Capitolo 8

5.7K 363 90

Ci sono cose nella nostra vita che non hanno un vero e proprio senso, ad esempio perché esiste il vento, perché in Teen Wolf la prima stagione dura 12 episodi mentre la terza 24, perché quando devi fare qualcosa di importante ti succede sempre qualcosa di brutto prima, perché non appena piove i miei capelli prendano vita, ma la cosa più è importante è perché quando si ha il ciclo si sta così male.

Davvero, io sono allibita. Non è possibile che ogni volta preferirei essere buttata dentro ad una stanza piena di zanzare piuttosto che subire tre giorni di mal di testa continuo, sbalzi di umore, mal di pancia e quant'altro. E, come se non bastasse oggi abbiamo anche la prima lezione di latino.

Entro in classe e mi lancio letteralmente sul banco. I due giorni a contato con Shawn e la natura mi hanno letteralmente distrutta inoltre il bagno più vicino era a due chilometri di distanza. 

"Hei" giro la testa di scatto ma mi pento di averlo fatto. Primo o poi lo denuncio a qualcuno, giuro. Improvvisamente sento che la mia sedia viene spostata e mi trattengo dall'urlare per lo spavento, siamo a meno di cinque centimetri di distanza e io sto letteralmente tremando di paura.

"non potrai scappare per sempre da me, prima o poi ti prenderò" soffia sul mio orecchio facendomi rabbrividire ma non tanto rispetto a quando la professoressa ormai decrepita che a parere mio e di Michael ha combattuto le guerre Puniche e assistito alla presa di Troia, ci dice che spiegherà il participio.



"hei nana" 

"ciao Cal" gli sorrido mentre mi circonda con il braccio la spalla ed accompagnandomi al mio armadietto per mettere giù i libri per poi dirigerci verso la mensa.

"domani sera faccio una festa, ti va di venire?" chiede mentre ci sediamo.

"io- va bene, ma penso che mi dovrò portare quell'aborto di-"

"ciao a tutti" è possibile che ogni volta che parli male di una persona questa ti spunti di fianco come un fungo di Super Mario che da piccolo ti faceva partire tanti di quegli insulti e bestemmie che ti arrivava la lettera di congratulazioni da Germano Mosconi?!

"stavo giusto parlando con tua cugina della festa che darò domani, ti va di venire?" chiede il neozelandese.

Shawn annuisce guardandomi, e ora che vuole?

"ti ho sentito" mima con le labbra non facendosi vedere dagli altri: alzo gli occhi al cielo e sbuffo.

Inizio a mangiare la mia misera mela, ovvero l'unica cosa commestibile qua dentro quando alzo gli occhi e noto che Shawn sta mangiando degli Oreo.

"e quelli dove li hai presi?" chiedo appoggiando la mela sul vassoio e mettendomi meglio davanti a lui.

"oh, tua madre me li ha comprati" risponde alzando le spalle al che io spalanco gli occhi. Quella donna non mi compra nemmeno una bottiglietta d'acqua senza che io la preghi mentre all'assassino gli compra il nettare degli dei così, perché le andava?

"che c'è? La mammina si è dimenticata di te?" mi prende in giro e io mi trattengo da cavargli uno a uno tutti quei denti perfettamente bianchi  e dritti con una pinzetta. Mi limito a fulminarlo con gli occhi e a mandarlo elegantemente a fanculo facendolo ridere di gusto.

"ne vuoi uno?" chiede poi.

"no" oh davvero orgoglio? Adesso devi farti sentire!

"tieni" mi porge il biscotto ridacchiando, allungo la mia mano sfiorando delicatamente la sua facendo così partire l'ennesima scossa che si propaga per tutto il mio corpo. Prendo l'oggetto in questione velocemente e balbetto un grazie.

"di niente ragazzina" sorride mettendosi in bocca un intero Oreo.




"mamma ti prego!" urlo rincorrendola per tutta la casa mentre i tre uomini sono comodamente seduti sul divano a commentare una partite di hockey su ghiaccio fregandosene altamente di noi due.

"Miley ti ho detto di no! L'anno scorso il tuo amico aveva portato a casa un pinguino dicendo che fosse suo figlio e tu lo assecondavi!"

"eddai era uno scherzo-"

"avevate trasformato la tua camera in un enorme freezer, tutto questo dalle tre di notte alle sei della mattina!"

"si beh forse io e Luke avevamo esagerato con la Vodka ma quest'anno sono molto più matura!"

Mi guarda alzando un sopracciglio e i tre trogloditi si girano fissandomi con la stessa espressione di mia madre. Oh che stronzi!

"Shawn" continua poi lei rivolgendosi al ragazzo "tu andrai alla festa?"

"penso di si"

"okay allora se ci va lui tu ci puoi andare"

Davvero? Lei si fida più di un carcerato che di sua figlia?! La gelosia mischiata alla rabbia aumentano dentro di me fino a quando non è esplodo.

"ah di lui ti fidi invece!" urlo per poi correre su per le scale e chiudermi in camera ignorando completamente le urla di mia madre. Mi siedo sul letto fissando il soffitto, mi sono dimenticata sia il cellulare che il computer in salotto e col cavolo che scendo per andarli a prendere, farebbe cadere tutto.

Quindi mi ritrovo a pensare, cosa che odio fare personalmente perché mi soffermo sulle cose a cui non do molto peso lì per lì. Dopo pochi minuti sento qualcuno che bussa alla porta fecndo fallire il mio misero tentativo di concentrarmi.

"va via mamma" borbotto accasciando sempre più con la testa sul cuscino.

"sono Shawn"

"oh beh in questo caso puoi ancje morire" borbotto per poi sentire la porta della camera aprirsi e il letto affondare sotto il suo peso.

Alzo di poco la testa ed incontro i suoi occhi marroni che mi fissano, come per studiarmi. Ci fissiamo per una decina di secondi poi lui appoggia la sua mano sulla mia ed incredibilmente mi calmo ma è questione di un attimo.

"cosa vuoi?" chiedo togliendo la mia mano dalla sua che però lui riprende prontamente.

"non essere arrabbiata con lei, ci tiene a te" sussurra.

"si certo" rispondo sarcastica "si fida più di un assassino che di me" 

Lo sento ridacchiare " ha chiesto se andavo così che tu fossi al sicuro" dice.

"so cavarmela benissimo da sola, non ho bisogno di un baby sitter"

"un baby sitter molto sexy devi ammettere" Shawn per favore non farmi ridere che sono incazzata.

"oh oh è un sorriso quello?" dice mettendo un dito sulla piccola rughetta che ho formato. Nego con la testa e con i denti mordo le guance così da non scoppiare a ridere, cosa impossibile dato che mi sta continuando ad imitare.

BOH NON SO CHE DIRE TRANNE CHE MANCANO 5 GIORNI ED IO NON SONO EMOTIVAMENTE PRONTA!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

sono sommersa letteralmente da compiti e adoro musical.ly

Prisoner || Shawn MendesLeggi questa storia gratuitamente!