Capitolo 9

6.1K 367 165

NON POTEVO NON METTERLO IN COPERTINA
anzi no perchè non me lo trova lol

Di solito alle feste di Calum ci sono tre punti fondamentali che devono essere assolutamente rispettati. Uno di questi sono i vestiti corti per le ragazze, ah e preferibilmente anche corti, molto corti.

L'unica che può non seguire questa regola sono io, anche perché odio i vestiti corti ed i vestiti in generale. Non essendo poi il massimo dell'aggraziato rischierei di sventolare la mia Fernanda al vento e la cosa non mi piace molto.

La seconda regola è quella di ubriacarsi solo con la birra e fidatevi se vi dico che fa davvero schifo.

Infine l'ultima e la più importante è quella di baciarsi con qualcuno, indipendente da chi sia. Mi ricordo che una volta Melanie, una ragazza che poi si è scoperto che ha avuto così tante mononucleosi nella sua vita che quasi non si contato e l'ha attaccata a metà scuola.

"Shawn come credi che dovremo andare da Calum?" chiedo al ragazzo mentre mi spazzolo per l'ultima volta i capelli lasciati sciolti. Alla fine ho optato per una tuta nera con la schiena scoperta e molto larga.

"ci viene a prendere Cam " risponde con non curanza mentre continua a fare un musical.ly che, a dir la verità, continua a fare fuori tempo. Penso che mi caverò gli occhi se non la smette.

Improvvisamente sento il cellulare di Shawn che suona, finalmente.

"okay bro" dice e poi riattacca rivolgendosi a me "andiamo"

Annuisco e scendiamo le scale.

"sei meno brutta del solito" dice ad un certo punto alle mie spalle mentre apro la porta per uscire di casa non dopo aver salutato i miei genitori.

Lo guardo alzando il sopracciglio destro assottigliando gli occhi, sto per ribattere quando il suono di un clacson non mi fa perdere dieci anni di vita.

"ciao dolcezza" ammicca Cam che ora è al mio fianco, ha insistito tanto perchè io mi sedessi sul posto del guidatore.

"bro presta attenziona alla strada cazzo!" urla Shawn prima che io possa rispondere, in effetti il tatuaggio vivente stava per investire una intera banda di mocciosi che cantavano 'Ma che ne sanno i 2000'.
Beh poteva anche metterli sotto a questo punto.

Cam lancia un'occhiataccia la moro e per tutto il tragitto nessuno parla più. Finalmente arriviamo davanti al vialetto di casa Hood ormai pieno di ragazzi.

Parcheggia sul ciglio della strada e così scendiamo tutti e tre contemporaneamente.

"non ti sei portata niente per coprire la schiena?" mi chiede Shawn sussurrandomelo all'orecchio mentre attraversiamo il guardino.

"no, perchè?"

"sei troppo in vista per i miei gusti" borbotta mettendosi perfettamente dietro di me ed impedendo alla mia bellissima schiena di prendere aria.

"stai scherzando spero" inizio sarcastica "forse non ti sei guardato bene attorno dato che ci sono ragazze a cui si vedono le mutante" ringhio tra i denti.

Lo sento sbuffare cosí allungo il passo es entro dentro casa, vengo subito investita dal grissino vivente che mi abbraccia giá completamente sbronzo. Va bene che non tiene l'alcool ma non sono nemmeno le dieci di sera!

"ciao quasi donna" urla ridendo al mio orecchio. Sento che Luke si stacca, o meglio qualcuno lo stacca.
Di fatti Shawn mi ha appena messo entrambi le mani alla vita e mi sta spingendo verso di lui.

"cosa fai?" chiedo girandomi dopo che Luke si é messo a parlare con una ragazza dell'accoppiamento tra pinguini.

"ho sentito il bisogno di allontanarti da lui" dice ad un certo punto.

"cosa? Ma che cazzo stai dicendo Shawn? Luke è uno dei miei migliori amici!" lo fulmino staccandomi da lui.

