For every story tagged #WattPride this month, Wattpad will donate $1 to the ILGA
Pen Your Pride

capitolo 1

3.6K 194 25

Ero in quella stupida sala d'attesa ad aspettare che uscisse il dottore dalla stanza per chiamarmi e visitarmi.Ero arrivato in ospedale spinto da Nata per colpa di un forte mal di testa.Ho provato molte medicine per alleviare il dolore,ma nessuna ha avuto la reazione che speravo.

Ho sempre odiato gli ospedali,tutti quegli aghi e aggeggi che ti fanno impressionare.

C'era una tipa accanto a me che notai mi osservava varie volte.

"Che hai da fissare?" chiesi acido senza ripensamenti.

Non passavo sopra le questioni senza dire niente.Ero diretto,e non ci pensavo due volte a dire cosa avevo da dire.

"S..scusa è che...molti mi hanno detto che il dottore è un figo da paura.Volevo sapere se lo avevi visto qualche volta e potevi confermarmi questa informazione" disse ignorando il fatto che non mi interessasse un cazzo.

"No,gioia.Non sono venuto qui per fare il gigolò con il dottore"dissi con antipatia. Non ero solito ad essere antipatico.Solitamente ero gentile e disponibile su tutto,ma il mal di testa che avevo mi faceva essere più irritabile.

Non mi poteva interessare di meno di che tipo era il dottore,volevo solo liberarmi di questo mal di testa.Vidi una ragazza uscire dalla stanza prima di sentirmi richiamare.Mi alzai dalla sedia andando verso la stanza.

Aprii la porta e mi trovai davanti un ragazzo di circa 23 anni  con un camice bianco,dei capelli ricci e lunghi.

"è il signorino Louis Tomlinson?" chiese con lo sguardo fisso su dei fogli sulla sua scrivania.

"Si"dissi andando verso la scrivania e sedendomi sulla sedia difronte a lui.

Finalmente il suo sguardo si rivolse a me e notai i suoi occhi finire per un breve periodo sul mio pacco.Mi sentii a disagio. Sentii un accenno di risata da parte sua prima che cominciasse a parlare.

"Scusi,ma quanti anni ha?" non potei fare a meno di formulare quella domanda.

Sembrava troppo giovane per fare il dottore,e la cosa mi stranizzò parecchio.Mi aspettavo un anziano signore dai capelli grigi e l'espressione dura,ma lui era ben oltre le mie aspettative.

"Ho 25 anni,signorino"rispose indifferente guardando dei fogli sulla scrivania.

"Non è troppo giovane per essere un dottore?"domandai ancora.

Da quando ero così curioso?Comunque mi interessava sapere con chi avevo a che fare,dovevo essere a conoscenza di chi avesse il compito di valutare la mia salute.Credevo fosse questa la ragione più valida.

"Non sono un dottore a tutti gli effetti.Diciamo che sarei un apprendista.Ora potremmo passare a lei ragazzino?" domandò sospirando leggermente per le mie piccole ed innocenti domande.

"Oh,si,certo" risposi imbarazzato sedendomi sulla sedia davanti a lui.

"Qual'è il motivo di questa visita,signorino Tomlinson?"chiese poggiando i gomiti sulla scrivania e fissando i suoi occhi nei miei.

Solo in quel momento notai che aveva gli occhi verdi.Il suo sguardo mi pietrificava,le sue labbra rosee a forma di cuore,la sua mascella evidenziata e lo sguardo penetrante erano qualcosa di misterioso che non potevo spiegare.

Era come se mi intimidisse,come se riuscisse a leggere la mia anima attraverso i miei occhi.Potevo sentire il suo respiro regolare nella silenziosa stanza mentre aspettava una mia risposta.

Riuscii poi,a sentire il suo profumo.Era un profumo che non avevo mai sentito,ma certamente assai gradevole.Mi chiedevo se a tutti i suoi pazienti facesse lo stesso effetto che sta facendo ora a me.

"Ho un forte mal di testa da un paio di giorni.Ho provato con delle medicine,ma non mi passa"risposi gesticolando con la mano.

"Si stenda sul lettino,per favore" si alzò dalla sedia facendomi cenno di seguirlo.

Lo seguii verso il lettino stendendomi lentamente.

"Ha mal di testa anche quando è disteso?"chiese prendendo svariati medicinali da degli scaffali.

"Soprattutto quando sono sdraiato,si"risposi guardandolo e cercando di rilassarmi per alleviare in qualche modo l'insopportabile dolore.

Lo vidi avvicinarsi con delle pillole.

"Da quanto tempo soffre di mal di testa?"

"Circa tre settimane"

Mise una mano sul mio fianco aiutandomi a mettermi a sedere.Di solito i dottori avevano le mani fredde,ma le sue erano calde e stranamente mi fecero provare una strana sensazione.Lo fissai quasi incantato mentre la sua mano restava a contatto col mio fianco.Sorrise.

"Apri la bocca"disse con una pillola tra le mani.

Aprii leggermente la bocca lasciando che mettesse la pillola tra le mie labbra affinchè la ingoiassi.Prese un bicchiere d'acqua dal comodino accanto al lettino porgendomelo.

Bevvi l'acqua facendo una smorfia per quanto fosse amara la pillola.

"Credo che sia un forte stress.Cerca di riposarti e di non sforzarti molto.per la cura devi venire qui ogni venerdì allo stesso orario"disse scrivendo qualcosa su un foglio.

"Ma se devo prendere solo qualche pillola non può darmi semplicemente il nome del farmaco in modo da poterle comprare?"chiesi confuso.

"Queste pillole non sono più in produzione perchè se usate in quantità maggiore possono avere reazioni simili alla droga e molti giovani le usavano proprio per questo.Sono concesse solo a noi medici."

La sua affermazione mi parve alquanto strana,ma perchè mai avrebbe dovuto mentirmi?Annuii semplicemente alzandomi dal lettino.Mi accompagnò fino alla porta con la sua mano poggiata sulla parte inferiore della mia schiena.Sentii la sua mano sfiorare il mio sedere,ma per pochi secondi.Finsi di non essermene accorto per non fare scenate in quel momento.

"Il suo nome?"domandai prima di uscire.

"Styles. Dr.Styles"

****************************************

primo capitolo!!! ditemi se ho lasciato parti femminili visto che l'ho scritto in tipo 20 minuti dopo gli allenamenti.....

Dr Styles|larry|Leggi questa storia gratuitamente!