~ D-Date ~

108 6 0
                                                  

In una giornata tipo, non succede nulla di interessante. per Harper, la sua giornata iniziava sempre con una sveglia che suonava troppo presto. Lei gemette e schiacciò la sua mano sul pulsante della sveglia.

Proprio allora, il suo telefono squillò e iniziò a suonare la suoneria di Ellie - American Girl, di Bonnie McKee. Era la canzone preferita di Ellie. Harper si sollevò sui gomiti per vedere al di là del cuscino e prendere il suo telefono dal comodino. Rispose "Pronto?"

"Perchè non sei già sveglia?"

Harper sospirò. "Bhè, buon giorno anche a te El" disse, scivolando fuori dal suo letto.                      
Come il suo piede toccò il tappeto, iniziò a muoversi. Prese i vestiti e si vestì, sistemò il suo trucco e preparò la colazione. "Sai cosa indosserai?" chiese Ellie.

"Um... le mie solite cose?" disse Harper, senza sapere che cosa intendesse Ellie.

"Capris* e magliette non sono sufficientemente adeguati" Harper sentì strisciare all'altro capo del telefono e colse l'occasione per guardarsi allo specchio. Sospirò con disappunto al suo aspetto.

"Cosa intendi dire con sufficientemente adeguati?" chiese Harper, girando un pancake. "E' tutto ciò che ho!" Mentre Elly rispondeva, qualcuno suonò alla porta dell'appartamento di Harper. "Esattamente" disse Ellie. Harper andò davanti alla porta di casa e la aprì.

Ellie era in piedi fuori dalla porta di Harper, con in mano un borsone e il cellulare all'orecchio.     Lei sorrise "Ed è per questo che sono qui". Harper sorrise e scosse la testa, si spostò dalla porta e Ellie entrò. "Yum, sento odore di pancake" disse Ellie. Harper rise.

"Sei abbastanza magra da poter indossare questi" disse Ellie, mettendo una camicia sul letto di Harper. Ellie aveva speso un paio di pantaloncini di jeans con una cintura bianca - completa di borchie - e una canotta nera di un materiale sottile.

"Lavori in un negozio di surf e di solito indossi un bikini sotto i vestiti. In questo modo questo ti staranno meglio". Harper esaminò i vestiti, borbottando mentre pensava. Ellie alzò gli occhi al cielo impaziente "Oh santo cielo, provali e basta," disse dando i vestiti ad Harper.

Harper prese i vestiti e si diresse verso il bagno. "Okay, d'accordo!" disse Harper, colpendo Ellie che la spingeva nel bagno. Harper chiuse a chiave la porta e si svestì. Si mise il bikini poi la canotta e i pantaloncini.

Si sistemò i capelli in un'allentata coda di cavallo che accentuava i suoi occhi e i suoi zigomi. Mise un trucco leggero – come faceva di solito – e uscì dal bagno. Ellie rimase a bocca aperta. "Perfetto!" Strillò lei.

"Davvero? È solo un..."

"È perfetto! Non rovinarlo," disse Ellie, facendo alzare gli occhi al cielo ad Harper.

Dopo una breve corsa, Steve si fece immediatamente una doccia. Per nessuna ragione sarebbe andato a pranzo con una bella ragazza puzzando. Dopo la doccia si vestì con i suoi soliti pantaloni color cachi e una maglietta blu mare.

Impiegò un po' più di tempo per sistemarsi i capelli e si assicurò di essersi lavato bene i denti. Per qualcosa che non sapeva spiegare, voleva impressionare la ragazza. La ragazza su cui non sapeva niente. Tutto quello che sapeva era che sapeva surface, era simpatica e carina.

Questo era tutto. Pensava che fosse il motivo dell'appuntamento: conoscerla.

Improvvisamente Danny apparve dietro di lui nello specchio, facendolo sobbalzare. "Come sei entrato?" Chiese Steve.

A Different Breed [italian translation]Dove le storie prendono vita. Scoprilo ora