CAPITOLO 2.2 - LA SPERANZA DI UNA CHIAMATA

48 8 0

CONDIVIDI questa STORIA sui tuoi SOCIAL NETWORK, se ti è piaciuta.

COMMENTA se vuoi e io sarò felice di risponderti.

AGGIUNGI LA STORIA AL TUO ELENCO LETTURA, per rimanere aggiornato/a e ricevere i feed.

SEGUIMI qui su WATTPAD, GOOGLE +, FACEBOOK. BLOGGER E TWITTER, per RIMANERE AGGIORNATO/A.

Il prossimo aggiornamento sarà domani alle 21:00. Da oggi in poi ho intenzione di provare ad aggiornare questa storia tutti i giorni con dei capitoli più brevi.

----------------------------------------------------------------------------------------

Lore lo stava attendendo con ansia in cucina.

«Risolto tutto?». Gli chiese Lore

«Sì, è tutto apposto». Ammise Sebastian con un sorriso. Aggiunse ricordandosi la promessa che aveva fatto a Crystal. «Sì, ma non ti posso dire niente. Glie l'ho giurato. Mi ha anche detto che appena si sentirà pronta te ne parlerà».

«Oddio non è mica una cosa grave». Lore si spaventò.

«Ti posso solo dire che ora sta bene, ma non ti posso dire altro, non voglio tradire la sua fiducia nei miei confronti, altrimenti non mi parlerebbe più». Lore capì che Sebstian aveva ragione. Non poteva tradire la fiducia di Crystal. Altrimenti Crystal non si sarebbe più fidata di nessuno.

«Meriti un bel premio stasera». Lore lo guardò negli occhi e si gettò verso di lui mettendogli le braccia intorno al collo.

«Dai non voglio nulla, le buone azioni non vogliono in cambio niente, vengono tutte dal cuore». Le disse con un sorriso e poi si portò una mano all'altezza del suo petto. Sebastian aveva aiutato Crystal per il piacere di vederla stare bene. Aveva appena fatto una buona azione e non voleva assolutamente niente in cambio.

«Che ne dici se stasera andiamo in pizzeria, al cinema e in discoteca». Gli propose.

«Sì, ma sappi che per quello che ho fatto, non voglio niente in cambio. Usciamo per noi e per divertirci. E non perché ho vinto un premio». Ammise Sebastian. Continuò cambiando discorso. «Ti devo dire una cosa». Ammise è divento subito serio.

«Cosa?». Gli chiese incuriosita.

«Mi sa che tu lo conosci bene questo ragazzo»

«Allora si è innamorata di qualcuno».

«Sì, e io penso di conoscerlo anch'io».

«Ha incontrato questo ragazzo e sta male per lui?».

«Parla piano, potrebbe sentirci. Io non ti dico niente, però, se lo incontreremo vorrei conoscerlo».

«Perché non mi starai diventando dall'altra sponda». Scherzò Lore.

«No, è che vorrei capire che tipo è».

Lore andò in camera della sorella.

«Va tutto bene ora?». Le chiese.

«Grazie di avermi fatto parlare con il tuo ragazzo, magari c'è ne avessi uno anche io!».

«Vedrai che prima o poi arriverà». Le disse per rassicurarla.

«Ma te non hai mica incontrato qualcuno, un'amica o un amico?» Lore restò vaga non voleva farle capire che aveva intuito tutto, anche se Sebastian non le aveva detto proprio niente della conversazione che aveva appena fatto con Crystal.

«No». Ammise troppo velocemente.

«Allora perché eri triste?». Le chiese, sperando che si aprisse con lei.

After You Alive - Harry Styles #Wattys2017Leggi questa storia gratuitamente!