Capitolo 18

2.4K 232 151

Levi's pov

Ringrazio a dio che Farlan mi ha prestato alcuni suoi vestiti, anche se mi andranno di molte taglie più laghi perché lui, a differenza mia , è uno scimmione .
Dopo essermi fatto una calda e e rilassante doccia , e dopo aver bevuto un po' di tè , che ammetto mi mancava il suo sapore così amaro ... A volte , mi domando come ad Eren facciano a piacere così tanto  le cose dolci ! Insomma, il dolce fa venire solo il diabete , e quindi , sarebbero meglio, molto meglio , le cose amare .

-Farlan.-
Richiamo l'attenzione del mio amico biondo che sta sfogliando alcune carte , vicino al bancone della palestra.

-Dimmi, Levi .-
Si trascina , con tutta la sedia dov'è seduto, vicino a me .

-Non
hai risposto alla domanda che ti ho fatto prima .-
Mi guarda stranito, portandosi una mano sul mento e se lo massaggia , incominciando a pensare .
Inclino un sopracciglio e poi roteo gli occhi:- Non preoccuparti. Non ho tempo da spendere , eh . Fai con comodo.- gli dico in modo ironico.
Si alza di scatto dalla sedia , facendomi fare un balzo all'indietro e facendomi mormorare un :"ma sei coglione ?"

-Eren si trova a casa di ... Mh...-
Incomincia a fare gesti strani con le mani.

-A casa di ...?-
Sospira ed abbassa la testa.

-Non ricordo come si chiama...-

-Oh...-
La rialza e sorride .
-Ma ricordo com'è fatta !-
Inclino un sopracciglio.
-Ah ... È donna ?-
-Sì...quando è venuta , aveva dei capelli castani legati e degli occhiali da vista ... Era,  più o meno , alta quanto Eren .-

-Hanji !-

-Esatto...Ha un nome strano...-

-Come se Farlan fosse un nome normale ...-
Mi avvicino al bancone ed afferro le chiavi della sua macchina.

-Guarda che nemmeno' Levi ' scherza , eh ! Cosa vuoi fare con le chiavi della mia macchina ?!-

-La prendo in prestito.- metto le chiavi nella tasca e mi dirigo verso l'uscita .-E poi , Levi è un nome così facile da pronunciare perché è corto.-

[...]

Arrivo davanti a casa di Hanji.
Il cuore mi batte forte al sol pensiero che rivedrò Eren , di nuovo.
Scendo cautamente dall'auto , senza sbattere troppo la portiera sennò guadagnerò una ramanzina da parte di Farlan , e mi dirigo verso la casa .
Respiro lentamente , cercando di fermare il tremolio alle gambe e alle braccia .
Alzo il braccio per aria, dirigendolo verso il campanello ma , nello stesso momento, la porta principale si apre , rivelando una massa di capelli castani .
I miei occhi si scontrano con quelli di un verde vivace di Eren.
Il mio Eren .
Ci guardiamo per un breve istante che sembra un'eternità .
Lui ha la bocca spalancata e gli occhi sgranati.

Siamo vicini un palmo , potremmo quasi baciarci data la poca distanza che c'è .
Alza una mano verso di me e mi tocca il naso, mettendo due dita nelle mie narici.

-Ma che cazzo fai ?-
Leva le dita dal mio naso per mettermele in bocca , in modo tale da aprirla .
Che schifo.
Allontano subito la sua mano.

-Ma stai bene , moccioso ?-
I suoi occhi incominciano a farsi lucidi, mentre alcune lacrime incominciano a scendere .
Mi abbraccia, stringendomi forte come se non volesse perdermi.
Aggrappandosi all'ultima speranza , che sarei io.

-Sei vivo.-
Incomincia a singhiozzare sulla mia spalla.
Lo stringo molto forte .

-Sono sopravvissuto perché
non potevo abbandonarti .-

Eren's pov

Dio.
Sono  così felice che Levi sia vivo e non morto.
Farò di tutto per non perderlo di nuovo.
Non posso permettergli .
Lui deve sopravvivere in questo mondo crudele.

-Appena mi sono svegliato ... Ho domandato a Farlan dove ti trovavi.-
Sorrido.
Sono ancora stretto a lui.
Non voglio più allontanarmi .
Sento il suo corpo caldo che riscalda il mio, in un abbraccio  così stretto .
Dopo racer calmato i miei singhiozzi , e le lacrime , mi allontano da lui per potermi asciugare le guance ancora bagnate .
Lui sorride .
Afferra la mia mano, dove c'è sopra l'anello che mi ha regalato quando si è dichiarato, e lascia sopra un delicato bacio .

-Il mio bellissimo futuro marito.-
Tira su un angolo della bocca e , mettendosi sulle punte , mi lascia un bacio delicato sulle labbra , afferrandomi dapprima dietro la nuca .
Approfittandone della sutuIone che si è creata , gli afferro le gambe e le avvolgo intorno al mio bacino, mentre lui poggia la testa sulla mia spalla ed avvolge il mio collo con le sue braccia possenti.
Sono entrato dentro casa , solo , quando ho notato che ha incominciato a piovere
tanto.

#spazioautrice

C: ... IL PROSSIMO CAPITOLO SARÀ UN EPILOGO DI...NON POSSO SPOILERARE !
PROBABILMENTE, DOPO QUESTA STORIA FARÒ UN'ALTRA  ERERI ... HO ALCUNE IDEE IN MENTE e.e !

Dèsirè -Eren x Levi-Leggi questa storia gratuitamente!