Capitolo 18

5.4K 329 192

basta fissare la foto di copertina monelle!

Ci avete mai pensato al perchè siamo nati tutti diversi?
Non potevamo essere come i giapponesi o cinesi?

Ma non che mi dispiaccia se solo io fossi nata con i capelli biondi lunghi e lisci, occhi azzurri, nessuna imperfezione come i brufoli e fisico da far invidia a Taylor Hill.

E invece no, somiglio più ad un topo che ad una ragazza.

Non possiamo pensare tutti la stessa cosa? Avere le stesse idee?

No, anche questo è impossibile ed è assurdo come quelli che non la pensano come noi non capiscano un cazzo.

"non puoi farlo Michael!" sbotto esausta.

"perchè no? è più divertente!"ribatte con la bocca aperta. Dio giuro che li ammazzo tutti e cinque.

"amico non puoi obbligare tutte le ragazze a vesitirsi come vampiri-succhia -cazzi" mi aiuta Shawn appoggiando una mano sopra alla sua spalla "e non puoi nemmeno a farle succhiare la tua Cliffoconda come prezzo d'entrata"

"oh fanculo, non si può mai fare niente con voi!" borbotta lanciandosi su una sedia vuota.

"potremo eleggere una reginetta ed un r-"

"no Calum, non ci provare" lo blocca Ash.
Ah si, ha paura anche delle corone perchè una volta ha sognato che veniva infilzato con una di queste.

Io non so che dire.

"potremo fare una festa in stile Suicide Squad?" domanda Luke.

"lascia perdere, non voglio assistere a stupramenti delle Harley Queen da parte dei Joker" dico prima che Michey possa aprire la bocca per accettare.

"ognuno si veste come cazzo vuole" sbotta ad un certo punto Shawn esausto. Tutti annuiscono come se fosse stata l'illuminazione divina che ti viene durante l'interrogazione.

Dopo tre ore finalmente qualcuno ha avuto un'idea decente.

"e voi potreste suonare qualcosa" suggerisco.

Adoro la loro musica, anche se i testi fanno abbastanza pena per ora so che se solo mettessero un po' di anima e di loro in quello che scrivono spaccherebbero.

"io non penso sia una buona idea" borbottano quasi simultaneamente come in imbarazzo.

"state scherzando spero! La vostra musica è stupenda ed è incredibile come con anche poche note voi riusciate a raggiungere i cuoti di chi vi ascolta. E riguardo ai testi, beh, ci sará un po' da lavorare ma comunque ce la farete. Fidatevi di me"


Quando sento che la sedia al mio fianco quasi non faccio un infarto, proprio adesso che Derek si è ritrasformato in un trentenne gnocco dovevi rompermi i coglioni.

"che guardi?" sento la voce calda di Shawn che mi fa rabbrividire. Non so cosa mi stia succedendo ma non mi piace affatto.

"Teen Wolf" rispondo atona cercando di non risultare troppo acida.

"hei stai tremando, tutto bene?" chiede appoggiando una mano sopra la mia. Annuisco poco convinta al che lui corruccia un sopracciglio e con esso anche la bocca. Vedo che avvicina le sue labbra sempre di più al mio viso fino ad appoggiarle sulla mia fronte delicatamente. Socchiudo la bocca e prendo un grosso respiro staccandomi bruscamente da lui e alzandomi in piedi.

"no Shawn" mi scivolano dalla bocca queste due parole che pensano abbiano fatto più male a me che a lui.

"cosa no?" si alza e si mette davanti a me, troppo vicino a me al che faccio un passo all'indietro.

"io e te, noi non-"

"cosa?" mi blocca ridendo mentre sento qualcosa dentro di me rompersi bruscamente. Come le onde che si infrangono contro gli scogli in inverno, un vetro che cade, un freddo improvviso.

"niente" ringhio incazzata. Non puó fare così e dopo pensare che io non ricambi.
O dio cosa ho appena detto. Io ricambio? Ma cosa ricambio? L'unica cosa che so cambiare sono le canzone su Spotify e nemmeno così tanto bene dato che a volte mi scivola anche il dito.

"cosa ho fatto adesso?"

"niente Shawn, niente! Vai pure da Lily è lei quella con cui devi stare" urlo sentendo la vena sul mio collo pulsare e le unghie che si conficcano dentro al palmo della mia mano.

"ora esci subito dalla mia camera" continuo indicando la porta alla mia destra con fare autoritario.

"con Lily? Ma cosa centra ades-"

"esci fuori" urlo chiudendo gli occhi e sbattendo un piede a terra.

"fanculo, io vado realmente da Lily" sbotta a sua volta.

Quando li riapro vedo la stanza vuota e la porta ancora aperta; mi fiondo a chiuderla per poi appoggiarmi contro ad essa.

Shawn's Pov

Esco di casa dopo aver preso le chiavi ed inizio a camminare senza una meta precisa calpestando qualche foglia qua e lá.
L'adrenalina e la rabbia non se ne sono ancora andate. Giuro su dio che se qualcuno adesso le torce anche un solo capello io lo faccio fuori in meno di due secondi.

Improvvisamente il cellulare mi squilla in tasca ed io con un gesto fulmineo lo tiro fuori.

"hai fatto?"

"si" rispondo atono mordendomi l'interno del labbro.

"perfetto amore, adesso saremo solo io e te" dice con fare amiccante che mi fa solo venire un conato di vomito.

"non mi chiamare amore" ringhio.

La ragazza dall'altro capo del telefono ride in modo sguaiato "ti ricordo che adesso sono io che comando qua e se non vuoi che venga fatto qualcosa al tuo fiorellino è meglio se obbedisci amore"

Sbuffo roteando gli occhi "tutto purchè non le facciate d-"

"aw, ma come sei tenero! E dire che quando stavi con me non avresti mai detto una cosa simile" sento dell'amarezza nella sua voce e questo non è affatto un buon segno.

"non ricominciare Lily" la ammonisco.

"cosa ti ho detto sull'ubbidire?" urla cosí forte che devo allontanare il cellulare dall'orecchio per poi scoppiare in una risata isterica.

"tu sei impazzita" borbotto scioccato.

"si lo so, me lo dicono in tanti" ridacchia prima di riattaccare.

uau il primo Shawn's pov ( lacrimuccia)

l'ultimo shooting di shawn fatto da vogue è la cosa più vella che io abbia mai visto.
Boh spero che non vi siate dimenticata della vecchia cara Lily che è onnipresente nelle mie storie ehehehe.

Boh non so che dire quindi buona vita e vado a studiare, adioss

Prisoner || Shawn MendesLeggi questa storia gratuitamente!