non so se ve lo avevo già detto ma potete seguirmi anche su twitter (sempre @ xliamdvnbar) - GRAZIE ALE❤ - e c'è Fede che fa degli edit meravigliosi su instagram (si chiama impossible_edit) - GRAZIE ANCHE A TE❤❤.

E buona lettura a voi!❤

Bussai velocemente alla porta, con lo stomaco che forse avrebbe bussato più forte di me se solo avesse potuto.
Maya aveva deciso di buttarmi giù dal letto con "sole" venti chiamate di seguito perché io ero decisa a non rispondermi, troppo occupata a cercare di recuperare il sonno che quella notte avevo perso.

Dormire con il pensiero costante che tra me e Travis poteva essere finita non era stato facile. Non riuscivo ad immaginarmi senza di lui, non in quel momento, non dopo tutto ciò che avevamo passato.
Alcuni potevano dirmi che sarebbe stato solo un semplice litigio di coppia, ma io non riuscivo a vederla così facile. Era stato qualcosa di grosso e non ci capitava spesso di litigare così tanto. Solo nelle ultime settimane, in effetti.

Isaac aveva capito che la serata non era andata male quando avevo interrotto frettolosamente il suo momento romantico con Jenna e non avevo neanche chiesto scusa come di solito avrei fatto. Poi tutti e due avevano provato a seguirmi in camera e giuro di aver sentito uno di loro cadere per le scale, ma ero così arrabbiata e triste nello stesso momento che non mi ero neanche affacciata per vedere chi fosse stato.

Maya mi aprì la porta e io entrai in casa, chiedendo educatamente permesso mentre strusciavo i piedi sul tappeto. Mi guardai intorno, ma la casa sembrava essere vuota fatta eccezione per la mia migliore amica. Maya mi strappò dalle mani la felpa che avevo portato quando stava piovendo e la buttò tranquillamente sul suo divano.

"L'avete cambiato?" notai, indicando il divano color prima che un tempo era marrone. Lei annuì distrattamente, così decisi di seguirla in cucina. Mi misi seduta su uno dei quattro sgabelli che sembravano di vetro, quando era solo plastica, e la osservai fare il caffé con la macchinetta.

"Come mai mi hai chiamato? Sei così silenziosa" notai, quando mi poggiò davanti la tazza fumante di caffé americano.

"Per Aiden." Pronunciò il nome con un tono di voce così basso che quasi feci fatica a capirla.

"Aiden? Lui e Sierra si sono lasciati?" domandai. Travis mi aveva accennato una cosa del genere, ma non pensavo fosse ufficiale. Dal tono che però Maya aveva usato, sembrava tutt'altro.
"Sapevo che ti piace ancora" aggiunsi, mormorando.

Lei annuì e si passò una mano fra i capelli biondi, scocciata quasi dal pensiero. "Lui e Sierra si sono lasciati. E' ufficiale. Ieri, alla festa per Cameron, sembravano così freddi tra di loro. E' stata Jenna a dirmelo, ma si poteva tranquillamente capire. Se di solito stavano abbracciati e vicini, ieri a malapena si rivolgevano uno sguardo."

"Beh? E perché questo muso lungo? Dovresti esserne felice" esclamai, portando la tazza alle labbra. Scottava ancora ed era bollente anche il contatto con la mia mano, ma ne avevo troppa voglia per cercare di svegliarmi. Quella mattina mi ero svegliata con le occhiaie, non avevo avuto neanche molta voglia di coprirle; tanto, dovevo stare con Maya.

"Lo sono!" esclamò allora lei, "è solo che Aiden questa mattina mi ha chiamato. Erano tipo le sette, avrei voluto ucciderlo. Mi ha chiesto di vederci perché gli serve il mio aiuto. Sai cosa? Sicuramente vuole conquistare di nuovo Sierra ed io gli servo per questo. Come cavolo posso farlo?"

"Non pensare così in negativo! Magari gli serve il tuo aiuto per qualcos'altro, altrimenti avrebbe chiesto una mano a Luke, o a Travis, o ad uno dei ragazzi. Non ti chiederebbe mai una mano per tornare con Sierra, siete stati insieme" le feci notare, leccandomi il labbro per il caffé.

Impossible 2Leggi questa storia gratuitamente!