Capitolo 6

3.9K 190 2

Ieri, dopo essere tornata a casa, mi sono subito messa a dormire, troppo stanca per pensare anche solo minimamente alle parole di quella ragazza... Jinniger.
Una cosa che invece mi ha fatto pensare è stata la presunta relazione tra lei e Cameron, che mi ha lasciata davvero sorpresa, dato che non mi sarei mai aspettata che Cameron avesse una ragazza.

"Ti consiglierei di prepararti invece di pensare alla relazione tra quei due"

Giusto, oggi è il primo giorno nella nuova scuola, me n'ero assolutamente dimenticata!
Scendo dal letto e corro verso il bagno per andare a farmi una doccia veloce,e quando esco mi rendo conto di non aver portato i vestiti con me.

"Cazzo"sussurro fra me e me, per poi mettere un asciugamano attorno al corpo. Apro lentamente la porta e mi affaccio solo con la testa per controllare che non ci sia nessuno, e non vedendo gente nei paraggi esco dal bagno e corro verso la mia camera.

Grazie alla mia smisurata sfortuna, vado a sbattere contro qualcuno e quindi stringo ancora di più l'asciugamano per evitare che mi cada.

"Ehm Jane, tutto okay?"mi chiede Matt ,diventando rosso mentre mi guarda.
"Si, ora scusa ma devo andare a vestirmi" dico, allontanandomi di fretta.
"Si certo, ehm, a dopo" dice balbettando, mentre entro in stanza e tiro un sospiro di sollievo.

Nel momento in cui sto per togliere l'asciugamano e vestirmi, una voce alle mie spalle mi fa sobbalzare.

"Devo ammettere che non è male come spettacolo, ragazzina"dice Cameron, seduto sul bordo del mio letto.
"Tu cosa ci fai qui?! ESCI SUBITO!"gli urlo contro,mentre lui alza le mani in segno di resa.
"Sinceramente non so bene perché mi trovo qui, ma so perfettamente che a me non darebbe fastidio se ti cambiassi adesso"dice ghignando, con il suo solito sguardo malizioso.
"Ah beh ovvio che non ti infastidisce questa cosa, peccato che per me non sia lo stesso. Adesso esci dalla mia stanza!" urlo, facendo arrivare Nash in camera, correndo.
"Cosa succede qui?" chiede, guardandomi attentamente "JANE VESTITI SUBITO!"continua, per poi mettersi davanti a me come da scudo.
"Lo farei se non fosse per il tuo amico, che a quanto pare non ha minimamente voglia di uscire dalla mia stanza" gli dico, guardando Cameron con sguardo assassino mentre lui mi osserva ghignando.
"Cameron esci subito dalla stanza di mia sorella" gli dice Nash e lui obbedisce.
"Ora dovresti uscire anche tu"gli dico e lui,dopo avermi dato un bacio sulla fronte, mi da retta e va via.

Posso finalmente vestirmi e quindi, dopo aver messo la biancheria, metto uno skinny jeans,una t-shirt e poi infilo le mie adidas bianche.
Lascio i capelli sciolti e poi mi trucco con del mascara e dell'eyeliner .
Dopo aver preso lo zaino e il cellulare, scendo in soggiorno e vedo tutti i ragazzi presenti.

"Buongiorno!"saluto i ragazzi, che fanno lo stesso con me.
"Andiamo?"chiede JackJ e, dopo aver avuto l'approvazione da parte di tutti, usciamo di casa e ci avviciniamo alle auto.

Io sono in macchina con Nash, Shawn, Matt e -sfortunatamente alla mia destra- Cameron.

"Voi avete già il vostro appartamento nei dormitori?"chiedo curiosa ai ragazzi.
"Si, io sono in camera con Taylor e Shawn"dice Matt sorridendomi.
"Pensa a quanto devo sopportare sto tipo"dice Shawn,riferendosi a Matt, che alza il dito medio.
"Tu con chi convivi, Nash?"chiedo, spostandomi leggermente in avanti per poterlo guardare meglio, anche se lui fissa con attenzione la strada.
"Con Cameron, l'altro coinquilino è scappato" dice ridendo, facendo fare lo stesso al ragazzo alla mia destra.
"Cosa gli avete fatto?"chiedo preoccupata.
"Diciamo che l'abbiamo sorpreso un po' facendolo svegliare, nudo, nel corridoio del dormitorio"dice Cameron,ridendo come un matto.
"Siete dei mostri!"esclamo,dispiaciuta per quel povero ragazzo.
"No, semplicemente ci davano fastidio le amichette che si portava in camera ogni giorno"dice Nash,guardandomi dallo specchietto.
"Allora avete fatto bene"dico, annuendo convinta.
"Quel giorno ho riso un sacco" dice Matt, sorridendo divertito.
"Non dirlo a me, appena sono uscito dall'appartamento e ho visto la faccia di Kevin, sono scoppiato a ridere" dice Shawn ,con lo stesso tono di voce.
"Tu conosci già le tue coinquiline?"mi chiede Matt, voltandosi verso di me.
"No, e sinceramente sono un tantino preoccupata"ammetto, dato che ho paura che possano essere delle tipe snob e antipatiche.
"A me dispiace già per quelle povere ragazze"sussurra Cameron, pensando che non abbia capito, ma io l'ho sentito....l'ho sentito proprio bene.
"Cosa intendi dire con questo?"chiedo con tono acido.
"Sei insopportabile, non vorrei mai ritrovarmi al posto delle tue coinquiline"dice guardandomi.
"Se tu ti trovassi al posto delle mie coinquiline, sono sicura che faresti una fine peggiore rispetto a quella che ha fatto il vostro amichetto Kevin" gli dico, guardandolo malissimo "Spero solo di non ritrovarmi la tua ragazza in stanza, non riuscirei a sopportare la situazione e finire con il buttarmi dalla finestra" borbotto, irritata solo al ricordo di quella biondina fastidiosa.
"Ammettilo che sei gelosa"mi dice, guardandomi con un sopracciglio alzato e con un sorrisetto strafottente.
"Io gelosa? Di chi? Di te? Ma non farmi ridere pff "
"Vedremo..." sussurra lui,ed io non rispondo.

Dopo qualche minuto la ci fermiamo e Nash dice che siamo arrivati.
Scendo dalla macchina e mi ritrovo davanti un edificio enorme, straripante di ragazzi e ragazze che camminano in giro per il campus.

"Dai su, entriamo"mi dice Matt,  mettendo il suo braccio attorno alle mie spalle, anche se non ne capisco il motivo.

Entro nella scuola e mi guardo attorno attentamente, pensando che oggi potrebbe essere l'inizio di una nuova vita, una vita che spero possa rendermi più felice e che mi faccia dimenticare quella vecchia.

Brittle Souls [IN REVISIONE]Dove le storie prendono vita. Scoprilo ora