For every story tagged #WattPride this month, Wattpad will donate $1 to the ILGA
Pen Your Pride

1

2K 76 0

"No , loro non lo sanno !" " dovremmo parlarne con loro Clare " , le voci dei miei genitori che discutono al piano di sotto sarebbero capaci di svegliare anche un ghiro , così decido di alzarmi e scendere al piano di sotto a vedere cosa succede , apro lentamente la porta della mia stanza per non fargli capire che sono sveglia e inizio a scendere le scale arrivata a destinazione irrompo in cucina sperando tanto di aver capito male ciò che hanno appena detto .
"COSA?!"  Inizio ad urlare .
"Tesoro , noi crediamo di più facile per tutti " dice molto tranquillamente mia madre , lei che non riesce a mantenere la calma nemmeno per dieci minuti !
"Cath lo sa ? " chiedo cercando di calmarmi e sedendomi sullo sgabello di legno alquanto freddo per i miei gusti .
"Sapere cosa ?" Entra Cath ancora mezza addormentata stropicciandosi gli occhi , mamma apre la bocca come per dire qualcosa ma io la precedo .
"Ci trasferiremo a Los Angeles , perché secondo loro è più facile per tutti " dico cercando di imitare il tono di mia madre , Cath ride per la mia pessima imitazione e pochi secondi dopo realizza ciò che ho detto ed inizia ad urlare anche lei .
" non è possibile , voi non potete farci questo , ora che avevo iniziato ad avere qualche amico , a farmi una vita qui voi volete trasferirvi un' altra volta ? E sentiamo questa volta il motivo ! "
Okay non credevo che Cath potesse arrivare a tanto , di solito lei cerca di mantenere la calma durante queste situazioni mentre io inizio a dare di matto , stranamente invece sto zitta questa volta , probabilmente questa è la volta buona .
" Cath non permetto che tu ti rivolga così a noi , e il motivo come penso abbiate intuito è il lavoro !" Cath scoppia in una risata isterica mente una lacrima le scende in viso , si volta ed esce dalla cucina . Mi alzo e prendo del latte dal frigo  " tesoro tu cosa ne pensi di questa cosa ? " Oh beh mamma io credo che non serva a niente questo trasferimento , come del resto tutti gli altri ... Penso ma ovviamente dico " penso che se migliorerà la nostra condizione varrà a qualcosa " ed inizio a versare il latte nella mia tazza "oh , pensavo non l' avresti presa così bene ! Allora va a fare le valige !" Esclama mia madre con tono di stupore ma allo stesso tempo di felicità , ma cos' ha oggi ? Poi ripenso a ciò che ha detto devo preparare le valigie ? " scusate , ma a che ora dovremmo partire ? " domando perplessa " oh , beh l' aereo parte alle 4:00 di questo pomeriggio "
Sputo tutto il latte che stavo tranquillamente bevendo e mi asciugo la bocca guadagnandomi un' occhiataccia da mia madre che dopo dovrà pulire tutto , ma resta calma cos' ha oggi ?? " quando pensavate di dircelo , sul aereo direttamente ? " dico stavolta con un briciolo di rabbia e poso  la tazza di latte nel lavandino "vado ad avvertire Cath " e mi precipito su per le scale dirigendomi verso la camera della mia adorata sorellina , ma la sento urlare probabilmente sta parlando con Kate la sua migliore amica. Busso alla porta e lei attacca e mi fa entrare " devi preparare le valigie dobbiamo partire tra 8 ore "  dico uscendo dalla porta per non sentirla lamentare . 
Mi dirigo in camera mia e metto dal computer "Some  Old Love di Selena Gomez " ed inizio a preparare le valigie dopotutto questa città mi mancherà anche se non sono riuscita a farmi nuovo amici a parte Trav ...
Oh cavolo ! Esclamo portandomi la mano sulla fronte , non gli ho ancora detto niente della mia partenza ! Beh dopotutto anche io l' ho scoperto solo ora lascio perdere le valigie e lo chiamo
"Trav?!"
"Si? Chi è ?"
"Sono io Trav "
"America ?! Perché mi hai chiamato alle 9:00 AM di Domenica ?" Dice con voce ancora assonata .
"So che sei un dormiglione ma vestiti e vediamoci in spiaggia tra 30 minuti , è più urgente di quanto tu creda !" Dico e riattacco .
Riprendo a fare le valigie più tardi ora devo assolutamente vestirmi , fa caldo oggi quindi decido di mettermi dei pantaloncini , canotta nera e le mie amate converse rosse poi vado a pettinarmi e a truccarmi ed infine esco .

