Capitolo 1

2K 177 95
                                    

"Ti ucciderò mentre dormi"
"Dai Luhannie~ sei adorabile"
"Zitto"

Luhan scese dalla macchina, sistemandosi la gonna rosa che indossava.

"Ok, Chen. Ho fatto quello che mi avevi chiesto.
Ora fammi passare!" disse il più grande, cercando di risalire sul veicolo.
"No no" il più piccolo lo fermò.
"L'accordo diceva che dovevi fare un giro per la città" continuò.

Luhan si maledii mentalmente.
Aveva accettato la scommessa di Jongdae che prevedeva che chi dei due avesse urlato per primo durante il film horror, che avevano visto la sera prima, si sarebbe vestito da femmina e avrebbe dovuto farsi un giro per i negozi della città.

"Forza ragazza! Se vuoi ti faccio da accompagnatore" ghignò Chen.
"Non mi serve un accompagnatore, mi serve un amico sano di mente"
"Come vuoi" il minore fece le spallucce.
Luhan sbuffò.

Chen era un rompiscatole di prima categoria, ma Luhan non avrebbe mai camminato per la città da solo, soprattutto vestito da ragazza.

"E va bene! Accompagnami"

Il ragazzo sorrise, scendendo dall' auto.

"Cosa ti ha fatto cambiare idea, tesoruccio?"
"Una sola ragione, caro"
"Sarebbe?"
"Se ti uccido ora nessuno sospetterà della ragazza dolce e gentile"
Chen rise.
"Non ne avresti il coraggio!"
"Non sottovalutare la ragazza dolce e gentile"

Chen prese per il braccetto Luhan, che intanto imprecava sotto voce, e si avviarono per raggiungere i negozi.
Era estate e il caldo stava cominciando a farsi sentire e anche il fastidio della parrucca iniziò a persistere.

"Merda" imprecò ancora.
"Cosa c'è?" Chiese il più piccolo.
"C'è che la mia testa sta andando a fuoco per colpa di questa cosa" indicò con il dito la parrucca.
"Mi dispiace tanto" mentì Chen.
"Oltre alla curiosità di sapere dove diavolo hai preso questa maledetta parrucca, vorrei sapere anche la scelta del colore, perché rossa?"
"Beh se devo essere sincero volevo proporti questa scommessa da tempo"
"COSA?"
"Già, sai Luhan... sapevo che avrei vinto e vederti vestito da donna è sempre stato uno dei miei più grandi desideri. Quindi mi sono attrezzato"
"Chen"
"Si?"
"Fottiti"
"In questo momento fotterei qualcuno molto volentieri"
Luhan fece una faccia schifata, dandogli uno schiaffo sul braccio.
"Cazzo, so che sei in astinenza ma almeno contieniti!"
"Vorrei vedere te! Avere un ragazzo che è più casto della vergine Maria"
"Minseok non si è ancora deciso a lasciarti entrare nella sua caverna?"
"No, e intanto il mio pipistrello sta andando in letargo"

Luhan scosse la testa cercando di non scoppiare a ridere in faccia all'amico.

I due ragazzi continuarono a camminare.
Luhan ogni tanto riceveva delle occhiate da parte dei ragazzi, pensava che il motivo fosse la presa in giro verso la propria persona, ma non sapeva che in realtà lui sembrasse davvero una ragazza, e carina per giunta.

"Luhan mi è venuta fame!" Si lamentò Chen, fermandosi.
"E io cosa posso farci?"
"Ho bisogno di cibo"
"Puoi resistere"
"No, le forze mi stanno abbandonando"
"Hai fatto colazione due ore fa!"
"Davvero? È passato così tanto?"

Il più grande lo guardò scocciato, ma a dir il vero anche lui aveva un leggero appetito.

"Ok andiamo a mangiare qualcosa"

Dopo che i due ebbero trovato una caffetteria si fiondarono dentro.

Chen mangiava la sua brioche mentre Luhan beveva il suo cappuccino.

"Sembri un maiale" scherzò Luhan, vedendo come il suo amico stesse divorando la sua merenda.
"Mmmm" Chen cercò di parlare, ma aveva la bocca completamente piena.
"Eh?"
"Mmmmm"
"Cosa!?"
"Mmmm"
"Chen non ti capisco!"
Il minore ingoio e finalmente riuscì a formulare la frase:
"Il biondo dietro di te non ti leva gli occhi di dosso"
Luhan sgranò gli occhi, girandosi lentamente.
Arrossì quando si accorse che effettivamente sì, un ragazzo lo stava fissando.
"S-Sarà perché non ha mia visto un ragazzo vestito da ragazza" il maggiore riprese a bere il suo cappuccino.
"Ma che dici! Secondo me gli piaci"
"Ti prego Chen non dire stronzate"
"Luhan sembri una donna a tutti gli effetti, è impossibile pensare che in realtà lì sotto ci sia qualcosa" ghignò Chen.
"Aish, per favore taci. Ora ho un problema"
"Sarebbe?"
"Devo andare in bagno"
"E allora vai"
"Chen sono vestito da donna! In quale bagno dovrei andare?"
"Oh... Vai in quello femminile! Infondo sei gay, le donne non ti interessano minimamente"
"Sicuro? E se mi scoprono?"
"Se ti scoprono sarai una donna a tutti gli effetti"
Il maggiore sbuffò alzandosi dalla sedia e dirigendosi verso il bagno.

Chen guardò in direzione del ragazzo misterioso che osservava prima Luhan, e continuava a farlo.
Notò con la coda nell'occhio lo sguardo dell'altro  sul piccolo corpo del suo Hyung, che sculettava verso il bagno con il capo calato.

Quel ragazzo era interessato a lui, quindi perché non dargli una mano?

Il minore si avvicinò al tavolo del biondo con un grosso sorriso stampato in faccia.

"Ti interessa la mia amica?"

[...]

𝐀𝐕𝐕𝐈𝐒𝐎: ho scritto questa storia due/tre anni fa.
Il mio stile di scrittura era pessimo, davvero.
Ma non potrei mai cambiare qualcosa di questo racconto
Ci sono molto affezionata ed è un bene lasciarlo nel trash e negli avvenimenti inverosimili che susseguiranno ad ogni capitolo. Vi voglio bene, grazie per l'attenzione e per aver letto quest'opera sputata da una sedicenne in piena crisi ormonale. Se siete nuovi vi auguro buona lettura e buona permanenza! Un kiss

The Girl. Dove le storie prendono vita. Scoprilo ora