Capitolo 14~ Novità

2.6K 246 19

Sono arrivata in palestra

Oops! Questa immagine non segue le nostre linee guida sui contenuti. Per continuare la pubblicazione, provare a rimuoverlo o caricare un altro.

Sono arrivata in palestra. Mi guardo intorno. Tutti i ragazzi di terza sono seduti sul pavimento di legno, sono presenti alcuni professori e la preside.
Avvisto Lily e Lara e mi siedo vicino a loro, seguita da Hanna.
Sto per chiedergli se sanno qualcosa del motivo del richiamo in palestra, ma la voce della preside mi precede.
" Buongiorno a tutti ragazzi. Vi ho chiamati qui per darvi un annuncio speciale: quest'anno i ragazzi di terza parteciperanno ai tornei di lotta coi poteri! Categoria femminile e maschile, lotteranno separate, poi i campioni di entrambe le categorie lotteranno per il titolo di campione. Lo so, non avete mai fatto allenamenti, ma questo potrebbe essere un ottimo modo per capire a che livello siete. Le regole sono semplici: si possono usare i poteri, ma niente armi. Il primo che non riesce più a rialzarsi ha perso. I tornei inizieranno domani. Ora, tutti a prepararvi! Le tenute da combattimento vi verranno portate in camera. Arrivederci." detto questo se ne va, lasciandomi li perplessa. Vogliono farmi morire?! Non ho mai combattuto in vita mia, per fortuna si possono usare i poteri, sennò morirei subito. Saluto le mie amiche e mi dirigo in camera mia, in mezzo alla calca di studenti
Entrata nella stanza noto subito l'uniforme nera poggiata sul letto. La prendo in mano: e formata da sue pezzi. Il pezzo sotto sono degli attillati pantaloni in pelle nera, con rinforzi sulle ginocchia e sui fianchi.
Il pezzo sopra è sempre una maglietta di pelle nera attillata, a maniche lunghe, rinforzata sui gomiti. Un paio di guanti neri senza dita. Una porta armi, ora vuoto, da legare in vita. Un paio di scarponcini neri lucidi coi lacci. All'altezza del cuore si trova lo stemma della scuola, nel mio caso viola, che rispetta i miei poteri. Provo ad indossarla. Mi calza a pennello. Mi rimetto i miei precedenti vestiti e mi dirigo in mensa.
Sedute al tavolo trovo le mie amiche ad aspettarmi, più Finn, Elania e Light.
" Ciao!" esclamo.
Mi salutano anche loro, tutti tranne Light, come al solito.
" Hai provato la divisa?" mi chiede Elania.
" Si! È comodissima e mi calza a pennello! Poi nera, perfetta." affermo entusiasta.
I miei amici aggrottano la fronte confusi.
" Nera? Io ce l'ho rossa!" dice Lily.
" Io azzurra." afferma Hanna " Lara viola."
" Io fucsia e Finn bianca." dice Elania.
" Io nera." dice Light.
" Credo rispetti i nostri rispettivi poteri, ma perché proprio io nera?" chiedo confusa.
" Probabilmente non sapevano di che colore farla quindi hanno optato per il neutro." mi risponde Lara.
" Non vedo l'ora di domani! Ne vedremo delle belle!" dice Finn con occhi sognanti.
Discutiamo tutta la sera sui combattimenti, mentre io lancio occhiate furtive a Light. Certo che è proprio strano quel ragazzo, non parla mai.
Tornata in camera appena tocco il letto mi addormento, pronta per domani.

The Elettro (#1)Leggi questa storia gratuitamente!