Prologue: Sleepless

11.4K 644 21

[Poppy]

"Andiamo, Zoe, ho sonno".
"Ma sono solo le nove di sera!" Esclama la ragazza dall'altra parte della linea, creando un fruscio con le lenzuola, ed alzo pigramente gli occhi al cielo, sapendo perfettamente che non puó vedermi, anche se sono piuttosto sicura possa immaginarlo.
Zoe Hood è una delle poche persone che conosco che anche durante le settimane di scuola riesce a stare sveglia fino alle due di notte. Non importa che abbia avuto atletica e due test complicati durante la giornata e che il giorno dopo abbia una presentazione e chi più ne ha più ne metta, lei rimane sveglia, tentando di tenere in piedi anche me.
Inutilmente.
"Lo so, ma oggi durante ginnastica ho dovuto correre. Non mi sento più le gambe" sospiro, sistemando meglio il cuscino nella speranza di trovare una posizione comoda che riesca a conciliarmi il sonno.
Una risata erompe dall'altra parte della linea, e stringo maggiormente il pupazzo tra le mie braccia, chiudendo gli occhi e lasciando che Zoe parli quasi da sola.
La piccola foca tra le mie braccia è un regalo di quando ero piccola, l'unico pupazzo a cui mi sia mai affezionata.
La mia migliore amica ripete in continuazione che abbiamo la stessa espressione idiota, ma non è affatto vero.
"Oh, te l'ho detto oggi?".
"Se si tratta del tuo monologo sul nuovo taglio di capelli di Lu allora sì, me l'hai detto" rispondo con la voce impastata di sonno, cercando di scacciare dalla mia mente l'immagine della bava alla bocca di Zoe davanti al nuovo taglio di capelli di mio cugino.
Lui è riuscito ad accalappiarsi tutti i geni buoni degli Hemmings, lasciando a me quelli peggiori: l'aumento di peso facile ed i capelli crespi.
È stato imbarazzante sentire oggi (come almeno tre volte a settimana, quattro se sono sfortunata) i soliloqui di Zoe riguardanti Luke, non tanto perchè sia brutto, ma perchè è mio cugino, per Diana!
Non so come sia a letto, e tantomeno voglio saperlo. Per me rimane quel bambino che a quattro anni mangiava le mie torte di fango.
Sono ancora offesa per ció.
Zoe sbuffa, e riesco a percepire anche senza vederla in faccia che ha alzato gli occhi al cielo: "no, Pops, non quello. Che, tra l'altro, permettimi di ripetere quanto gli stia bene. È il sesso su due gambe. Due gambe estremamente lunghe ed estremamente sexy".
"Zoe Hood!" Esclamo, scattando a sedere sul mio letto, e lei scoppia a ridere prima di continuare.
"Comunque, la novità é che Cal torna a casa per due mesi!" Continua, e sorrido al suo entusiasmo.
Zoe è incredibilmente legata a suo fratello nonostante lui sia costantemente lontano da casa, impegnato a giocare in una squadra di calcio di serie B in Inghilterra, tornando a casa solo in alcuni periodi.
"Finalmente... Quando arriva?" Domando, contenta per lei, e sento Zoe allontanare il suo gatto China dal letto, cedendo poi davanti agli occhi blu della gatta.
"Arriva domani verso le sei" risponde, continuando poi a raccontarmi tutti i programmi che ha in serbo per il soggiorno del fratello, e lentamente scivolo nel sonno, cullata dalla sua voce, ma prima che le braccia di Morfeo mi avvolgano del tutto percepisco le ultime parole di Zoe: "sei proprio l'esatto contrario di Calum".

Sleepless || Calum Hood Dove le storie prendono vita. Scoprilo ora