BENJI

BENJI

Inizió tutto una sera di dicembre del 2010, alle ore 20.05 dove un tamarro ,Fede, mi invio un messaggio.
Nonostante le molte difficoltà, la distanza che ci separava all'inizio, gli ostacoli abbiamo lottato arrivando fino a qui, chi pensava che avremmo inciso il nostro primo disco, chi avrebbe mai pensato che avremmo scritto un libro.
Bhe come diciamo noi...VIETATO SMETTERE DI SOGNARE

Stavo camminando per Le strade di Modena e all'improvviso vedo delle ragazze sedute su una panchina anche se i miei occhi si erano posati su una ragazza in particolare quella seduta a destra della panchina.
Aveva dei capelli castani abbastanza lunghi avvolti in una treccia, indossava dei jeans stracciati e una felpa nera mentre al piede portava delle addidas anche esse di colore nero, il suo viso era tenero aveva delle labbra piccole e degli occhi color nocciola e anche se non rispecchiava per niente il mio tipo di ragazza esteticamente aveva il suo fascino, vabbé diciamoci la verità a me piace qualunque tipo di ragazza ma ovviamente avevo una preferenza per quelle tatuate con i pircing però stranamente mi piaceva, la fissavo ,quella ragazza ero sicuro di averla già vista, alla fine modena é piccola l'avrò vista in giro da qualche parte sicuro.
La vedo alzarsi con le sue amiche,distratta con le cuffie mi viene addosso ma imbarazzata tenne il viso abbassato chiedendomi scusa, in quel momento mi venne in mente dove la vidi per la prima volta, era il 3 marzo e con fede dovevamo andare ad un istore a roma, un oretta prima ero andato a farmi un giro e come adesso era distratta dalle cuffie e mi andó addosso , mi era rimassa impressa quella ragazza, quel giorno prima dell'istore perse un braccialetto e non mi diedde allora ne anche il tempo di raccoglierlo da terra che sparì, allora decisi di metterlo in tasca se era una cosa importante per lei non volevo che la perdesse per sempre così la cercai quasi per tutta roma ma niente ,non la trovai, alla fine era una cosa impossibile trovarla in un posto grande come roma poi si era fatto pure tardi così mi diressi all'istore, da allora mi portavo sempre quel braccialetto appresso con la speranza di ritrovarla.
Stavo cacciando il braccialetto dalla tasca ma lei già non c'era più, si vede che amava scontrarsi con le persone come allo stesso tempo amava sparire nel nulla, sbuffai tentando di ritrovarla ma niente così ritornai a casa mia e di fede, in quel periodo ci eravamo presi un appartamento insieme e come al solito lui stava a dormire, poteva mai state sveglio? Cioè é un dormiglione.
Gli scatto una foto e la pubblico au facebook taggandolo per poi buttarmi su di lui svegliandolo.

B: Svegliaaaa dormiglione

Grido buttandomi addosso

F: Mhh benji non rompere

Dice mettendosi il cuscino in testa ma io glielo tolgo

B: Stai sempre a dormire

f: Ma no, e che sono stanco,ti prego lasciami dormire

B: no!! Su , a lavoro pigrone

Dopo poco riesco a convincerlo ad alzarsi e ci mettiamo a provare.

Appena finito fede subito si butta sul letto, era incredibile quel ragazzo un tamarro a qui tenevo moltissimo.
In sieme ne avevamo passate tante momenti belli e brutti ma siamo sempre più uniti e più forti di prima e pensare che prima io prendevo tutto questo come un gioco,forse per la distanza, ma l'appassionato era più lui i miei occhi erano rivolti solo per il calcio e per le ragazze ovvio!! E ora la musica é diventata una passione , se ora mi chiedessero cos é per me la musica ne starei a parlare per ore, un misto di note,melodie ,ritmo, fantasia ,passione ed emozioni e io attraverso la chitarra e i testi che scrivo trasmetto le mie emozioni, emozioni che riescono ad arrivare ai miei fan , o meglio ad arrivare alla mia famiglia Perché per me non sono fan ma sono parte della mia famiglia.

B: Sei incredibile

Dico guardando fede e scoppio a ridere posando la chitarra.

F: Ma no, so stanco...comunque oggi dove sei stato? Guarda che anche se dormivo me ne so reso conto che non c'eri

B: Dici tu non avevi nessuno che ti dava fastidio eh!Comunque sono andato a fare un giro

F: stai a dire tutto tu

Fede accenna un ghigno guardandomi Poi noto che mi osserva stranamente

F: E tutto sto tempo per farti un giro?

Continua ad insistere

B: Si, si e allora? Ma tu non volevi dormire?!

Dico sviandolo per poi guardare mucchino sul mio letto.

F: Si, voglio dormire quindi chiudi il becco, e gira quel pupazzo che sembra che mi fissa quando dormo

B: Ma...mucchino non pensare alle cose che dice zio fede!! Lui é cattivo

Prendo mucchino ridendo e gli scatto una fotografia publicandola sul suo profilo scrivendo -zio fede é molto cattivo con me😔-

In niente arrivarono 4.000 commenti e cercai di leggerli tutti e di commentare anche se era una cosa impossibile, in quel momento stavo morendo dalle risate e l'odio di fede verso di me aumentava sempre più che non lo lasciavo dormire in santa pace.

Spazio autruce ●

Ciao a tutti 💕 questo é il primo capitolo, spero vi piaccia.
Lasciate qualche mi piace o qualche commento se volete che lo continui ❤
Fatemi sapere cosa ne pensate 😘

Uno squarcio di sereno colorando inchiostro neroLeggi questa storia gratuitamente!