17 Novelle Bizzarre + 1

100 7 7
                                    

JohnMcDillan

Scrittura e lessico = + + + + (su 5)

Trama = + + + + + (su 5)

Genere = Racconti / Fantasia

Completo

CONSIGLIATO

............................Trama..........................

Devo dire che mi trovo un po' in difficoltà a riassumere la trama di questa storia . Se proprio devo essere sincera, credo di essermi persa qualche passaggio... comunque cercherò di essere il più chiara possibile!

Come si può ben capire dal titolo, si tratta di una raccolta di novelle formata da 17 racconti brevi e ben quattro "inaspettati +1", ovvero quattro diverse conclusioni. Non siete soddisfatti del finale? Nessun problema .... basta scegliere quello che più vi aggrada!

La cornice narrativa all'interno della quale si inseriscono le varie novelle è la Fiera delle Bizzarrie. Dunque la storia viene presentata come una sorta di viaggio davvero singolare attraverso i vari stand di questa Fiera stravagante, come se il lettore scoprisse passo per passo le varie assurdità che caratterizzano questo posto. "Elefanti rosa nelle ampolle, banane a forma di mele, sciarpe che suonano arpe e altro ancora", ecco di cosa parlo quando dico assurdità.

I visitatori di questa fiera si dividono in Normaloidi, i comuni mortali, e Bizzarri. Quest'ultimi sono coloro che tengono gli stand della Fiera, dove presentano le loro strane invenzioni, ad esempio il Secondizionario, oppure dove esibiscono le loro eccentriche peculiarità,come l'uomo che mangia il vetro oppure la donna incinta da 245 mesi. WTF???

Comunque, oltre alla fittizia trama generale, ogni storiella può essere letta come un universo a se stante, ciascuna con dei protagonisti propri che sembra raccontino direttamente al lettore le loro stravaganti vicende. Ovviamente non riassumo la trama di ogni singola storia, quindi, se siete incuriositi, andatele a leggere!

....................Commento .......................

Per iniziare vi racconto un piccolo aneddoto: io, quando leggo, solitamente ascolto della musica (che sia il sottofondo di MTV alla TV o Spotify o il mio adorato giradischi vintage). Questa volta però mi sono ritrovata immersa in un tale guazzabuglio di parole, così insensato e stravagante, 'indisciplinato e irruente', che ho dovuto spegnere la musica per riuscire a capire qualcosa.

Stile:

Giochi di parole, allitterazioni, parole onomatopeiche, neologismi ... insomma, in questo testo c'è un po' di tutto. In ogni singola frase si può intravedere quanto lavoro, quanta pazienza e quanta fantasia si nascondono dietro ogni singola preposizione. Una scelta lessicale accurata ed elaborata che porta a una sorprendente coerenza stilistica. Bizzarrismo, ecco come l'autore, JohnMcDillan, autodefinisce il proprio stile. Infatti, leggendo, sembra di entrare in un quadro di Escher, mescolato agli elementi fantastici di 'Alice nel Paese delle meraviglie' e velato da sfumature dark ( nello stile del film "La bottega dei suicidi", tanto per intenderci). O almeno questa è la percezione che ho avuto io!

Devo dire anche, che tutto questo Bizzarrismo a volte mi ha incasinato parecchio la testa e più volte mi sono ritrovata a leggere senza capire un'acca. Infatti la storia sarebbe certamente più scorrevole e apprezzabile se fosse maggiormente chiara (soprattutto nei dialoghi) , perché talvolta risulta un po' pesante. La ricerca stilistica che, come ho già detto, per certi versi ho molto apprezzato, talvolta risulta eccessivamente pretenziosa e forzata, troppo carica fino a stroppiare. Probabilmente questo Bizzarrismo si riflette anche sulla punteggiatura, che talvolta risulta utilizzata in modo improprio e confusionario: virgolette dentro altre virgolette, uso spropositato delle maiuscole e così via. Naturalmente niente di grave, ma, come dice il mio nome, adoro trovare il pelo nell'uovo.
C'è da dire che è scritto molto correttamente dal punto di vista della forma, senza errori grammaticali (cosa ormai rara su Wattpad!).

