Capitolo 21

5K 314 35

Ci sono cose a cui non siamo pronti ma che comunque si catapultano nella nostra vita e la stravolgono. Alcune la riparano alcuni invece la distruggono.

Oppure, come questa lasciano, solo un segno, per niente bello da ricordare.

Una di queste può essere un'interrogazione a sorpresa, quando scopri che Teen Wolf finirá molto presto ma mai, e ripeto, mai potranno essere tanto traumatici come vedere Calum che twerka davanti alla faccia di Ash con Luke e Michael che prendono il tempo sulle note di Work.

"Ragazzi!" urlo non appena metto un piede dentro alla stanza che dovremo utilizzare per organizzare il ballo di Halloween e non per filmare porno-gay.

Calum smette subito di muovere il suo culo (molto più bello di quello di molte ragazze), Ash sbarra gli occhi come gli altri due.

"noi-si...ecco...st-"

"zitto Hemmo" lo blocco buttando lo zaino a terra e salendo sul primo banco libero. Li guardo uno ad uno con lo sguardo di rimprovero, sanno perfettamente che manca più o meno una settimana e mezza alla festa e sprecano tempo così.

"abbiamo riflettuto a lungo Miley, e alla fine siamo giunti alla decisione molto ragionevole di suonare un nostro inedito."

"Clifford dove hai imparato tutte queste parole?" chiedo facendo alzate gli occhi al ragazzo.

Luke prende la parola "Sai ci sta aiutando anche Shawn a scrive-" una morsa allo stomaco me lo attorciglia e sento un nodo in gola "oh scusa" sussurra abbassando gli occhi.

"tranquillo" sorrido dolcemente cercando di ricacciare le lacrime agli angoli degli occhi, oggi ero addirittura riuscita ad evitarlo.

"allora" dico dopo essermi ripresa e sfoggiando il miglior sorriso possibile per poi sbattere entrambi le mani sulle coscie "chi si occupa dello sballamento?" chiedo e subito Ash alza la mano iniziando a saltellare.

Sbatto la porta di casa e ,come sono solita fare, mi fiondo verso il frigo prima ancora di riuscire a togliermi la giacca o qualunque altro capo.

Apro l'anta metalizzata ed inizio a scrutare ogni singolo centimetro dell'elettrodomestico: frutta, verdura, barrette energetiche. Solo una parola: schifo.

La chiudo energicamente prendendo una sedia a caso velocemente e salendoci sopra per arrivare alla mensola più alta dove mia mamma di solito nasconde le Gocciole. Apro l'anta, mi metto sulla punta dei piedi e appoggio le mani sul ripiano per poter avere più equilibrio.
Finalmente nell'angolo destro dietro ad una confezione di sale grosso riesco a leggere il logo della Pavesi.

Bingo! Mi slancio afferrando con l'indice e il pollice la confezione di ambrosia, improvvisamente però sento che il mio giá poco equilibrio mi completamente abbandona. La sedia si inclina verso destra e tutto inizia a scorrere molto lentamente.

Cerco di appoggiare l'altro piede per ritrovare equilibrio ma quest'ultimo scivola, tiro un'urletto poco virile e chiudo gli occhi stando ben attenta a tenere strette le Gocciole. E che cazzo non posso rompermi una gamba senza averle prese!

Sono pronta all'impatto imminente mentre cerco una scusa plausibile per giustificarmi senza risultare una stupida.

A poco meno di un metro da terra sento che il mio corpo viene preso al volo da qualcuno e, non appena apro gli occhi, il tempo rinizia a scorrere normalmente e comicio a respirare di nuovo.

I miei occhi si incatenano ai suoi mentre riesco a leggerci la preoccupazione. Dopo pochi secondi mi riprendo saltando giù dalla sua presa, riprendo le Gocciole cadute per terra ed inizio a correre verso la mia stanza chiudendola poi a chiave.

Stringo la confezione tra le mie braccia e mi siedo a terra completamente in mezzo alla camera.
Non è possibile, perchè ogni santo momento della mia fottuta vita debba fare figure di merda?

Okay può essere che una volta in chiesa io abbia bevuto l'acqua santa durante la cresima di mio fratello, ma quella specie di pane mi si era appiccicato al palato e non riuscivo a toglierlo... ma non mi puoi odiare per questo!

Prendo una Gocciola e me la infilo in bocca mentre sento delle nocche che colpiscono la porta alle mie spalle.

"Miley tutto bene?" riconosco la voce di Shawn e subito mi riafforano alla mente i ricordi dei brividi che mi ha provocando pochi minuti fa non appena le nostre pelli sono venute in contatto.

"si si" rispondo velocemente cercando di non far tremare la voce.

"posso entrare?" chiede dolcemente cogliendomi di sorpresa "sai è anche la mia di camera" ridacchia e io sbuffo.

Ecco, appunto.

Mi alzo controvoglia infilandomi un biscotto in bocca e trascinando i piedi verso la porta, faccio due giri di chiavi e la spalanco per poi tornare nella mia posizione iniziale.

Lo sento avvicinarsi per poi sedersi al mio fianco con le gambe raggomitolate al petto, allunga la sua mano verso il pacchetto e ne sfila cinque biscotti sotto il mio sguardo incazzato. Ho quasi rischiato la vita per questi cosi!

"è il minimo, ti ho salvato dalla tua morte imminente" si giustifica per poi cacciarseli tutti in bocca mentre io sono scioccata. Ma come cazzo ha fatto?

"come va?" chiede dopo un po' appoggiando la sua testa sulla mia spalla, mi irrigidisco un po' ma lo lascio fare.

"molto bene" mento " a te?"

"stupendamente"

Shawn's POV

"stupendamente"

Si certo. È proprio bellissimo dover stare appiccicato ad una psicopatica facendo finta di amarla.

"bene" sussurra.

Non ho potuto fare a meno che appoggiarmi a lei, nonostante non siano passati nemmeno due giorni da quando abbiamo "litigato" mi era mancata, e molto.

Mi sono mancati i suoi sbalzi di umore, la sua vergogna che cerca di nascondere facendo la spavalda, la sua continua ricerca del bene in chiunque anche se non riesce a trovarlo in se stessa.

I miei occhi cadono sulle sue labbra ricoperte di poche briciole che le fanno ancorá più belle, la bocca è socchiusa e io sto combattendo con tutte le mie forze per non scagliarmi contro di esse.

Non posso, non possiamo continuare cosí.

okay sono a dir poco in ritardo ma sono successi un po' di casini
1. nelle prime due settimane di scuola ho preso una sfilza di insufficenze assurde e ho dovuto studiare come se non ci fosse un domani ma sono riuscita a recuperlarle tutte nonostante è tutta la settimana che vado a letto alle 11 e mezza e mi sveglio alle 11

2.ho litigato con una mia cara amica per colpa esclusivamente mia, del mio costante nervosismo ed ansia

3. ho un raffreddore/tosse assurdo che quasi non respiro

4. ho scoperto che il 31 vado a scuola e questa cosa fa schifo.

Detto questo spero che il capitolo vi sia piaciuto.

Qualcuno di voi sa usare youtube? Più precisamente fare trailer? Se si contattatemi please!

Lov u

Prisoner || Shawn MendesLeggi questa storia gratuitamente!