Intervista all'autore

410 42 15


Buongiorno, 

per interviste all'autore, oggi ospite di ChiccaCom  A_Persephone

Buon perseguimento.

Buongiorno a tutte ragazze. È con grande onore che presento la mia prima intervista per il progetto The Babbers. È molto importante per me prendere parte a questa iniziativa perché penso sia molto importante rendere consapevoli gli scrittori di se stessi e della propria storia, ma soprattutto far conoscere loro un mondo nuovo.

Dalla mia esperienza su Wattpad ho potuto conoscere persone fantastiche, tra cui A_Persephone che si è resa subito disponibile ed entusiasta a partecipare a questa iniziativa. Per questo motivo, ho deciso di farle una piccola intervista per conoscerla meglio.

1. Ciao Persie, la prima domanda che vorrei porti è questa: perché hai scelto lo pseudonimo di A_Persephone? È una cosa che mi sono sempre chiesta.

Ciao Chicca, inizio con il ringraziarti per aver pensato a me per avermi chiesto di prendere parte a questo progetto attraverso questa piccola intervista. È una bella domanda. Quando ho iniziato a pubblicare su Wattpad il mio pseudonimo era Persephone_92, questo perché sono una persona molto riservata e non volevo usare il mio vero nome per condividere le mie opere. È stata Jocelyn D. Grace –la mia migliore amica, nonché la mia scrittrice preferita su Wattpad- a consigliarmi di cambiarlo in Persephone A. Bright. In passato avevo scelto il nome Persephone perché sono una grande appassionata di mitologia greca e Persefone è il nome della protagonista del mio mito preferito. La A. è l'iniziale del mio vero nome e Bright –"il mio cognome"-, secondo Jo rappresenta la mia anima brillante.

2. In Delicate mostri un amore da mozzare il fiato, un amore da farfalle allo stomaco, che è in grado di farti dimenticare persino il tuo nome. Da cosa nasce tutto questo? Ti sei ispirata a qualcuno in particolare, magari alla tua vita sentimentale?

No non mi sono ispirata a nessuno in particolare, né alla mia vita sentimentale –che al momento è inesistente-. Mi piace pensare, però, che tutte abbiamo avuto un Jared almeno una volta nella vita, qualcuno di terribilmente sbagliato e giusto allo stesso tempo. Una persona in grado di farci sentire tutte quelle cose che non pensavamo di poter provare. Quando ho iniziato a scrivere la storia non mi aspettavo che si evolvesse così, volevo che la storia d'amore tra Alex e Jared fosse il più possibile simile ad una relazione della vita reale. Direi che tutto il merito va' a Jared che ha una vita propria, il suo personaggio è il più intenso di tutta la storia ed è per merito suo se adesso quella tra lui ed Alex è una storia d'amore che fa sognare.

3. Hai mai pensato di rendere "un libro vero" Delicate? Ti piacerebbe vederlo pubblicato, con delle vere pagine e una copertina da poter toccare con mano? 

Mentirei se dicessi di non averci mai pensato. Molti mesi fa, all'inizio della nostra conoscenza, ho promesso alla mia migliore amica di mandare Delicate ad una casa editrice una volta finita e revisionata. E sì, ammetto che mi piacerebbe. Penso che sarebbe davvero una grande emozione poter toccare con mano quello che ho scritto, sfogliarne le pagine, sentire l'odore dell'inchiostro.

4. Cosa ti ha spinto a scrivere? Prima di Delicate, hai scritto anche The Whispers, come ti è nata questa passione per la scrittura?

Sono e sono sempre stata una persona molto introversa, timida e riservata. Non parlo molto e quando mi trovo insieme ad altre persone tendo sempre a restare in silenzio, questo però non vuol dire che non abbia nulla da dire. È stato questo mio bisogno di esprimermi a spingermi a scrivere quando avevo tredici anni, prima attraverso le poesie e poi con i racconti. La scrittura per me è una valvola di sfogo, il mio rifugio. Il mio porto sicuro. Un modo per esprimermi ed essere me stessa. Il solo modo che conosco per farlo. Quando scrivo entro in un mondo tutto mio, personale. Un mondo che ora mi piace condividere con altre persone.

5. Come ultima cosa una domanda di rito per la serie "Consigli in pillole". Quali sono i tre consigli che daresti ad aspiranti scrittori che, come te, hanno deciso di intraprendere questo viaggio verso l'ignoto?

Innanzitutto, provateci. Non lasciate che la paura vi impedisca di provare questa bellissima esperienza. Vi posso assicurare che non esiste una sensazione più bella di quella di vedere i primi riscontri.

Poi, mi sento di dirvi di non prendervela per le critiche. Purtroppo non a tutti piacerà quello che scriverete e come lo farete, questo non deve buttarvi giù. Posso assicurarvi che anche io ho ricevuto molte critiche, questo però non mi ha spinta a mollare tutto. Usate i giudizi come insegnamenti che vi aiuteranno a migliorare.

Il terzo ed ultimo consiglio che posso dare è quello di non pensare a Wattpad solo come un mezzo per pubblicare la propria storia, raggiungere il successo e sperare di essere notate/notati da una casa editrice. Usatelo come un mezzo per condividere i vostri pensieri, socializzare e stringere nuove amicizie.

Grazie per essere stata con noi Persephone. 

Alla prossima intervista con l'autore.    

ChiccaCom,

autrice della Destiny trilogy.

On Writing - Tutto sul mondo dell'editoriaLeggi questa storia gratuitamente!