio sono un cazzone! Scusa scusa-"
"Tranquillo Chanyeol.. quel contatto mi ha bloccato, non riceverà il tuo messaggio" spiegò Luhan, ritornando a guardare l'insegnante.
Chanyeol fece una smorfia, che poi si trasformò in espressione confusa.
"Ma Luhan qui dice che il messaggio è stato mandato!"

Il basso sgranò gli occhi, strappando dalle mani del minore il telefono.

Non può essere.

Luhan:
OGGI SI SCOPAA
9:03 AM

Sto capitolo fa perfettamente schifo.

The Girl. Dove le storie prendono vita. Scoprilo ora