CAPITOLO 1.2 - L'INCIDENTE

89 13 4

CONDIVIDI questa STORIA sui tuoi SOCIAL NETWORK, se ti è piaciuta.

COMMENTA se vuoi e io sarò felice di risponderti.

AGGIUNGI LA STORIA AL TUO ELENCO LETTURA, per rimanere aggiornato/a e ricevere i feed.

SEGUIMI qui su WATTPAD, GOOGLE +, FACEBOOK. BLOGGER E TWITTER, per RIMANERE AGGIORNATO/A.

Il prossimo aggiornamento sarà domani alle 21:00. Da oggi in poi ho intenzione di provare ad aggiornare questa storia tutti i giorni con dei capitoli più brevi.

----------------------------------------------------------------------------------------

TRAMA:

Lei, è una ragazza che non crede più nell'amore.

Lui, è un ragazzo che si sente in colpa per aver perso ciò che aveva di più caro.

S'incontreranno e i loro mondi, così diversi s'andranno a fondere grazie alla magia della musica.

Grazie a sette note, ritorneranno a vivere una vita che il destino gli aveva strappato dalle mani.

La loro passione, la musica li farà unire in una maniera così profonda, che neanche loro avrebbero potuto immaginare.

Tra canzoni suonate, c'è la vita di due adolescenti che lottano per restare a galla e realizzare il loro più grande sogno: la musica.

----------------------------------------------------------------------------------------

Nel frattempo, passò per caso in moto un ragazzo da quella strada. Appena vide l'incidente, decise di fermarsi. Andava così veloce in moto, che non seppe nemmeno lui come fece a notarlo. S'avvicinò con la moto vicino all'incidente. Non si accorse immediatamente che per terra c'era una ragazza della sua età. Parcheggiò la moto vicino al bordo del marciapiede sconnesso e rovinato. Si tolse il casco, scese dalla moto e si levò lo zaino dalle spalle e l'appoggiò sopra la sella della moto.

Abbassò lo sguardo e vide una bella ragazza stesa per terra. Si intenerì non appena la vide. Era molto dispiaciuto che quella ragazza si fosse fatta tanto male. Harry aveva un volto così angelico, che in quel preciso istante riusciva a trasmettere sicurezza a Crystal.

Harry non era un ragazzo qualunque, si vedeva da come si comportava che aveva qualcosa di diverso. Era un ragazzo molto alto, sicuramente più di un metro e ottanta. Era magno e molto muscoloso. Portava dei jeans, una felpa, delle scarpe da tennis e un giacchetto molto aderente di colore blu scuro. Aveva i capelli castani chiari tendenti al biondo e gli occhi azzurri. Quegli occhi non erano solo belli, ma a Crystal sembrarono quelli di una persona che aveva sofferto molto nella vita; e se fosse stato così, forse lei sarebbe riuscita a capirlo più di chiunque altro, visto che anche lei aveva sofferto molto.

Aveva uno zaino, perché evidentemente anche lui era uno studente delle superiori.

«Ora ti tolgo il motorino da dosso». Le disse molto intenerito e preoccupato allo stesso tempo per lei.

«Grazie, io non ci riesco a sollevarlo». Lei si sentì sollevata per l'aiuto che quel ragazzo le stava dando. D'altronde lei era ancora intontita dall'incidente; le sembrava di conoscere il ragazzo gentile che la stava aiutando.

Lei provò a sollevarlo per fargli vedere che non ci riusciva. Era intrappolata sotto il motorino. Il motorino la stava schiacciando e comincio per questo a respirare in mondo affannato. Non aveva nemmeno più fiato per parlare.

«Non ti sforzare è troppo pesante. Pensa che è pesante anche per me che sono tutto muscoloso. E tu sei ancora più debole con tutte le ferite e i contusioni che hai sul corpo». Le disse e dopo pensò tra se e se.

After You Alive - Harry Styles #Wattys2017Leggi questa storia gratuitamente!