NOVITÀ: Ecco a voi Tap - Storie in forma di chat per il vostro📲 . Ora anche in italiano
Scarica ora/subito

Ragioni di vita.

1.7K 101 1

Mi scuso ancora per l'assenza, spero che questo capitolo riesca a scusarmi🙈

Buona lettura ❤️

PDV NIKY.

È passato una settimana da quando Federica se n'è andata, lasciandomi qua con la mia "adorata" famiglia al completo.

Tutte le mie sorelle con i rispettivi figli e mariti sono nella casa che fino ad un mese fa era come se fosse un deserto, adesso invece non c'è un secondo di silenzio.

I miei genitori sono tornati e non sono cambiati di una virgola, sempre menefreghisti.

Avrei preferito di gran lunga andare con la mia fidanzata in vacanza.

-Dan-mi richiama una voce da bambino che conosco fin troppo bene.

Abbasso la testa e vedo mio nipote con quei adorabili occhi azzurri e capelli biondi come i miei.

Gli sorrido ricordandomi di quando io e la bionda abbiamo giocato con lui.

Lo prendo in braccio per poi metterlo sulle mie gambe e incominciare a giocare con lui e insieme ridiamo.

Se non fosse stato per la mia piccola adesso non l'avrei nemmeno guardato e adesso non ci sarei qua a ridere .

Quella ragazza mi ha cambiato in meglio.

-Anche noi vogliamo giocare con zio Dany-urlano le voci stridule delle gemelle.

Sia io che Federico ci giriamo verso le due bambini e che avranno sei anni.

Le guardo e in loro rivedo il loro papà:capelli lisci marroni ,occhi castani, lentiggini e guance paffutelle.

Non le ho mai guardate, le ho sempre reputate insopportabili perché sono davvero troppo viziate .

-No-risponde freddamente il bambino sulle mie gambe.

Federico lega le sue piccole manine intorno al mio collo per poi fare alle due la linguaccia.

Asia e Miranda lo guardano male.

-Lo diciamo alla mamma-gracchiano malvagie e infine corrono via.

Guardo il biondo che tengo in braccio e un po' mi ci rispecchio in lui, lui è il più piccolo tra i suoi cugini come io lo ero con le mie sorelle .

Deve lottare per quello che vuole.

-Che ne dici di uscire da questa casa?-gli chiedo pizzicandogli una guancia.

-Si!-risponde subito felice.

-Va a vestirti, io vado a chiederlo alla tua mamma-lo informo e Fede salta già dalle mie gambe e corre su per le scale .

Mi alzo anche io dal divano in cui mi ero seduto per cercare un po' di pace, ma inutilmente.

Vado in cucina dove ci sono due mie sorelle : Silvia e Giorgia, la penultima e la prima.

Mi vado a prendere un bicchiere d'acqua mentre sento l'attenzione delle due donne su di me.

Silvia mi vuole bene mentre l'altra mi odia, lo vedo e soprattutto lo sento.

Poso il bicchiere nel lavandino quando ho finito di bere e mi giro verso le mie sorelle che hanno i miei stessi occhi.

-Silvia, esco con Federico-la informa.

-Certo, state attenti- mi avverte sorridendomi.

-Perché non ti porti anche Matteo, Lorenzo e Sofia ?-chiede la strega mentre mi guarda male.

Filo rossoLeggi questa storia gratuitamente!