NOVITÀ: Ecco a voi Tap - Storie in forma di chat per il vostro📲 . Ora anche in italiano
Scarica ora/subito

Guida alla sopravvivenza - come creare un ebook

160 23 8



Guida alla sopravvivenza nel mondo editoriale

(Come creare un ebook)

Buonasera,

eccoci ad un nuovo appuntamento con guida alla sopravvivenza.

Oggi vi illustrerò alcuni metodi per creare un libro in formato digitale (ebook), che sia funzionale, con menù navigabile, e allo stesso piacevole da vedere.

Ma prima facciamo una premessa: come vi avevo spiegato nella "lezione" precedente sul self publishing, non è indispensabile creare materialmente l'ebook, ovvero impaginare il file di partenza con un programma apposta quale Indesign, esportarlo in epub (che è il formato più comunemente usato per gli ebook) e caricarlo sulla piattaforma, perché basterebbe caricare il file word et voilà...in pochi minuti Amazon provvederebbe a convertire in nostro libro in un file mobi (il formato letto da Kindle) pronto per la vendita.

E alloro perché sconsiglio di fare ciò? Perché i risultati di questa conversione semplice spesso sono deludenti, per non dire disastrosi, e ciò per noi è un problema perché i lettori potrebbero segnalare il nostro libro se non è correttamente formattato.

Ma non allarmiamoci. Tutto dipende dal file di partenza.

Se preparate prima il file da caricare sulla piattaforma, impaginandolo ed esportandolo in epub, il risultato della conversione di Amazon sarà decisamente migliore, se non quasi perfetto.

Ma come procedere?

Ci sono diversi programmi che ci consentono di fare questo, io ve ne suggerirò 3:

1) Adobe Indesign:

è il programma di impaginazione professionale della casa produttrice di software Adobe (lo trovate in abbonamento a 24 euro al mese sul sito della stessa).

Con questo programma potete creare qualsiasi tipo di ebook, dall'epub a scorrimento testo ( ovvero un ebook in cui il testo non ha layout fisso ma si adatta alle dimensioni dello schermo, che trovate per la maggiore negli store online), al più avanzato epub a layout fisso (3.0) in cui potete implementare musica immagini e perfino video nel vostro ebook.

Con Indesign si può fare praticamente qualsiasi cosa, anche collegare parti di testo a link esterni (esempio i numeri dei capitoli ai link una playlist, come ho fatto io per Don't let me in) attraverso semplici collegamenti ipertestuali. Potete creare un menù navigabile o inserire note a piè di pagina.

Quali sono i contro? È decisamente il programma di impaginazione più difficile che abbia mai usato, in quanto per l'esportazione utilizza il CSS, un codice utilizzato per definire la formattazione (ovvero l'aspetto) dei documenti. Non basta semplicemente inserire il testo nel programma ed esportarlo in epub, è necessario formattarlo correttamente con gli stili di paragrafo e gli stili di testo giusti, altrimenti il risultato sarà davvero pessimo.

Ma se avete un po' di tempo e voglia di cimentarvi in qualcosa di nuovo, vi consiglio di seguire uno dei corsi gratuiti che si trovano su Youtube e imparare a impaginare ebook e cartaceo in maniera professionale, perché il risultato vi sorprenderà. 

N.B. Una volta che avete il vostro file impaginato in Indesign, esportatelo in "epub a scorrimento di testo", convertitelo in mobi con Calibre (altro programma free molto facile da usare), e caricate il file ottenuto su Amazon.

Questo è il procedimento che uso io.

2) Word

È possibile impaginare un testo anche con word, ma pochi sanno che il programma di scrittura di casa Microsoft, in verità non è un programma di impaginazione vero proprio ma di scrittura e visualizzazione, quindi a meno che il file non sia perfettamente formattato, l'ebook che otterrete un non sarà "carino" come quello che avreste ottenuto con Indesign, magari ci saranno spazi fra le parole, divisione in sillabe errata o altri problemi di formattazione.

3) C'è chi per ovviare a questi problemi, unisce a Word (o Open Office, il gemello gratuito del famoso pacchetto di programmi per l'ufficio), un programma di impaginazione gratuito come Sigil, che utilizza il codice Html, però su questo non posso dirvi niente perché non lo so usare.

Ovviamente esistono altre strategie per creare un ebook, ad esempio convertire il file ODT. (il formato di open office, per intenderci), in epub con Calibre, semplice, pratico, versatile ma molto impreciso.

Qualunque metodo utilizzate però, ricordate che la qualità sta nei dettagli!

Alla prossima "lezione" di guida alla sopravvivenza,

un saluto affettuoso,

Valentina G. Bazzani

valentinabazzani, autrice di "Don't let me in"

On Writing - Tutto sul mondo dell'editoriaLeggi questa storia gratuitamente!