Contenuto:

"Sale sfilato" al posto del buon vecchio zucchero filato, oggetti parlanti, Pensamometri, salatini al sapore di cheescake al cavolfiore ... è tutto molto surreale. Ma sotto a tutto questo nonsense c'è qualcosa di sensato: al di là dell'apparente confusione, dell'irrazionalità, ogni storia nasconde un filo logico. #SenzaSensoMaConUnSenso.

Tutte le novelle riescono a risultare complete dal punto di vista logico e del contenuto nonostante la loro brevità, e riescono a inserirsi perfettamente nel contesto della cornice narrativa. Ciascuna cela anche una morale, più o meno profonda, che può spaziare dalla storia d'amore tra un Normaloide e una Bizzarra che rinuncia al suo mondo per l'uomo che ama, al padre di famiglia che riesce ad uscire dalla depressione. Praticamente 17+1 pillole di saggezza, colorate e stravaganti ..... come sotto gli effetti di qualche funghetto allucinogeno.

Il fil rouge che collega insieme tutti racconti è la contrapposizione tra Normaloidi e Bizzarri, metafora della società odierna, dando così al lettore uno spunto per una riflessione non scontata riguardo all'emarginazione delle persone chiamate "diverse". I Normaloidi spesso non riescono a capire le stravaganze della loro controparte e ne disprezzano la diversità. I Bizzarri sono troppo eccentrici, troppo sopra le righe per essere compresi dalle persone normali, che non riescono a percepire la forza della fantasia.
"Non è magia, non è scienza ... Immaginazione e fantasia, punto".

Insomma, FANTASIA è la parola chiave di quest'opera. JohnMcDillan ne ha avuta tanta per scrivere questa storia e altrettanta bisogna averne per leggerla. Infatti, non è una storia per tutti: è qualcosa di nicchia per persone che amano dilettarsi in letture innovative che stuzzicano la mente, persone che non si accontentano di romanzi 'trita e ritrita'.

Vi consiglio di provare a leggerlo e di vedere se vi piace. Probabilmente rimarrete un po' perplessi all'inizio e rileggerete più volte le stesse righe, cercando di trovarvi un senso, ma capirete che non tutto ha una spiegazione razionale, quindi non perdete tempo!

--> Se avete già letto la storia, che ne pensate? Quale novella vi è piaciuta di più? Io ho ADORATO "Il sorriso che non mi hai tolto.

NB: Naturalmente questa recensione è fortemente influenzata dal mio punto di vista personale, dal momento che, a mio parere, è impossibile essere completamente oggettivi. Chi ha un opinione diversa dalla mia è invitato a lasciare un commento, perché la soddisfazione più grande per me sarebbe riuscire a coinvolgere le persone e avere con i lettori uno scambio di idee costruttivo.

+++++++++++++++++++++++++++

I'm come backkkkkkkk .... finalmente una nuova recensione!! Spero vi sia piaciuta!! Grazie mille per le continue richieste che mi inviate, perché questa cosa mi da molto soddisfazione.

Auf Wiedersehennnnnn

RecensoreSpietato

P.S.: Una mia amica che si chiama Fangirl998 sta trascrivendo un libro appena uscito in libreria che si chiama Forever, di Amy Engel. E' una distopia YA alla Divergente, ma è molto originale ... è piaciuta persino a me!

Vi invito a passarci e a dargli un'occhiata. Per ricopiare un libro, parola per parola, lettera per lettera ci vogliono giorni e le persone che lo fanno per il solo desiderio di condividere gratuitamente con tutti una storia che gli è piaciuta, meritano una medaglia.

Atelier Letterario - RecensioniDove le storie prendono vita. Scoprilo ora