1. Nuova Città

330 18 28

Eren's pov

Sono passati solo due giorni dal nostro ultimo trasloco. Zia Betty ha sempre detestato la città in cui sono nata. Diceva che non era posto per una bambina quella città, troppo smog e altri componenti tossici nell'aria avrebbero potuto compromettere la mia salute.
Ah, giusto non mi sono ancora presentata, il mio nome è Eren Jeager e ho 17 anni. Vivo con zia Betty da quando sono nata. Mia madre è morta dandomi alla luce e mio padre, per impegni di lavoro, non c'è mai stato,e l'unica cosa che ha fatto, è stato mettermi il nome: quindi non conosco nessuno eccetto Zia Betty.
Se c'è una cosa che Zia Betty odia è l'ignoranza (oltre allo sporco), infatti appena siamo arrivati, si è preoccupata di scaricarmi a casa con la roba e di andare a trovare un buon collegio. Appena tornata a casa (pomeriggio inoltrato) , era raggiante e aveva in mano un borsone. E qui parte il panico. Non fraintendere, voglio bene a Zia Betty, ma quando lei è raggiante, prevedo guai, e al 90% dei casi ho ragione. Mi aveva portato in camera sua e per giunta aveva chiuso la porta a chiave, preso il borsone e tirato fuori un qualcosa avvolto in della carta da lavanderia. Camicia bianca, maglione beige, gonna blu plissettata, giacca del medesimo colore, cravatta rossa, calze bianche...
"UNIFORME SCOLASTICAAAAAA!!!!!!!!" si era messa ad urlare.
E da come avevo intuito, voleva vedermi indossarla.
Iniziai a correre su e giù per la stanza in cerca di quel magico armadio che portava a Narnia o al braccialetto di Mia & Me per scomparire, ma Zia Betty, come al solito, mi fece inciampare tirandomi un calzino (?) sulla schiena.
Dopo qualche minuto, Ero avvinghiata in quella maledetta uniforme.

"Aww ma sei carinissima patata di Zia"

"P-patata? Ma zietta cara, cosa ti sei fumata stamane?"

"Ohohoh, come sei carina, mi verrebbe voglia di-"

"NO ZIA, NON DIRLO!"
La interruppi. Ogni volta che lo diceva, partivano pensieri pervy sia a me che a lei, ed io in questo momento -come sempre del resto- non ho voglia di sorbirmi Zia Betty mentre allude ai suoi futuri nipotini.

"Dopodomani inizierai a frequentare i corsi, sei contenta?"

"Ehm, veramente no.. eh felicissima direi"
Aggiumsi vedendola fare una faccia da far paura persino a Kirisaki Jack e Jeffy.

"Brava la mia patata -ancora oh- dai scendi che ceniamo, così poi vai a nanna che domani andiamo a svali... ehm far compere in cartolibreria."

[...]

La cena durò a lungo. Zia Betty aveva preparato il risotto ai funghi. Non che non mi piacesse, ma le sue porzioni erano decisamente esagerate.
Appena finito, mi posò un bacio sulla fronte dicendomi un 'Buonanotte patata' mentre sparecchiava la tavola.
Mi fiondai in camera e mi ci chiusi dentro. Quando faceva così, aveva in mente di raggiungermi per parlare di coseh, e siccome avevo già sorbito troppo quella mattina, non avevo intenzione di sorbirla per il resto della nottata, e poi avevo dormito decisamente poco in quei giorni. Indossai la famicia da notte e mi misi a letto.
Pqssarono pochi minuti prima che Morfeo mi venisse a torvare portandomi nel Mondo dei Sogni.

Angolino della Patata

Alloooora salve a tutti. Questa è la mia prima Ereri (se tale si può definire).
Siccome stanotte ho sognato Eren con indosso una gonna Hawaiiana che ballava la Macarena (?), ho deciso di scrivere questa storia. Se vi è piaciuto, mettete una stellina, commentate e datemi consigli sullo svolgimento.
Cosa succederà in cartolibreria?
Lo scoprirete solo nel prossimo capitolo! Sciauuuuuuu🍭🍄




Love Me Until The End ||Female Eren X Levi||Leggi questa storia gratuitamente!