Extracomunitari Vs Italiani (24/04/2016)

32 0 0


Oggi volevo andare con mia sorella un po' in giro per Palermo con gli amici Paola e Gaetano tanto per mettere il naso fuori di casa visto che a volte per motivi di salute o perché devo aspettare che ci sia mia sorella appunto non ho occasione di uscire spesso.
Purtroppo ho dovuto rinunciare. Già da subito si era palesato il primo ostacolo: un'automobile ostruiva la saracinesca da dove esco col furgone, cosa che si verifica puntualmente e ogni volta devo cercare il proprietario del mezzo per farlo spostare.
Dopodiché, dopo essere salito sul furgone, ci accorgiamo che il portellone laterale non si chiude. Portellone che avevo fatto aggiustare un paio di settimane prima ma non avevo ancora da allora utilizzato il furgone.
Nel primo caso l'auto era di un signore tunisino che fa i mercatini e che si è presentato immediatamente e con "la coda tra le gambe" scusandosi e capendo bene la situazione spostando subito il mezzo che neanche gli partiva.
Nel secondo, invece, chiamo al telefono il carrozziere Misilmerese come me chiedendogli spiegazioni e dopo alcune proteste gli chiedo di venire a vedere anche perché domani ho necessità del furgone. Il tizio si presenta con una boria incedibile, sostenendo che non credeva che il furgone non fosse stato usato e che lui lo aveva solo sistemato temporaneamente! Al che io ovviamente contesto ciò che lui aveva detto di avere fatto e il galantuomo mi risponde "non credere che perché sei così - alludendo alla mia disabilità - hai problemi solo tu, pure io ho i miei problemi!". A questo punto mia sorella chiede di avere rispetto e di fare il lavoro che gli spetta e sempre lo stesso "signore" dando del tu a tutti se ne va sbattendo le porte e dicendo "fattelo aggiustare da chi ti pare"! Ah in settimana avrebbe dovuto ritirare l'auto di mia madre per rimetterla a nuovo e ovviamente dovrò rinunciare al mio 25 aprile già organizzato!
Traete voi stessi le conclusioni!

Vita In Un Post-itLeggi questa storia gratuitamente!