⭐Capitolo 68⭐

954 39 0

Quando torno a casa, Jim è andato via.
Aveva ragione Sophie, appena ho nominato la polizia, ha subito accettato, così adesso sono di nuovo sola.
Però... Meglio sola che farmi maltrattare da quel... Mi vengono i brividi quando ci penso.
Si è perso del tutto, non so se c'è speranza per lui...
Qualcuno bussa alla porta: << Chi è? >> Chiedo ad alta voce andando alla porta.
<< Sono io. Christian. >>
Christian? Cosa ci fa a quest'ora qui?
Apro la porta.
<< Ciao. >> Sussurra.
Dalla sua espressione posso dedurre che sia preoccupato.
<< Ciao. >> Lo saluto anche io.
<< È tardi. Perché sei qui? >>
Mi fissa le labbra: << Stai bene? Sophie mi ha detto... >> Sospiro roteando gli occhi e portandomi le mani sui fianchi.
<< Avevate ragione entrambi. Dovevo ascoltarvi e lasciarlo perdere. Mi sono solo fatta del male di nuovo. >> Dico.
Scuote la testa: << No Watson... Non devi soffrire per una persona orribile come lui, non lo meriti. Non... Non soffrire. >> Mi sfiora la guancia, e un brivido mi attraversa il corpo.
Per qualche secondo trattengo il respiro; tira via la mano.
<< Lo so. >> Dico.
<< Sei sicura di stare bene? >> Alzo gli occhi su di lui.
Annuisco stringendomi nelle spalle.
Improvvisamente sento freddo, poi mi rendo conto di indossare solo una maglia leggera, e fuori fa un freddo cane.
<< Hai freddo? >> Chiede.
Chiudo gli occhi e annuisco strofinandomi le braccia per cercare di riscaldarmi, Christian mi prende alla sprovvista quando mi prende tra le sue braccia stringendomi forte a se'.
Respiro il suo profumo: vaniglia piccante. È sempre lo stesso, e devo dire che mi piace.
Chiudo gli occhi respirando profondamente per cercare di riscaldarmi
<< Va meglio? >> Sussurra tra i miei capelli.
Annuisco.
<< Posso entrare? >>
Sciolgo l'abbraccio e lui sembra soffrirne: << Ehm... Vuoi... Vuoi entrare? >>
Annuisce: << Non vuoi? >>
Scuoto la testa: << No! Cioè si, puoi... Puoi entrare. >>
Sorride dolcemente.
<< Watson... Sei sicura di stare bene? Per quello che mi ha raccontato Sophie,  non... >>
<< Christian... >>
<< Se ti ha fatto qualcosa devi dirmelo. Ti ha fatto qualcosa? >> Chiede seriamente.
Scuoto la testa; posso immaginare cosa gli farebbe se Christian venisse a sapere che Jim mi ha colpita in volto.
<< Non mentirmi. >>
<< Non ti sto... >>
<< Watson lo so. So benissimo quello che ti ha fatto; Sophie mi ha detto tutto, però volevo che me lo dicessi
tu. >> Scoppio a piangere, mi copro il viso con le mani e Christian mi abbraccia.
<< Quel bastardo. Lo ammazzo... >> Serra la mascella.
<< No... >>
<< Non posso fargliela passare
liscia. >> Scuoto la testa poggiando entrambe le mani sul suo petto.
<< La passerà comunque liscia se andrai in carcere. >>
Apre la bocca per dire qualcosa, ma si blocca. << Hai ragione Watson... >>
Sorrido.
<< Okay, io adesso vado. Ci vediamo domani? >>
<< Si, domani. >>
Si avvicina a me un po' troppo; faccio un passo indietro.
Mi porta una ciocca di capelli dietro l'orecchio: << 'Notte Watson. >> Si china per baciarmi sulla guancia e arrossisco, rimango immobile.
<< Ti accompagno alla porta. >>
<< Non ce n'è bisogno. >> Dice, ma io lo ignoro e lo accompagno alla porta.
<< A domani. >>
<< Ciao. >> Poggio la guancia sullo stipite della porta e lo guardo andare via.
Scuoto la testa per riprendere lucidità.
"Cosa ti prende, stupida Grace?"
Mi preparo un tè caldo prima di andare a dormire, poi vado a dormire.

<< Buongiorno tesoro! >> Esclama Sophie.
La guardo male: << Sophie! Perché hai detto a Christian di Jim? >>
Incrocio le braccia al petto, lei si porta le mani sui fianchi: << Perché? Per caso è venuto a casa da te? >>
<< Si! Voleva sapere se stessi bene. >>
Ridacchia, alza gli occhi al cielo:
<< Che dolce! >>
Inarco un sopracciglio.
<< Si è preoccupato per te! >>
Le lancio un'occhiata torva, << E ha anche detto di volerlo ammazzare. >>
<< E si comporta anche supereroe! >>
<< Sophie! >>
Mi guarda come se niente fosse.
<< Che c'è? >>
<< Piantala. >>
<< Va bene, scusa. >>
<< Buongiorno. >> Sussulto e mi volto di scatto.
<< Christian... >> Quando incrocio i suoi occhi azzurri, il mio cuore manca di un battito.
Cosa mi succede? Perché il solo ritrovarmelo davanti, o solo sentirlo nominare, o solo sentire la sua voce, mi fa smettere di respirare?
⭐⭐⭐⭐
Piccolo capitolo.
Forse Grace sta iniziando a provare qualcosa per Christian?
Buona notte! 💤

Ti odio. Ma forse ti amo{COMPLETA}Leggi questa storia gratuitamente!