Capitolo 4

7.3K 349 155

IMMAGINATEVI CAM COME NELLA FOTO QUA SOPRA E NASH SIMILE!

"non ci credo!" dice Cal non appena racconto cosa è successo durante chimica.

"io non voglio più stare vicino a te"continua Luke allontanandosi da lui facendomi ridere anche se lui l'ha detto seriamente.

"ma come cazzo hai fatto a dare fuoco ai capelli di Lily?" chiede Ashton ancora scioccato.

"ma non è colpa mia se quella la si emessa davanti al fornello proprio mentre stavo per starnutire"

Finalmente raggiungiamo la mensa ed i miei occhi cadono subito su Shawn che sta parlando con Cameron e Nash, merda. Non poteva farsi amici, che so, quelli del club di scacchi? No! I due che erano stati al riformatorio e poi subito dopo in prigione che hanno ventidue anni e sono ancora al liceo perfetto.

"io non ti accompagno" urla Luke alzando entrambi le mani, seguito da Ash e da Michael. Guardo Calum con i labbro sporgente e gli occhi da cerbiatto.

"se non mi accompagni puoi scordarti che ti presti ancora il mio balsamo" dico con la voce a metà tra quella di una bambina e quella di qualche demone.

Mi guarda con gli occhi sbarrati e poi mi accompagna dall'altra parte della stanza. Shawn è di spalle e quindi i primi occhi che vedo sono quelli di Dallas che zampillano non appena mi vede.

"la piccola Timber, da quanto tempo" ridacchia facendomi fare una smorfia di disapprovazione.

"si, ciao" rispondo secca tirando per un braccio Cal che stava per andarsene.

"Shawn" adesso mi rivolgo al mio finto cugino che sta continuando a far saettare lo sguardo da me a Cameron e viceversa.

"che vuoi?" risponde acido.

"lo scuolabus passa tra un'oretta fatti trovare pronto fuori" ringhio, sono ancora incazzata per la faccenda dei Lindt.

Fa un cenno con la testa come scocciato e allora mi giro sui tacchi e torno dai miei amici.

"ma Cameron e l'altro non erano in prigione?" chiede Cal mentre raggiungiamo il nostro tavolo.

"sono usciti quest'estate su cauzione da quello che ho capito"

Io giuro che lo uccido prima o poi, è da dieci minuti che lo sto aspettando per salire sullo scuola bus e non si è fatto ancora vedere.

"Miley io devo andare" mi urla Robert dal posto del guidatore, sospirando gli dico che può partire e quindi rimango da sola sul marciapiede davanti alla scuola perfetto.

Che cielo grigio, speriamo non-  ma porca troia!

Inizio a correre verso casa con la cartella che mi rimbalza sulla schiena e cerco di coprirmi con il libro di algebra che tanto non userò mai. Dopo quindici minuti di corsa ho perso le speranza ed inizio a camminare.

No io odio la pioggia. fortunatamente questa mattina mi sono fatta una coda alta se no i miei capelli ora somiglierebbero alla tana di uno scoiattolo mentre si accoppia. Finalmente arrivo davanti a casa, stanca, incazzata e affamata.

Suono il campanello e aspetto che qualcuno mi apra.

"toh guarda, Harley Quinn" ride Shawn non appena mi apre la porta.

Miley rimani calma, non puoi saltargli addosso e staccargli gli occhi con un cucchiaio per poi farglieli mangiare, o forse si?

"perché mi stai guardando così?" chiede preoccupato, al che lo supero, prendo la vasca di gelato al pistacchio e corro in camera mia chiudendola a chiave non prima di aver urlato che chiunque osi disturbarmi verrà defenestrato in meno di cinque secondi. Prendo il pc e mi siedo sul letto di Shawn pronta a tre ore di puro rilassamento e depressione.

"ma perché fa così?" sento borbottare fuori dalla porta, è sicuramente la voce del diciottenne.

"è in un momento di depressione acuta, alle volte le capita. Meglio che la lasci stare per un po'"risponde mio fratello e finalmente posso godermi la mia completa solitudine.

Passano le ore e poi sento il mio cellulare squillare, un messaggio da Calum:

Luke ha una nuova idea per un pezzo, vieni subito!

Sorrido ma poi mi ricordo di tutte le altre idee che ha avuto il biondo: una era fare una canzone sui pompini che diceva tipo di prendere e succhiare fino a farlo calmare, un'altra sullo yoghurt che somigliava al liquido seminale e altre cagate.

Scendo dal letto e metto in pausa Photograph appoggiando il computer sulla scrivania, mi dirigo verso la porta e la apro.

"mamma io vado da Cal" urlo aprendo la porta d'ingresso.

"aspetta tesoro viene anche Shawn!"

"cosa? No!"

"ha bisogno di integrarsi al meglio quindi tu lo porti con te dai finti musicisti, capito?" continua spuntando con la testa fuori dalla cucina, annuisco impaurita dato che ha un mattarello in mano.

Passeggiamo sul marciapiede a debita distanza, nonostante tutto sono ancora incazzata.

"non hai preso lo scuola bus oggi?" chiede affiancandomi.

"no" rispondo fredda.

"perché?"

"perché?!" ecco adesso va a finire in rissa "perché un ritardato mentale a cui ho dato appuntamento fuori dalla scuola per tornare a casa insieme non si è presentato e quindi ho perso l'autobus ed ha anche iniziato"

"certo che è proprio stronzo quel Mich-"

"eri tu Shawn il ritardato mentale" lo blocco.

"volevo avvisarti che Cameron mi ha dato un passaggio in macchina fino davanti a casa"borbotta quasi offeso " ma non ho il tuo numero"

"e mai lo avrai!" sbotto " aspetta, Cameron adesso sa dove abitiamo?" chiedo scioccata.

"beh s, perché?"

"tu non sei un ritardato mentale, sei un coglione!" urlo in mezzo alla strada attirando l'attenzione di due vecchietti che mi guardano male. Tornate a giocare a burraco valà.

"guarda che conosco Cameron, è un bravo ragazzo" dice sicuro di se.

"dove l'hai conosciuto?" chiedo alzando un sopracciglio.

"in carcere" borbotta, ecco appunto proprio un bravo ragazzo!

Finalmente arriviamo al garage del neozelandese dopo un viaggio completamente silenzioso.

"uau Miley sei st- oh ciao cugino figo!" sbuca Ash stranamente non sudato.

"ciao" risponde diffidente Shawn.

"ho una nuova canzone!" mi urla a mezzo centimetro dall'orecchio Luke non appena mi siedo sul divano davanti agli strumenti musicali.

"sentiamola" dico allontanandomi.

"one, two, three, four" inizia a dare il tempo il batterista poi tutti iniziano a suonare e cantare

" My girlfriend’s bitchin’ cause I always sleep in
She’s always screaming when she’s calling her friends
She’s kinda hot though
Yeah she’s kinda hot though

My shrink is telling me I’ve got crazy dreams
She’s also saying I’ve got low self-esteem
She’s kinda hot though
Yeah she’s kinda hot though"

Una canzone decente, miracolo!

SCUSATEMI SE NON HO AGGIORNATO IERI MA HO LITIGATO DI BRUTTO CON MIO PAPÁ.

she's kinda hot io la amo, mi fa troppo ridere.

Ah Cam versione bad boy mi piace troppo.



Prisoner || Shawn MendesLeggi questa storia gratuitamente!