tredici

850 63 14

"Com'è andata?"domanda vale seduta sulle gambe di Benji  fissandomi
"È simpatico"
"E..?"domanda Benji
"Carino...ma non è il mio tipo" mi alzo e mi aggiunsto la gonna per poi avvicinarmi alla porta
"Dove vai?"chiedono i due mori e io faccio spallucce
"A fare un giro" affermo vaga per poi prendere la giacca e uscire.
Mi metto il cappuccio in testa e con le cuffiette alle orecchie inizio a camminare pensando.
Ma io non ero una ragazza forte?quella che nessuno abbatte?
Quella che ti sputa in faccia e se ne va disgustata senza chiedere scusa?
Quella che se la fai soffrire ti fotti perchè con lei hai chiuso?
La ragazza acida ma con il sorriso per farsi vedere forte?
Quella che piangeva dentro?
Che fine ho fatto?
Cosa mi ha fatto quel ragazzo?
Da quando è entrato nella mia vita sono cambiata,per quanto lui mi faccia soffrire mi sento legata a lui,lui mi rallegra,le sue mani sui miei fianchi e le sue labbra sulle mie,i suoi occhi azzurri,il suo ciuffo ribelle che quando se lo porta indietro porta stupro.
Perchè non è piu con me?
Qui ad abbracciarmi?
A sussurrarmi sulle labbra che mi ama?
Perchè?
Le lacrime hanno preso il sopravvento sulla mia faccia e sto ringraziando il cielo che ha iniziato a piovere..

[...]

Mi siedo sulla scogliera e faccio dondolare i piedi nel vuoto.
Lo spettacolo da qui è bellissimo.
Cè il tramonto,gli uccelli che volano via e solo il rumore delle onde del mare.
"Ci facciamo un tuffo?" Una voce rompe la calma e mi giro.
Il mio cuore perde battiti alla visione del biondo con solo il costume addosso,ha un fisico fantastico
"So che sono fantastico ma cosi mi sciupi" ridacchio e lui mi porge la mano per alzarmi e io l'afferro.
"non ho il costume non posso"
Rispondo sorridendo
"Esiste l'intimo piccola" sussurra al mio orecchio e il mio cuore accellera.
"I-intimo?"domando imbarazzata
"Dai andiamo non sarai mica imbarazzata,sei una ragazza forte no?"sorride lui con sguardo di sfida e io mi tolgo velocemente i vestiti per poi farmi una coda veloce.
"Ci buttiamo insieme?"mi domanda porgendomi la mano e io l'afferro.
Ci avviciniamo all'orlo e ci posizioniamo per tuffarci
"1"inizia a contare il biondo
"2" continuo io
"3" urliamo per poi saltare
Pieghiamo le gambe al petto e cadiamo in acqua.
Risaliamo in superficie e il biondo si toglie i capelli dagli occhi.
"È stato bellissimo" esulto e il biondo sorride
"Come te" sussurra sulle mie labbra
Si avvicina sempre piu lentamente,siamo ad un centimetro di distanza ma si sposta e mi lascia un bacio all'angolo della bocca...fanculo.
"Su risaliamo a prendere i vestiti"
Usciamo dall'acqua e saliamo di nuovo sulla scogliera per prendere i vestiti e vestirci.

Spazio autrice
La dolcezza
Ma quanto possono essere dolci?

quando si rimane da soli||Benji&Fede||Federico Rossi||Leggi questa storia gratuitamente!