Quando arrivo in spiaggia vedo Trav seduto su di una panchina ed una ragazza che gli sta parlando , ma chi è ?! Non l' ho mai vista prima , decido comunque di avvicinarmi .
"Hey Trav " dico particolarmente felice , anche perché lui è l' unico amico che sono riuscita a farmi .
"Hey , sentiamo questa cosa importante che hai da dirmi " dice molto tranquillamente e lasciando andare la ragazza con cui stava parlando .
Faccio un gran respiro ed inizio a dirgli tutto "allora , sta mattina ho sentito i mei discutere su una cosa , così sono scesa e mi hanno detto che ci trasferiremo a Los Angeles oggi stesso , così io mi sono infuriata e Cath , beh immagina ..."  Dopo avergli raccontato tutto lui inizia a ridere , ma cosa c'è di tanto divertente ?!
"Perché ridi ?"
"Bello scherzo Mare " dice ancora in preda alle risate .
" sono serissima " affermo e la sua espressione cambia Tutt' ad un tratto diventa serio ed inizia a riempirmi di domande alla quali cerco di rispondere .
Dopo l' interrogatorio sulla mia partenza decide di portarmi in un posto per non farmi dimenticare di lui .
Per tutto il tragitto mi tiene gli occhi coperti ad un certo punto toglie le mani e vedo una di quelle macchinette per scattare foto mi giro verso di lui e dico
"Sei serio ? Una macchinetta per le foto ?"  Lui inizia a ridere ed io ancora una volta non capisco cosa ci sia di tanto divertente nelle mie parole .
" ci scatteremo delle foto che metterai nella tua nuova camera a Los Angeles "
Che bella idea che ha avuto , io non ci avrei mai pensato . Entriamo e iniziamo a scattarci foto strano poi andiamo a ritirare le foto ed iniziamo a ridere come non mai . Ovviamente questo momento non poteva che essere interrotto dal mio telefono che squilla , rispondo lasciando Trav vicino alla macchinetta ed allontanandomi .
"Cosa c'è ?" Domando scocciata .
"Sono le 2:00 pm dove sei ? Dovremmo già essere in aereoporto " cavolo ! Le valigie ! Vado da Trav e ci salutiamo , mentre mi allontano una lacrima mi riga il viso ma l' asciugo subito e continuo a camminare , sempre più velocemente pensando a quanto mi mancherà appena me ne andrò di qui .
Arrivò a casa con il fiatone per aver corso dalla spiaggia fino a qui , appena entro noto tutti pronti e la mia valigia chiusa giù in salotto e mia madre davanti a me "sei sempre la solita ! Vedi se ti sei scordata qualcosa io ti ho finito di preparare la valigia " sbuffando salgo le scale , queste scale sono inutili e danneggiano la salute di chi sta al piano di sopra , non so quante cadute ci ho preso quando ero piccola ..
Entrò nella mia stanza e vedo che è già completamente vuota , c'è solo una cosa che forse mia madre non ha preso , il mio diario , lo nascondo da sempre sotto il letto per evitare che qualcuno lo trovi e si metta a leggerlo , prendo una borsa e ce lo metto dentro poi prendo le cuffiette e scendo .
Mia madre non è più in salotto e mentre esco mi volto ancora una volta e mi riaffiorano alla mente tutti i ricordi legati a quelle scale , il divano e tutto il resto , uno in particolare mi rattrista : quando mia madre varcò la porta accompagnata  da mio  padre mentre teneva in braccio mia sorella appena nata , mi scende una lacrima che asciugo ed esco dirigendomi verso la macchina .

Escaping from love || Hayes GrierLeggi questa storia gratuitamente!