"dove vai adesso?"lo sento urlare mentre mi faccio spazio tra la gente.

"ho sentito il bisogno di allontanarmi da te" gli rispondo per poi scomparire.

Forse è meglio se per questa sera io non beva dato che altrimenti dovrei subirmi la ramanzina dal mio quasi cugino e da mia madre.

Mi butto nello spazio dedicato al ballo: non sono mai stata una di quelle ragazze che si vergognano a ballare, forse perchè faccio così tante figure di merda nella mia miserabile vita che una in più sicuramente non mi fará male.

Inizio a saltare, a differenza delle altre ragazze che stanno solo muovendo i fianchi struciandosi tra loro, ma, dato che io non lo so fare, mi limito ad imitare un canguro sulle note di ' The Horns'.

" sei molto sensuale ed aggrazziata dolcezza" dice quello che riconosco essere Cam alle mie spalle.

"grazie,lo so" rispondo acida. Non mi fido di lui.

"che ne dici se rallentiamo il ritmo" continua seguendo i miei stessi ' passi' e mettendosi davanti a me.

Ridacchio per la scena, d'altronde siamo gli unici due che sembrano in preda ad un raptus qua dentro.

Scuoto la testa ridendo al che lui mi segue.
Penso sia la prima volta che lo sento ridere senza che sia una risata o malefica -come quella di Voldemort intendiamoci- o maliziosa.
È bella okay, ma il confronto tra la sua e quella di Shawn è completamente impossibile.

Perchè sto pensando a lui? Sbarro gli occhi e scuoto velocemente la testa per far uscire il suo volto dalla mia mente
Balliamo per quello che mi è sembrato relativamente poco ma quando lancio uno sguardo all'orologio noto che sono giá passate tre ore.

Improcvvisamente sento le mani di Cameron posarsi sui miei fianchi e la sua bocca avvicinarsi sempre di più alla mia quando cessiamo di saltare. Io rimango ferma, immobile come se , se mi muovessi, potrei venire bruciata viva.

Poi tutto accade velocemente, le mani del tatuato non le sento piú ma al suo posto sento che il mio corpo viene caricato sulla spalla di qualcuno. In men che non si dica sono fuori casa in piedi in mezzo al marciapiede ancora intontita da quello che è successo.

Davanti a me c'è Shawn con gli occhi che fiammeggiano e le mani chiuse in due pugni. Prima che possa iniziare a parlare lui mi urla contro facendomi spaventare, così faccio un salto all'indietro.

"che cazzo stavi facendo con Cameron?!" attira l'attenzione di due ragazzi che si stavano pomicciando poco più in lá, ma che ci riservano solo una breve occhiata.

"io non-" balbetto impaurita ma lui mi prende per il polso stringendolo un po' troppo forte per i miei gusti.

"tu cosa Miley?! Dimmelo che volevi venire a sta festa di merda solo per fare la puttana con il primo che passava!"

"io sarei puttana? Davvero Shawn?!" urlo raccogliendo tutto il coraggio che ho in corpo "non ho ancora dato il primo bacio, non mi ho mai messo in mostra nessuno dei miei genitali, non ho mai fatto ne seghe ne pompini, nemmeno da ubriaca. Cerco sempre di coprirmi il piú possibile e la maggiorparte delle volte non mi trucco. Ah e vuoi sapere la cosa migliore?" chiedo sarcastica e rossa in viso mentre inizo a vedere del senso di colpa nei suoi occhi " sono vergine!" urlo con tutta la mia voce.

"io- Miley mi dispiace no-"

"senti la prossima volta conta fino a tremila prima di parlare" lo interrompo lasciandolo solo sul marciapiede mentre inizio a camminare da sola, a mezzanotte, verso casa.

okay adoro far litigare i personaggi ma adoro ancora di più Mercy.
Cioè è davvero stupenda, dall'arrngiamento al testo al video.

Vado a fangirlare ciao ciao

Prisoner || Shawn MendesLeggi questa storia gratuitamente!