Capitolo 27

4.3K 294 114

Tutti facciamo degli sbagli, magari non sono nemmeno per colpa nostra ma comunque li facciamo.

Da piccoli tutti avremo rubato almeno una volta un giocattolo al parco, alle elementari la prima litigata, alle medie i primi equivoci e alle superiori  i fraintendimenti colossali.

Alcuni psicologi dicono che nel periodo della adolescenza i ragazzi hanno tutte le emozioni amplificate, un po' come Damon e Stefan Salvatore.

Ma quella che sto provando ora penso di non averla mai sentita: è un misto tra senso di colpa dovuto al fatto che so di aver sbagliato, paura per quello che arriverá dopo, rabbia nei confronti di Cameron e ansia perchè beh, l'ansia c'è ovunque nella mia vita, addirittura quando devo andare a dormire.

Questa mattina mi dimettono verso le undici e l'infermiera mi ha raccomandato di non fare troppo sforzo fisico e di mangiare molte proteine. Fin qua nessun problema ma mi ha anche obbligato a bere tanta acqua.

E io odio bere soprattutto se contro voglia.

Sono davanti alla porta della mia camera ancora chiusa.

"non so cosa sia successo ma è chiuso lá dentro da ieri" mi sussurra all'orecchio Thomas mentre io continuo a fissare il legno.

Appoggio la mano sulla maniglia e la giro lentamente per poi entrare trascinando al mio seguito la borsa con il cambio dei vestiti che mia mamma mi aveva portato in ospedale.

È seduto sul piccolo balconcino della finestra e guarda fuori in sottofondo le note dei Beatles riempiono il silenzio.

"ciao"

Davvero Miley? Ciao? Dopo che era venuto per scusarti-

"come va?" chiede atono abbassando di poco la musica.

Alzo le spalle e lo scruto meglio, non è la reazione che mi sono sognata per tutto il giorno.

"senti Miley" ah ecco "mi spiace"

Aspettate un attimo.

"cosa?" chiedo ridendo forzatamente, se mi sta prendendo in giro lo uccido.

"é colpa mia, é tutta colpa mia. Non avrei mai dovuto dare corda a Lily, oppure farti conoscere Cameron. Dovevamo solo convivere senza che le nostre vite avessero conseguenze, tu dovevi rimanere la solita ragazza con una vita monotona e che gira intorno a serie tv e pizza. Invece no, mi sono intromesso nella tua vita, la agitata e capovolta in meno di un mese, e come se non bastasse io non riesco a stare lontano da te, nonostante ci provi ogni singolo giorno ad allontanarmi tutto mi riporta a te. Che stupido che sono stato ad innamorarmi di una ragazza così pura e sincera vero?" ridacchia amaramente alzandosi e venendomi incontro.

"non posso nemmeno essere incazzato con te per il bacio che hai dato a quel coglione perchè me lo sono meritato. Tu mi hai aspettato sempre la sera, e non negarlo perchè ti conosco. Quando dormi sei sempre girata dalla parte sinistra e metti la mano sotto al cuscino, spesso hai anche i capelli davanti alla faccia e nell'ultima settimana eri sempre in posizioni diverse quando rientravo.
È tutta colpa mia, ti ho rovinat-"

"no Shawn" risco a dire prendendogli il mento e rialzandolo facendo scontrare i nostri occhi.

" sei solo stato il mediatore. Colui che mi ha fatto scoprire pazienza, la calma, il rispetto, la dolcezza e si anche l'amore.
Non so cosa ci sia tra noi ma sappi che sono io che ho voluto tutto questo e non mi importa cosa accadrá dopo, se verrai battuto in cella o te ne andrai completamente via dalla mia vita ma sappi che lo devi fare se questo ti rende felice-"

"sei tu che mi rendi felice Miley" sussurra a mezzo centimetro dalle mie labbra.
Il familiare profumo di Shawn riempie le mie narici e mi fa chiudere gli occhi.

"è davvero così buono?" sussurra ancora divertito.

"cosa?"

"il mio profumo, mi stai continuando a sniffare sotto il mento" ridacchia.

"io-io non" balbetto girandomi dall'altra parte ed iniziando a camminare.

Improvvisamente la sua mano mi blocca il polso e poco delicatamente mi fa sbattere contro il suo sterno.

"ahia" sbotto poco femminilmente.

"okay diciamo che non è andata come speravo" ridacchia facendomi sbuffare.

"comunque volevo solo fare questo" sussurra sorridendomi. Appoggia una mano sulla mia guancia facendomi rabbrividire.

Lentamente si avvicina a me, chiudo gli occhi pronta alla miriadi di emozioni che mi colpiranno di qui a poco quando...

"lo sapevo! Cal mi devi dieci dollari!" urla quello che riconosco essere il canarino. Con un gesto fulmineo mi allontano da Shawn ma riesco comunque a sentire un "seriamente?" che mi fa ridacchiare.

"Miley!" prima che possa staccarmi completamente da lui sono circondata dalle braccia di Clifford che mi alza dal terreno.

Poco dopo non riesco piú quasi a respirare.

"ragazzi, ragazzi anche io vi voglio bene" sorrido sgattaiolando sotto le loro chilometriche gambe.

"ci sei mancata merdaccia" mi abbraccia di nuovo Hemmo.

"anche voi sfigati" ridacchio sorridendo e appoggiando la guancia sul suo sterno, riesco a vedere dietro la sua figura Shawn appoggiato allo stipite della porta che sorride.

È bellissimo.

Richiudo gli occhi e sorrido anche io, dentro a questa stanza ci sono le persone più importanti della mia vita e non potrei chiederne di migliori.

Riapro gli occhi e Shawn è ancora lá, nello stesso identico punto solo che ha cambiato tipo di sorriso, ora è più provocante.

"dopo" mima con le labbra e se ne va.

BUONGIORNISSIMO KAFFEEE

oggi è davvero una bella giornata!

1. mi ha interrogato in greco e ho preso 8.5

2. ho ritrovato i guanti così la mattina in bici non dovrò congelarmi

3. mia mamma ha detto di sì per il labret laterale

4. sono uscita un'ora prima

5. per domani non ho niente da fare

6. sto bevendo la cioccolata calda con i marshmellow

e bo grazie a dio finalmente si sono dichiarati ma state pronto per il prossimo capitolo eheheh.

ah c'è anche un punto 7:
ho trovato questa foto che adoro

ah c'è anche un punto 7:ho trovato questa foto che adoro

Oops! Questa immagine non segue le nostre linee guida sui contenuti. Per continuare la pubblicazione, provare a rimuoverlo o caricare un altro.

stupenda!

ah vi volevo raccontare di un'avventura di ieri: ho fatto la pasta per la prima volta dato che i miei sono via per quattro giorni e praticamente non c'era il sale grosso.

Pensando che il sale fino è un terzo del sale grosso ho messo 6 manciate di sale fino che nella mia testa equivalgono a due di sale grosso.

ebo, vi lascio immaginare (ps mio fratello è andato a mangiare da mia nonna la sera (infame!))

Prisoner || Shawn MendesLeggi questa storia gratuitamente!