Capitolo 1

342 26 5

Le gengive pulsano, dolorosamente, sotto lo sforzo di trattenere l'imminente trasformazione. La vista mi si sfoca mentre i sensi si arcuiscono per captare il più piccolo dei movimenti, una foglia che cade sopra la mia testa, un coniglio nella tana; sotto un grande abete, un pesce di medie dimensioni nel ruscello a qualche metro di distanza e molto altro. Sto per abbandonarmi completamente all'istinto del mio lupo quando qualcosa di inaspettato squarciò il silenzio della notte.

Un ululato, un ululato di morte.

Qualcosa nel mio petto venne smosso, un dolore acuto, insopportabile, insostenibile, si irradiò dentro me.

Le gambe cedettero e qualcosa di bagnato scivolò rudemente sulla mia guancia, una lacrima.

Il petto mi doleva e l'oscurità della notte non mi fece mai paura più di quell'istante.

Il lupo dentro me ululava insieme all'altro.

Il suo ululato non era di morte.

Il suo ululato diceva un'unica cosa:

L'avevo trovato.

URLO DI MORTE[In revisione] Read this story for FREE!