L'arrivo.

2.5K 141 30

«Ciao mamma.» saluto mia madre prima di correre attraverso la parete alla stazione.
«Ciao Dakota.» mi saluta a sua volta.
Corro con tutte le mie forze verso il muro,per poi ortrepassarlo.
Mi infilo nel treno diritto per Hogwarts,luogo nuovo per me.
Mi siedo. «Ci aspetta un viaggio magico.» dico a Hope,la mia gattina difianco a me,accarezzando il suo morbido e liscio pelo nero.
Afferro un libro dalla mia borsa,iniziando a leggere alcune righe,sperando che il viaggio duri poco.

«Ciao.» dice una ragazza entrando nella mia cabina,insieme a due ragazzi.
«Possiamo sederci?» chiede il ragazzo con gli occhiali e una strana cicatrice nell'angolo della fronte.
Annuisco sorridendo.
«Io sono Hermione.» si presenta la ragazza.
«Io sono Harry. Harry Potter.» dice il ragazzo con gli occhiali.
«E io sono Ron.» si presenta per ultimo il ragazzo dai capelli rossi.
«Piacere,Dakota.» sorrido timidamente.
«Non ti ho mai visto ad Hogwarts.» ammette Harry.
«Oh...sono nuova.» rispondo.
Dopo alcuni istanti di silenzio chiedo:
«Perchè hai quella cicatrice?» fisso la cicatrice a forma di fulmine sulla fronte di Harry,curiosa di sapere la sua storia.
«Sono sopravvissuto dalle grinfie di colui che non deve essere nominato. Avrai capito chi.»
Voldemort.
«Si.» ribatto.

La sala da pranzo è veramente enorme. I professori con il preside sono alla fine della sala,al tavolo destinato esclusivamente a loro.
«Voglio la vostra attenzione!» dice Silente.
Tutti si girano a guardarlo,compresa io.
«È arrivata una nuova studentessa. Dakota Enfield prego,venga qui.» mi invita e eseguo il suo ordine.
«Ora ti metteremo il cappello parlante,e definiremo dove dovrai essere smistata.» mi informa. Annuisco abbozzando un sorriso.
Mi mette il cappello sulla testa,e quest'ultimo dopo poco inizia a parlare.
«Mhhhh...molto intelligente. Andresti bene nella casa dei serpeverde...ma sei perfetta in quella del...GRIFONDORO!» applaudono tutti,e poi mi dirigo al mio posto a tavola insieme a Hermione,Harry,e Ron. Gli unici che conosco fin ora.

Draco's P.O.V
«Che bello. Un altra mezzosangue da prendere in giro.» sorrido,allettato all'idea.
«Già.» dicono in coro i miei amici.

Dakota's P.O.V
Tantissimo cibo è esposto sulla tavola. Prendo solo una fetta di pollo per poi metterla nel mio piatto,e gustarla in ogni boccone. Ron mangia come se fosse un maiale,e io lo fisso un po' stranita. «Tranquilla,fa sempre così.» dice Hermione notando che il mio sguardo era fisso su Ron.
«Guardala! Hermione,ti sei portata un amica a quanto vedo...una schifosa mezzosangue come te!» dice un ragazzo dal biondo cenere sghignazzando con il suo gruppetto.
«Sta zitto,Malfoy.» lo intima Hermione.
«Lui chi è?» sussurro ad Hermione.
«Draco Malfoy. Meglio non conoscerlo.» ribatte prima di ficcarsi un boccone del suo piatto in bocca.

Cerco disperatamente di trovare la mia camera e la casa del Grifondoro,ma con nessun risultato.
«Da questa parte!» arriva all'improvviso Hermione,guidandomi verso la mia camera.
Una stanza molto grande e accogliente.
«Starai qui con me. Ti va?» mi chiede. Annuisco.
«Hope.» sorrido mentre mi avvio verso la mia gattina. La prendo in braccio,accarezzandole la testa.
«È tuo?» mi chiede Hermione.
«Si.» rispondo.
«Davvero dolce.» mi sorride,per poi accarezzarla.
«Bene...emh...io vado a dormire. Buonanotte.» mi annuncia Hermione.
«Buonanotte.» le sorrido e decido di andare anche io a letto.
Ma resto quasi tutta la notte a fissare il soffitto,con l'ansia che mi martella nel petto. Chi sa come saranno le prime lezioni.

l'adolescenza tra le mura di Hogwarts.//Draco Malfoy.Leggi questa storia gratuitamente!