cap.1

5K 128 1

(sopra👆👆come é vestita Jessie)
P.o.v Jessie

Sono sorpresa di trovarmi il medico che mi ha fatto partorire.

Ma cosa importante! Come fa a sapere dove abito?

"Emm..Ciao"gli dico nn sapendo cosa dire.

Lui mi sorride" ciao, volevo sapere come sta andando con la bimba"

La sola cosa che penso é " poteva scegliere una scusa più convincente"

Sto per rispondergli, ma: " sta bene, adesso te ne puoi andare" dice una voce roca dietro di lui. Questa voce la riconosco fin troppo bene, nn potrei nn conoscerla, anche se vorrei dimenticarla. Ormai mi é entrata dentro.

Sentendolo mi si accampona la pelle.
Il mio cuore si ferma.

Nn faccio fatica a vederlo visto che ha due metri di altezza.

La bimba che fino a quel momento é stata appoggiata a me, dormiente, incomincia a piangere e spingere le sue braccia paffute verso il padre. Nn sa neanche chi é e lo riconosce.

Carl si gira verso di lui ed é già pronto a dirgli qualcosa, ma io lo fermo:" Carl é meglio che te ne vai. Grazie per essere passato, ma come vedi la bimba sta bene"

"Non me ne vado fino a che nn so chi é questo" ribatte lui.

"Questo qui é il padre della bimba che la MIA -sottolinea- bellissima moglie ha in braccio" interviene Christopher. Ma cosa ha detto? Mia? Moglie?

"É tutto vero?" Mi guarda Carl

Io annuisco" sì é il padre, ma nn stiamo insieme" dico, anche se su carta é mio marito. Carl all'ultima mia affermazione sorride

"Quindi potremmo uscire?"

Prima che Christopher intervenga gli rispondo io:" Carl ti ringrazio, ma per ora nn cerco niente che una amicizia"

La bimba nn smette di piangere. Chris all'improvviso me la prende e come pensavo, la bimba smette sentendosi tra le braccia del padre.

Io sono meravigliata e ho anche paura. Perché tutto questo porterà che ci dovremmo vedere.

Carl nel mentre se ne va con mio sollievo.

Chris guarda la bimba con le lacrime agli occhi.

Il mio cuore si scioglie a quell'immagine, ma nn posso far andare avanti questa cosa.

"Chris cosa ci fai qui?"dico con voce il più possibile indifferente, anche se in questo momento sto provando mille emozioni, nn sapendo se il mio cuore possa resistere.

"Sono venuto per riprendere le cose di mio diritto"

Io sospiro. "Chris nn stiamo più insieme ed é tutta colpa tua- dico con voce fredda- ci hai perso o almeno me. Ti farò vedere  naturalmente tua figlia, anche se nn te lo meriteresti..."

Mi interrompe. "Nostra Jessie. E lo so che é colpa mia, ma fammi spiegare. E perché nn me lo meriterei?"

Veramente me lo sta chiedendo? O sto sognando?!

"Me lo stai veramente chiedendo, Christopher?- urlo- Se nn fossi stata fortunata, questa bambina nn sarebbe neanche qui" gli urlo riferendomi a quando ho rischiato di perderla.

"E te lo scordi! Il tuo tempo di spiegare era un mese fa, invece di darmi della puttana. Io ho finito di avere a che fare con te", continuo.

"Jess ti prego cinque minuti" mi supplicante.

Guardo la mia bambina che si é accoccolata addosso a Chris e penso che gli e lo devo, anche se so che per una parte e per me.

Annuisco e lo faccio entrare.

Mr. Boss 2[In Revisione]Leggi questa storia gratuitamente!