Capitolo 19~ Ritorno alla realtà

2.7K 256 3

Sento delle voci intorno a me

Oops! Questa immagine non segue le nostre linee guida sui contenuti. Per continuare la pubblicazione, provare a rimuoverlo o caricare un altro.

Sento delle voci intorno a me. Cerco di muovermi ma una fitta dolorosissima mi parte della testa e mi attraversa tutta la spina dorsale. Cosa ho fatto per ridurmi così? Proprio non me lo ricordo. Mi concentro sui dialoghi.

" E' da tanto che non si sveglia! Sono preoccupata!" afferma una voce femminile che mi pare familiare.

" Sta tranquilla, la nostra Lucy è una roccia!" dice un'altra ragazza per consolare quella di prima.

"  Se non si sveglia io giuro che lo ammazzo! Capito!? Lo uccido! Non vedrà nuovamente l'alba!" ringhia la voce della prima ragazza.

" Calmati Lily, è pur sempre tuo fratello." dice una terza voce.

Ora riconosco! Sono Lily, Lara e Hanna!

Provo a parlare ma tutto quello che mi esce è un gemito strozzato.

" Si sta svegliando! Hanna, vai a chiamare la signorina Heal!" dice Lara.

Tento di aprire gli occhi, ma la luce è troppo forte. Porto una mano davanti agli occhi, riesco a muovermi! Apro lentamente gli occhi e mi tiro a sedere. Un'altra fitta mi fa gemere di nuovo.

" Piano cretina! Mi hai fatto prendere un colpo! Ora sei al sicuro, tranquilla, ci penso io ad uccidere Light." afferma Lily con un ghigno malvagio in volto. Per poco non si lancia su di me per abbracciarmi, per fortuna Lara la trattiene.

Noto di essere stesa su un lettino bianco in infermeria. Cosa avrò mai combinato?

Entrano di nuovo Hanna e l'infermiera Sugar Heal che tirano un sospiro di sollievo appena mi vedono sveglia.

La signora mi si avvicina.

" Come stai Lucy? Vedo che ti piace proprio l'infermeria, è la seconda volta che ti trovi qui! Ti ricordi cos'è successo?" chiede Sugar.

" Veramente io..." balbetto. All'improvviso i ricordi del torneo mi colpiscono come una secchiata di acqua gelida, compreso il sogno con mia madre.

" Io lo ammazzo!" sbraito fuori di me. Mi alzo di scatto dal letto e mi accascio poco dopo, senza forze.

" Piano! Devi ancora rimettermi in forze." mi soccorre la signora Heal.

" Visto!? Lo dice anche Lucy che va ucciso! Ti prego...lasciami andare!" dice Lily con sguardo da cucciolo bastonato verso Lara, che la tiene ancora ferma. Le ignoro e vado avanti.

" Ma come mai sono stata così male?" chiedo.

" Hai usato troppo potere, non so neanche come tu faccia ad essere ancora qui. Tutto quel potere potrebbe disintegrarti dall'interno." dice l'infermiera.

" In più hai dormito per due giorni, e non hai ancora visto niente." interviene Lily indicandomi uno specchio. Due giorni!? Capisco che dormire sia bellissimo, ma così è un po' troppo! Curiosa mi dirigo verso lo specchio, ancora malferma sulle gambe.

Non ci credo. Qualcuno si sta divertendo a giocare con me, lassù.

" MI STATE PRENDENDO IN GIRO!? PRIMA GLI OCCHI, POI QUESTO!HO META' CAPELLI BIANCHI! B I A N C H I ! NON SO SE MI SPIEGO!" strillo facendo tremare le finestre.

"Lucy calmati..." dice Hanna avvicinandosi.

No che non  mi calmo! Mi guardo ancora allo specchio, metà dei miei capelli sono passati da blu notte a bianco candido, dalle punte in su.

" Com'è possibile?" chiedo.

" Non lo so, non mi era mai capitato prima. Credo tu sia molto più di un semplice elettro hai qualcosa di strano." dice Sugar pensierosa. Sapesse! Certo che non sono un normale elettro, ma questo non giustifica il fatto che i miei occhi e i miei capelli cambino colore quando li pare e piace!

Non rispondo. Ripenso a quando mia mamma mi ha detto di non dire niente a nessuno delle mie origini e della profezia. Non riesco a tenermi tutto dentro... guardo le mie amiche, magari non tutte, ma una sì...

" Potete uscire tutte fuori, ho bisogno di parlare con Lily da sola." Lily mi guarda perplessa.

" Ok...a dopo!" dice Lara. Escono tutte dalla stanza. Mi giro verso di Lily, sicura.

" Mi devi giurare che quello che ti dirò in questa stanza non deve uscire da qui, a meno che non ti dica io di dirlo a gli altri, ma quella è un'altra storia. Non devi dire niente a nessuno. N e s s u n o." dico estremamente seria.

" Ammetto che incomincio ad avere paura. Ok, lo giuro." mi risponde lei.

Prendo un respiro profondo e chiudo gli occhi, preparandomi all'apocalisse. Ed ecco che dico quelle fatidiche parole.

" Lily, io sono la ragazza della profezia."

The Elettro (#1)Leggi questa storia gratuitamente!