"Wow" esclama, quando finisco di raccontarle tutto. O quasi, tutto.

"Wow? È l'unica cosa che sai dire? Hai insistito così tanto per sapere tutta la nostra storia e l'unica cosa che sai dire è wow, Rose?" insisto, quasi incredula.

"Che puoi farci? La vostra storia non è finita, ma questa parte è stata davvero... sono senza parole, sul serio! Alla fine la cattiva si è rivelata Maya e quel pazzo una persona che neanche conoscevate, siamo in una serie tv per caso? Dove sono le telecamere nascoste?" Mia cugina inizia a muoversi da una parte all'altra del divano come se volesse scoprire dove ho nascosto le telecamere.

"Dai, Rose, fa' la seria o smetterò di raccontarti tutto" la minaccio. Lei, improvvisamente, si ferma di scatto.

"Sono passati più di dieci anni eppure ricordi ancora tutto come se fosse ieri" mormora. "Ho sempre saputo che hai un cervello geniale. Quindi, finisci la scuola superiore a Londra e te ne torni a New York perché preferisci il college americano."

Annuisco. "Esattamente."

"E quando sei partita? Cosa è successo a Travis? Hai più sentito gli altri o sei stata per due anni senza avere notizie da loro?" mi chiede subito.

"Non sono rimasta in contatto con nessuno, fatta eccezione per Jenna, Isaac e inizialmente anche Luke. Lui si era stancato di New York quanto me, quindi invece di iniziare il college ha deciso di prendersi un anno sabbatico e mi ha raggiunto a Londra" le spiego.

"È davvero carino, prima l'ho visto! Perché non mi hai mai descritto quanto figo è? O magari prima era più brutto?" mi chiede.

"Luke non è cambiato di una virgola" replico, "di Maya e Charlotte non ho avuto più notizia e presto Jenna ha smesso di dirmi anche cosa succedeva agli altri. Quando Leo si è diplomato, ha seguito Cameron in Pennsylvania e i ragazzi hanno perso i contatti con loro e lentamente quello che era il nostro gruppetto si è sciolto. Travis aveva perso i contatti con tutti, persino con Aiden, che dopo la rottura con Sierra ha fatto un breve viaggio ed è tornato ad inizio settembre. Jenna ed Isaac hanno avuto i loro alti e bassi, ma non si sono mai lasciati per un periodo davvero lungo. Aiden e Sierra sono tornati insieme dopo un bel po' di tempo, dopo essersi rincontrati per puro caso. Di Maya nessuno ha avuto più molte notizie. Si è ritirata dalla South e non ha più finito di studiare. Charlotte alla fine è rimasta dai suoi parenti e non ha fatto più ritorno a New York. Neanche di Jason avevano avuto più notizie e Marcie si faceva sentire poco. Lei e Sierra sono state le prime a distaccarsi dal gruppo e Aubrey è tornata a New York proprio dopo essersi diplomata."

"Ma poi vi siete incontrati di nuovo, tutti insieme, non è così?" mi anticipa Rose.

Annuisco. "E nella maniera peggiore possibile, nessuno se lo sarebbe aspettato, neanche io."

"Liam è venuto con te a New York, quando ti sei trasferita di nuovo?" domanda.

"Certo! I suoi genitori non erano molto d'accordo a lasciarlo andare in America, ma sempre meglio studiare al college che fare da hacker, no?" replico. Mi pulisco le mani sul pantalone del pigiama e mi alzo.

"Dove stai andando?" mi chiede, fermandomi per il polso. "Non è finita così! Dai, almeno finisci di raccontarmi tutto!"

"Dai, Rose. Andrò avanti un altro giorno, okay? Lo hai detto anche tu: sono passati dodici anni, non posso ricordarmi giorno per giorno ciò che è successo quando sono tornata a New York" le dico, appoggiandomi sul bracciolo della poltrona.

"Faith, non ci dobbiamo scrivere un libro. È solo la tua storia che stai raccontando alla tua cuginetta preferita" mi implora, facendo gli occhi dolci. Dio, ha ventotto anni eppure è rimasta la stessa ragazza di quindici anni che riusciva a convincermi con un battito di ciglia.
"E poi sono passati dieci anni da quando sei tornata a New York e dodici dal tradimento. Non sei mai stata brava in matematica eh?"

Sbuffo sonoramente e mi risiedo sulla poltrona. "Infatti ho preso legge all'università. Sarò breve, però, d'accordo?"

"Certo e poi mi dici anche della busta di Victoria's Secret che aveva Luke quando vi siete mangiati un panino!" mi prende in giro, facendo ridere anche me. "Dai, vai avanti e finisci questa storia!"

"New York era proprio come me la ricordavo. Era la gente ad essere cambiata..." inizio, pronta chiudere quell'ultima parte che Rose ha atteso da questa mattina.

Impossible 2Leggi questa storia gratuitamente!