Intervista all'autore

99 10 5


Intervista a Maria Giovanna Ramunno, in arte MaryJ

Good morning Babbers,

l'intervista di oggi è dedicata a lei: la creatrice dei personaggi Arya, Alessandro, Selvaggia, Andrea ed Elena. Sto parlando di Maria Giovanna Ramunno, in arte MaryJ. Con la serie "Quando il passato ritorna", di cui fanno parte le storie dai titoli "Rivedere i tuoi occhi", "Ricominciare" e "Frammenti di te" (in fase di stesura), sta cominciando a far parlare di se.

Carissima MaryJ, è un onore per noi averti come ospite in questa intervista. Conoscere nuovi autori è sempre un'esperienza bellissima, quindi, parlaci un po' di te: chi è MaryJ? Cosa fa nella vita?

Non sono bravissima a parlare di me, ma ci provo. MaryJ è una ragazza di 29 anni, lucana ma adottata dalla Toscana. Sono un'assistente sociale e criminologa, ma per adesso sto ancora cercando la mia collocazione lavorativa in quest'ambito. Nel frattempo sto lavorando come Social Media Manager, tutt'altro ambito, ma che mi entusiasma molto. In fine, ma non perché meno importante, mi diletto con la scrittura.

Com'è nata la tua passione per la scrittura?

La mia passione per la scrittura è nata per caso. Ho sempre adorato leggere. Quando ero più piccola mia madre mi prendeva in giro dicendomi che era una fortuna che sulla carta igienica non ci fosse scritto niente, altrimenti avrei letto anche quella. Un giorno parlavo con alcune amiche che si stavano per avventurare in questo bellissimo mondo e ho pensato, perché no? Avevo alcune idee in mente da molto tempo e ho deciso di metterle per iscritto.

Ho letto le tue opere, ti seguo fin dalla prima storia di Arya – Andrea – Alessandro. C'è stato un punto in cui hai avuto il blocco dello scrittore. Come sei riuscita a superarlo?

Sì, mi succede spesso. Soprattutto all'inizio, perché non avevo deciso con precisione la trama. Quando sono in fase di black out la soluzione mi viene attraverso i sogni. Non so come mai, ma le migliori idee mi vengono durante la notte, soprattutto mentre dormo. Ti dirò di più, la storia di Alessandro e Andrea mi è venuta proprio sognando. Forse il mio cervello non si spegne mai, pensa sempre ai miei personaggi xD

I personaggi di cui hai scritto, cos'hanno in comune con te?

Alcune caratteristiche dei miei personaggi le ho prese dalla mia vita reale. Ad esempio Arya è un'assistente sociale come me, ho buttato l'idea di base così senza pensarci e poi è rimasta. Selvaggia è un po' quello che vorrei essere, una persona forte che non ha peli sulla lingua. Poi devo dire che il filo conduttore di tutto è la musica, io adoro la musica è qualcosa di cui non riuscirei a fare a meno. Ho cercato di far venire fuori questa mia passione attraverso i miei personaggi. Non so se ci sono riuscita bene, ma il mio intento era quello.

Pubblicare il primo capitolo, che emozioni hai provato sapendo che potevi essere letta da tante persone?

A dire la verità ero un po' preoccupata. Sono una persona molto timida, ci ho pensato cento volte prima di pubblicarlo. Non ero sicura che la storia potesse piacere alle persone, o peggio temevo che nessuno l'avrebbe mai letta. Su Wattpad pubblica il mondo, magari sarei potuta passare del tutto inosservata. Però con il passare del tempo mi sono ricreduta, ho cominciato ad emozionarmi insieme ai commenti delle persone che leggevano la mia storia. So benissimo che la prima storia è acerba, ma ora la sto rivedendo per bene. Magari chissà, prima o poi potrei decidere di pubblicarla :P

C'è qualche scrittore o scrittrice, che per te sono come maestri della scrittura e quindi ne trai consigli utili?

Devo ammettere che non ho uno scrittore o scrittrice preferito in particolare. Fino a qualche anno fa leggevo più che altro classici, thriller e gialli. È da qualche anno che mi sono aperta ai romance. Se devo citare un autore in particolare direi King, mi piace tantissimo come scrive e soprattutto adoro le sue storie. Tra gli scrittori più classici sicuramente uno dei miei preferiti è Goethe, davvero lo adoro! Nell'ambito dei romance ho apprezzato tanto Penelope Douglas, probabilmente perché è la prima scrittrice romance con cui mi sono approcciata.

Hai mai avuto pareri negativi sui capitoli che hai pubblicato? Se si, come li hai affrontati?

Qualche critica l'ho ricevuta. Alla prima lettura ci rimanevo male, ma poi analizzavo quello che mi si diceva e cercavo di migliorare. Molte critiche, se costruttive sono di vitale importanza per migliorarsi. Poi ci sono quei pareri negativi scritti giusto per dare aria alla bocca...beh, quelli li prendo davvero con le pinze.

Ultima domanda, ti dico solo una parola: scrivere. Cosa significa per te?

Per me scrivere è un modo per evadere dalla realtà. Attraverso la scrittura posso far prendere vita alle mie idee e i miei pensieri. Posso diventare i miei personaggi e fargli fare qualsiasi cosa io voglia. È una cosa di cui ora come ora non potrei più fare a meno.

Un ringraziamento speciale a MaryJ per averci dato l'opportunità di conoscerla meglio, allo staff del blog di Babette Brown ed alle Babbers.

Grazie.

Stella Girello

On Writing - Tutto sul mondo dell'editoriaLeggi questa storia gratuitamente!