capitolo 24

1.2K 97 25


Oops! Questa immagine non segue le nostre linee guida sui contenuti. Per continuare la pubblicazione, provare a rimuoverlo o caricare un altro.



JJ

Per la serata ci eravamo organizzati bene, Alexey aveva dato fondo alla sua scorta personale ed avevamo organizzato in camera sua un festino niente male. Fortunatamente il campus nel weekend si svuotava abbastanza, persino i coinquilini di Alexey erano tornati a casa prima che cominciassero gli esami. Il piano ovviamente era bere e cazzeggiare fino all'alba, eravamo decisamente bravi in questo.

- Allora ricordatemi un po' perché il principino Wayright non c'è stasera .... – cominciò Alexey, già al quarto shot di vodka.

Ridemmo entrambi e toccò a me parlare – Ma sentilo ... puoi anche non fare l'antipatico visto che lui non è qui a sentirti! –

- Scherzi? – rincarò la dose Ren – finirebbe per perdere l'esercizio! –

- Si può sapere che altro di meglio ha da fare? – si interrogò ancora una volta, adesso irritato.

- Sapessi ... - mormorò il mio amico con voce misteriosa.

- Che cazzo! - sbottò Alexey – Con chi se la fa? Coraggio, confessate – nessuno dei due disse una parola – andiamo! JJ! Lo so che lo sai! Ti vedo sempre confabulare con lui! A te lo ha detto sicuro –

Io scossi la testa – Non rompere Alexey, io non so niente e non mi interessa! Non sono una vecchia pettegola come voi due! –

- Andiamo bello ... quello che vuoi! Parla e ti sarà dato! – era sul serio trepidante.

Risi – Ma si può sapere perché ti interessa tanto? Lascialo in pace! –

- Ovviamente se lo sapessi potrei prenderlo in giro ancora meglio! Andiamo! Chi mai ci sarà in giro di interessante? Scommetto che sarà qualche idiota super frocetto, amante delle poesie e di Céline Dion – commentò in tono acido.

Io scoppiai a ridere nonostante in bocca avessi il contenuto appena bevuto e quindi lo sputacchiai ovunque – Sì, certo! Ti piacerebbe! In realtà è un gran figo! –

Quello sgranò gli occhi – Brutta merda! Lo sapevo! Cazzo, dammi il nome! –

Io scossi la testa, rosso per le risate.

Anche Ren era divertito, lo vidi stiracchiarsi e sdraiarsi con la testa sulle mie gambe – Non avere fretta, Alexey. Sono certo che uno di questi giorni ... girato l'angolo di un corridoio ... li beccherai a pomiciare di brutto attaccati al muro –

Quello sollevò un sopracciglio – In pratica solo io non so di chi si tratta? –

- No, nemmeno io ne ho idea ... ma gli ho dato qualche dritta in proposito ... il piccolo Chris aveva bisogno di una certa spinta! – confessò quello, anche se non ne ero del tutto certo, forse qualcosa Ren aveva cominciato a capirla.

OvercomeDove le storie prendono vita. Scoprilo ora